CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

NOTIZIE

FRANCOLISE :SCRIGNO DI STORIA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

francolisecastello4FRANCOLISE. (Aldo Cavallo) La storia di una comunità antica ed orgogliosa, arroccata su un colle da cui si domina parte della piana del Volturno e forse anche per questo indurita nelle sue ataviche e suggestive

 

francolisecastello3
tradizioni, rivive anche nei suoi emblemi. Ecco che il restauro dell’effige dell’immagine di Santa Maria a Castello, presentato con una pubblicazione tanto bella quanto raffinata nella prestigiosa chiesa di Francolise, resta molto di più che un momento di orgoglio per i soli devoti. La statua, riportata all’antico splendore insieme al trono processionale ligneo del XVIII secolo, da un attento ed accurato restauro, si inserisce così in quell’aurea di difesa di principi e valori tipici della comunità francolisana.
Al restauro è dedicato il volume "Storia di un restauro", viaggio tra arte , fede e devozione legato al culto di questa icona antica che innamorò  le nostre genti di ogni tempo e che portarono e portano in seno in ogni luogo.... Santa Maria a Castiegliu mia", che sarà presentato domenica sette settembre nella prestigiosa chiesa.
Autori della preziosa testimonianza il parroco Vincenzo di Martino; Peppino Simeone, presidente del comitato festeggiamenti e Raffaele Stefano D’alterio, conservatore e storico dell’arte. “Conservare il nostro patrimonio storico- artistico e culturale e' un obbligo che abbiamo nei riguardi delle generazioni future – spiega il dottor D’Alterio -  un grosso grazie và anche al gruppo" Le figlie di Maria" ed altre persone con cui sinergicamente abbiamo realizzato il tutto.
Il suggestivo borgo di Francolise, del resto, è uno scrigno di storia.  Fu stazione termale in epoca romana: della sorgente del Cantarone (o Acqua Catena, oggi inutilizzabile) parlarono Vitruvio, Valerio Massimo e Plinio. Nel sec. XII fu donato da Carlo I d'Angiò a Simone di Monteforte, conte di Avellino, che vi costruì un castello. Appartenne poi ai D'Aquino e ai principi di Caramanico.
Il grandioso castello medievale fu rimaneggiato più volte a partire dal sec. XV; accanto è la chiesa di Santa Maria a Castello che racchiude proprio la statua lignea restaurata.

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - TURISMO - NOTIZIE - FRANCOLISE :SCRIGNO DI STORIA