CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

CALCIO NAPOLI

AMARCORD BERNABEU. . . 11 LUGLIO 1982 (VIDEO)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sono le cinque del mattino e non riesco proprio a dormire.

Ormai da giorni centellino le ore che mi separano dall'Evento e le ultime sono le più dure a passare. Fa un caldo afoso da climatizzatore dentro  le camere d'albergo ma fa

ancora più caldo fuori, dove il

bar madridisti bernabeu tifo dei  primi degli ormai probabili quindicimila cuori napoletani, ha creato un'atmosfera da microclima stabilizzato in una Madrid che dopo tanti giorni di pioggia e di cattivo tempo ha rivisto ieri, per la prima volta, finalmente il sole!

Avrà contribuito l'arrivo all'Aeroporto "Adolfo Suarez" dei tantissimi "napoletani", molti dei quali anche dalla piccolissima Carinola, tra questi anche Carmine il figlio di un grande amico , Mario Di Guida  il cui motto è sempre stato: "U' lepre se pò pure truvà ncoppa e cupellate" cioè La lepre può trovarsi pure sui tetti"!

Tanti, tanti, tanti i napoletani che hanno riempito i pullman gialli che dall'aeroporto facevano la spola fino alla bellissima stazione ferroviaria-orto botanico dell'Atocha tranquilli e felici hanno invaso la Plaza Major e la Puerta del Sol dove decine di giovanissime, il giorno di San Valentino, si esibivano in una grande manifestazione contro la violenza sulle donne.
L'ultima dei giornali del nord , il Corrierone per tutti, che non hanno ritenuto l'evento neppure di un "occhiello in prima pagina" pur essendo la squadra campione d'Europa l'avversaria della terza nella classifica della serie A, in serie positiva da oltre tre mesi, è quella di riportare la sfida dell'anno quasi come fossero "avversari per caso", il Napoli ed il Real Madrid con il primo già in potenziale difficoltà per il cosiddetto "miedo scenico" del Bernabeu!

Non fa paura "lo stadio per antonomasia",certo non è più quello di trent'anni fa, l'11 luglio del 1982, dove arrivammo dopo essere partiti immediatamente dopo il superamento del quarto con la Polonia e prima ancora di battere il Brasile, certissimi di farlo, insieme agli indimenticabili amici Gigino Cavallo, Nicola Iossa, Felice Di Donato ed Enzo Pozzuoli, i primi tre purtroppo non ci sono più, tutti a bordo di una Alfa90 guidata "a tutta birra" dal primo ed oltre duemila chilometri percorsi tutti d'un fiato, con i giornali sul petto per difenderci dall'aria condizionata, tutto per assistere alla finale dall'esito tutt'altro che scontato, di Italia Germania e sappiamo tutti come finì.

Semplice.

Con Sandro Pertini che giocava a carte con i campioni del mondo sull'aereo del ritorno! 

Ora il Bernabeu è solo più giovane e più bello di quello del 1982 anzi è lo stadio più spettacolare di sempre e di tutti.

Come il nostro Napoli.

E se di "miedo scenico" dobbiamo parlare c'è solo quello di chi affronta questa squadra che di bello, anzi bellissimo, ha il gioco, anche loro ce l'hanno, sono i campioni di sempre o quasi,  ecco loro però hanno anche lo stadio e noi solo il gioco, il nostro è un gioco però fatto non di grandissimi solisti, ne avevamo uno l'anno scorso e ne abbiamo fatto a meno con risultati che si toccano con mano, un gioco d'orchestra anche il nostro  che finalmente trova la sua cornice, nessun Davide e Golia del Caravaggio al Prado, com'è stato scritto,  ma  una sinfonia meravigliosa, qualunque sarà i risultato, perchè come ha scritto Maurizio De Giovanni "abbiamo già vinto, tutto il resto è un meraviglioso di più!" Un giorno all'improvviso. . .

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - SPORT - CALCIO NAPOLI - AMARCORD BERNABEU. . . 11 LUGLIO 1982 (VIDEO)