vendem7Se state cercando un qualcosa che vi porti indietro, sospesi in un tempo, dove tutto è abbarbicato alla tradizione popolare, che diventi però volano di un futuro migliore, per troppo tempo atteso inutilmente, la festa della vendemmia a Casale di Carinola - che ieri

vendem1ha celebrato la parte vista, parlata e giocata e stasera celebra quella passeggiata, trangugiata e tracannata - è quello che fa per voi.

Se non ci siete mai stati, è questa la volta buona per andarci, perchè, visti gli ormai ricorrenti "tagli a tutto" di cui leggiamo e sentiamo parlare di ora in ora, potrebbe essere "tagliata" anche questa, seppure in parte e sarebbe vendem2davvero un peccato non averla vista.

Già se avete perduto la prima parte, quella celebrata ieri dalla "mini-convention" dei capi di amministrazione dei comuni di Mondragone - Giovanni Schiappa, Sessa Aurunca - Gino Tommasino e Falciano del Massico - consigliere delegato Pasquale Macaro, Presidente Camera di Commercio - Tommaso De vendem3Simone, Capo Area dipartimento agricoltura Regione Campania - dott. Francesco Massaro, dal Presidente del Comitato Tutela e Valorizzazione del vino DOC e IGT - avv. Salvatore Avallone (proprietario Villa Matilde ndr), dal Presidente provinciale CIA di Caserta - dott. Guido Coppola. Tutti coordinati ed invitati dal sindaco di Carinola Luigi De Risi, con l'enologo Nicola vendem4Trabucco, per mettere la prima pietra di una Unione di Comuni o Associazione di scopo delle terre del Falerno, iniziativa della quale si sono detti tutti entusiasti. Anche perchè di "pietre da mettere", è stato detto, ce ne sono tante. Purtroppo era  assente il sindaco di Cellole per la coeva celebrazione del funerale del dott. Lorenzo Verrengia, cardiologo, improvvisamente vendem5scomparso. Lo ricordo con commozione quando in gioventù eravamo entrambi, nelle rispettive professioni, fiduciari della COLUMBIA Assicurazioni dell'indimenticabile Elio FORTE. Al figlio collega Alberto e alla famiglia tutta le condoglianze mie personali e di carinola.net.

Noto tra gli spettatori della convention don Luciano con gli evidenti postumi del sinistro stradale con omissione di soccorso (non c'è ancora un colpevole). Poi la parte competitiva che ha concluso la giornata : il vendem6fantasmagorico "PALIO DELLE BOTTI", con premio finale  il gagliardetto e cinquecento euro di prodotti alimentari per i primi classificati che, come quelli del tiro alla fune, saranno tutti casalesi doc (o quasi) ma di queste gare parleremo in un articolo a parte, quando saranno pronti i rispettivi filmati.

Ora invece vogliamo parlare di un miracolo, diciamo "il miracolo vendem7della colonnina" della vecchia mini stazione di rifornimento, quella che "oscura" la bellezza della piazza monumento e della torre dell'orologio, per un periodo, all'interno, asservita a deposito lubrificanti, della quale  dopo anni di grida da parte nostra sembrano essersene accorti anche altri. Mai però l'opposizione, "presunta giovane" o "vera vecchia" che dunlucianovendsia.

Sì proprio là seminascosto dalla colonnina e seduto sullo scalino c'era lui, l'ultimo romantico che con quelli che una volta chiamavamo "vinci" stava intrecciando un qualcosa che mi è sembrato a prima vista quella che "i monelli" utilizzavano tanti anni fa' per catturare i passerotti. Ma lui mi dirà che è solo ormai un oggetto d'arredo che realizza  forse per arrotondare la pensione. Giro la testa e c'era la vettura ferma con il cofano aperto e {youtube}8TyQeLSRlHA{/youtube} tutti gli oggetti fatti da Pasquale Zano e, senza accorgermene e senza volerlo, anche io sono tornato indietro, sospeso in questo tempo indefinito che solo Casale di Carinola ha la capacità di creare in questi due giorni e che potrebbe essere rappresentato dal famoso "chi vuol esser lieto sia".

{youtube}-MW8U88UpN0{/youtube}


Percorso

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata