Mentre scrivo Antonio Falso e tanti giovani stanno allestendo l'Infiorata a Via Grancelsa! Ma oggi c'è stata la intitolazione della strada al Convento e la proposta della "Bandiera Arancione" per la PRO LOCO di Carinola alla sua

prima. Antonio TORRICO è felice per questa eventualità, me lo ha detto quando l'ho sentito stasera, Lucioa RUOSI lo è altrettanto La Bandiera Arancione è un riconoscimento del Touring  per i Comuni inferiori a 15.000 abitanti che si distinguono per un'offerta di eccellenza e un'accoglienza di qualità. Sono 200 in tutta Italia e l'ultima che se l'è accaparrata é Letino. Un'altra bandiera arancione è Sant'Agata dei Goti. La proposta della Bandiera Arancione per Carinola è stata fatta dalla Console Regionale del Tourung Club Italiano Anna Maria TROILI e con lei dal  Console TCI di Napoli, il magistrato di Cassazione Giulio MAISANO alla fine di una giornata riuscita alla perfezione, fino al punto che i soci TCI hanno voluto ritardare la partenza! Andiamo per capi e cominciamo dalla intitolazione della strada al Convento a Padre Michele PICCIRILLO. "Sono felice. E' stato tutto perfetto!-Mi ha detto stasera Giacomo PICCIRILLO, il fratello del francescano archeologo e operaio padre Michele- Mi è piaciuto moltissimo il discorso di S.E.Vescovo Orazio Francesco PIAZZA che ha confermato ancora una volta la sua infinita conoscenza ed ha approfondito il discorso non senza ricordare di essere stato sulla tomba di Padre Michele. S.E.PIAZZA è stato il primo a prendere la parola ma è rimasto fino alla fine della cerimonia nonostante lo attendessero le cresime a Casale di Carinola. Mi è piaciuta il discorso di Francesco DI SPIRITO! Inutile sottolineare il fantastico intervento dei professori universitari COPPOLA e ROBOTTI ed il coordinamento dell'Arch.Corrado VALENTE che è stato fantastico! Mi piace ricrdare che mi ha telefonato anche l'ex assessore della giunta Mannillo Mattia DI LORENZO che ha voluto giustificare la sua assenza!""Ma c'era Giovanni DI GENNARO?" gli ho chiesto."Come poteva mancare, è figlioccio di mio fratello!" Gli interventi si sono succeduti nell'ordine specificato da Giacomo PICCIRILLO ma bisogna precisare, così come ha precisato Giacomo, che dopo l'intervento del Vescovo è stato il Sindaco Dott. Luigi DE RISI a prendere la parola, ma solo per passarla all'assessore Francesco DI SPIRITO ideatore, promotore ed animatore di questa grande cerimonia in onore di Padre MICHELE!. C'è stato alla fine anche l'intervento del figlio Mario, Presidente dell'Associazione Culturale intitolata a Padre Michele PICCIRILLO, che ha ringraziato tutti quelli che sono intervenuti e i patrocinatori dell'evento. C'è stato anche un ricco buffet organizzato dallo stesso Giacomo PICCIRILLO. Peccato che non vi sia stata coincidenza tra l'arrivo al Convento dei soci Touring Club Italiano e la intitolazione della strada ciononostante gli ingranaggi sono andati avanti alla perfezione oleati da una grande volontà ed una perfetta organizzazione. Come è noto la visita del Corpo Consolare della Campania e del Punto Touring di Napoli è cominciata alle 10,00 del mattino a Sessa Aurunca dove le hanno attesse le guide turistiche per accompagnare i cinquanta o sessanta soci guidati appunti dalla Console TROILI e dal dott. MAISANO al Castello Duicale di Sessa Aurunca , poi alla Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo poi breve sosta all'Aerarium, al Tabularium ed al Teatro Romano capace di più di 3500 posti, testimonianza del massimo splendore dell’epoca romana che la vide “Colonia Julia Felix Classica Suessa”); al complesso monumentale di San Domenico e alla Chiesa di San Carlo Borromeo. Quindi pranzo al ristorante LA VECCHIA DOGANA e poi corsa a Ventaroli e più precisamente alla Basilica di S.Maria in Foro Claudio dove, come a Sessa Aurunca, li attendevano le Autorità Locali , in particolare l'Assessora al Turismo Avv. Rosa DI MAIO e con lei il Presidente della PRO LOCO, Antonio TORRICO, con un discorso di benvenuto di grande spessore. Quindi è passato il testimone a LUCIA RUOSI,segretaria della PRO LOCO, che ha guidato i soci Touring Club Italiano nel percorso storico, turistico, culturale della più grande e più bella gemma del nostro comune, che nei posti più reconditi dell'umanità intera ci invidiano: la Basilica di S.Maria in Foro Claudio. La prova è in google analytics dove rilevo che nelle isole più sperdute del Pacifico la parola chiave con la quale si arriva a visitare il mio sito è proprio questa: Foro Claudio! Lucia è stata perfetta, e non poteva essere altrimenti! Poi si è passati a Carinola e qui si è visitata per prima la Cattedrale per esigenze di funzioni religiose che si sarebbero celebrate di lì a poco. Qui le guide della Cooperativa LILLADIS che hanno accompagnato i visitatori TCI anche nei Palazzi NOVELLI e MARZANO, hanno sfoderato il meglio delle loro approfondite conodscenze! Quindi si è passatoi al Convento di S.Francesco dove è stato l'Arch. Francesco MIRAGLIA, profondo studioso della materia a dare il meglio come guida per i visitatori napoletani del TCI. Ciliegina sulla torta il fantastico buffet di prodotti locali, ciliege, Falerno e tanto, tanto altro, che per la sua bontà e la sua abbondanza ha lasciato stupefatti i visitatori che hanno voluto ritardare il loro rientro a NAPOLI di qualche ora. Prima di andare via hanno voluto esternare la loro immensa soddisfazione per l'accoglienza ricevuta e non v'era modo migliore di sottolineare la loro soddisfazione che dire che proporranno la Bandiera Arancione per la PRO LOCO di CARINOLA, una grande soddisfazione per il Presidente TORRICO, per la PRO LOCO tutta e per la cittadinanza di Carinola che ha finalmente una PRO LOCO degna e laboriosa che ha saputo coniugare l'impegno delle diverse Associazioni , Lilladis, Pro Loco e Archeoclub Padre Michele Piccirillo, nel primo importante appuntamento della sua attività. Bravi e complimenti da carinola.net!


Percorso

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata