CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

EVENTI E COSTUMI

INFIORATA CASANOVA 2011

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

inf37Quale sarà la molla che spinge così tanti giovani e meno giovani a comporre di notte su via Grancelsa, quasi fosse un pentagramma, questa sinfonia dal nome così scontato ma dal suono sempre diverso?Chi oserà mai rispondere, qualcuno lo farà.Erano da poco trascorse le sei e

trenta stamane e già tanti erano all'opera sotto la direzione del maestro Antonio Falso che ancora una volta si schernisce e forse non gradisce neanche essere additato!Dopo di lui ,collaborato da una giovane dai capelli neri che eseguiva poggiando uno ad uno i petali di una rosa bianca per disegnare le unghie ad una immagine sacra che apriva il percorso, c'erano inf1inf2inf4inf6inf7inf5tanti altri giù giù fino in fondo alla fontana vecchia quasi fossero tutti tralci di una sola vite che produrrà un solo nettare che in poche decine di minuti sarà poi consumato."Alla fontana vecchia a quell'ora si lascia lo spazio per consentire il passaggio fino alle sette e trenta" mi spiega Gianni Pagano, protagonista anche lui di quest'opera e da decenni"In principio-mi racconta-oltre trenta anni fa pensammo ai vasi con i fiori sui muri, poi cominciammo a disegnare con i petali messi giù a mani nude cercando di disegnare immagini sacre e poi finalmente si pensò ai telai con "quattro mezzanelle ed un compensato" forato ai punti giusti per consentire quello che vedi!Si lavora a turni, siamo tanti!Pensa alle ginestre, che non è solo difficile cogliere ma implicano un lavoro immenso per togliere i petali" E di giallo ce n'è tanto qui!"E' una fatigata!Ma ne vale la pena"Diceva un altro.C'era anche la giovanissima figlia,c'era un giovanissimo Vellone di Cascano,tutti chini, o seduti, sul selciato stradale per un mosaico di petali,foglie,erbe,perfino aghi di pino, mosaico che come tante cose belle dura il tempo della vita di una farfalla!Io,come tanti altri, peggio degli altri forse, cerco di narrare quanto accade e far sentire almeno un lontano profumo a quelli che non hanno avuto la possibilità e la fortuna di assaporare da vicino il piacere dell'Infiorata a Casanova.Più bella dell'anno scorso? Scontato! Meno bella della prossima?"Te lo posso giurare!"Mi dice Concetta Di Lorenzo che come ogni anno, anche lei come me, anzi meglio di me,è tutta intenta a registrare una per una le immagini del magnifico percorso non altrimenti descrivibili!"Ma questa è solo la conclusione di un lavoro immenso la cui unica molla è la fede-mi dice il prof.Silvio Rotunno che continua- ricordi Agamennone che stava addirittura per sacrificare la figlia Ifigenia per placare l'ira divina?Fermato poi al momento giusto per fortuna.Ma intanto. . . E quelle erano divinità posticce, diciamo così, ed allora si spiega il perchè di ogni cosa e di tanta abnegazione dell'umano rispetto a tutto quanto è divino!Sono mesi che si mette da parte la posa del caffè e durante tutto l'anno il pensiero sembra essere sempre e comunque qui.Ricordo una volta a Sparanise ero con mia figlia che vide una infiorescenza particolare e subito pensò di raccoglierla, meravigliandosi dello sguardo fisso ed inquisitorio di una persona presente.Era la proprietaria del fondo, dopo le opportune spiegazioni, fu lei stessa a volerci donare quanto osammo solo guardare!"Poi mi spiega"Queste infiorescenze, per esempio,sono Gazzirri!"E queste?"gli chiedo.E lui:"Non lo so le chiamiamo Fiori di Zeza. . .poi lo chiede ad un altro tutto intento a riprendere con una telecamera che risponde:"Sono fiori di Sambuco, in Svizzera ci fanno anche la marmellata, lo yogurt, il vino addirittura!"E questi altri?"So lengue 'e cane!"Che? Lingue di cane?E Concetta ancora da quelle parti "E' un Romice, lo sai il Romice, una pianta con le foglie a forma di scudo?Inconfondibile""No, onestamente non lo so!Intanto viene completato anche il tratto che unisce la fontana vecchia alla parte finale di via Grancelsa,autovetture, anziani e diversamente abili sono ormai transitati."Hai visto quanto è bella quell'erbetta usata nell'ultima figura, quella che completa il tragitto?-dice una signora- Pensa l'ho trovata a Maiano!" Così anche questa lontana località, inconsapevole, ha contributo alla bellezza della Infiorata di quest'anno!Poi terminato il tragitto, a poche decine di minuti dalla processione, tutti, ma proprio tutti si riuniscono nello spiazzo che divide la via della Fontana vecchia, con via Grancelsa ed i "Laurienzi", ciascuno con il suo cesto di petali, fiori,foglie superati, vengono fatti da una signora, ad alta voce, quasi cercando di richiamarli da dove non possono ritornare mai più, i nomi dei "compositori" delle Infiorate degli anni precedenti.Poi tutti insieme, giovani e non,cominciano a scagliarsi addosso i petali, sfogando così la rabbia per aver perduto compagni che non ci sono più, ed i fiori finiscono per comporre un ulteriore tappeto sul selciato!" Tutto molto bello e particolarmente suggestivo!</span>

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - TURISMO - EVENTI E COSTUMI - INFIORATA CASANOVA 2011