ImageImageImageNonostante la temperatura piuttosto rigida e l'orario insolito per una manifestazione religiosa la chiesa di S.Donato e S.Agnello era gremita fino all'inverosimile, c'erano fedeli venuti da ogni parte, c'erano anche quelli che, imperterriti, sono rimasti fuori.La Santa Messa è stata celebrata  dal Vescovo della Diocesi di SESSA AURUNCA Mons. Antonio NAPOLITANO. Particolarmente toccante l'Omelia del Vescovo laddove ha ricordato il brano del Vangelo ove Cristo entrando nel Tempio di Gerusalemme disse:Lo zelo della casa del Signore mi divora! Ha ringraziato tutti il Vescovo prima di tutti i cittadini di S.Donato e S.Agnello, poi Don Paolo, di cui ha rimarcato le qualità ed ha sottolineato  la continuità dell'opera di Don NUNZIO DI TORO, che è stata magnificata da Don Paolo con la sua giovinezza, ha ancora ringraziato il Sindaco MANNILLO, che era presente.Ha continuamente ripetuto la parola "bella" rivolgendosi alla casa del Signore, che deve essere la casa di tutti ed ha ancora detto di vedere il Cristo in ogni parte della chiesa tranne il tetto in cui vede lo Spirito Santo.All'ingresso della chiesa c'erano le fotografie della chiesa di S.Donato prima della ristrutturazione, giusto per far notare quello che è stato fatto, grazie a tutti . . .

Lo zelo della casa del Signore consumava la tua anima, o Pietro! Infatti, fosti dato alla Chiesa in un tempo in cui la malizia degli uomini le aveva tolto parte della sua bellezza. Ripieno dello spirito d'Elia, ti sforzasti di ridestare i servi del Padre di famiglia, che nel loro sonno avevano lasciato prevalere la zizzania nel campo. Sorsero così giorni migliori per la Sposa di Cristo; la virtù delle divine promesse di cui è depositarla si rivelò; e tu, amico dello Sposo (Gv 3,29), avesti la gloria d'avere potentemente contribuito a ridare alla casa di Dio il suo antico splendore.



Percorso

Abbiamo 431 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy