CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

CALCIO NAPOLI

LE CHIAVI DI LETTURA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tempo di Champions. Tempo di pensare ad altro. Tempo di buttarsi alle spalle la notte di Torino.

Ma torniamo per un attimo alla sconfitta di sabato sera.
È utile. Più che mai.

Gli errori dai quali sono scaturite le azioni delle reti bianconere non sono affatto e soltanto frutto di due singoli ed episodici svarioni di Ghoulam.
Sarebbe riduttivo e tremendamente pericoloso chiudere la pratica così.
gabbiaSoprattutto la rete di Higuaìn è la risultante di un "concorso di colpe" dell'intera difesa. Anzi, a dirla tutta, Ghoulam è l'unico che fà "la cosa giusta". Peccato che spazza corto e male, favorendo involontariamente la botta a rete dell'avversario.
La verità è che gli episodi negativi di sabato sera sono soltanto gli ultimi di una serie iniziata dalla prima di campionato col Pescara.
La difesa azzurra (portiere incluso) palesa con regolarità preoccupante cali di tensione, di concentrazione che, con l'assenza di Albiol, si sono (se possibile) amplificati.
Raùl Albiol è, senz'ombra di dubbio, il direttore dell'orchestra di quattro elementi della difesa partenopea. Non Reina, come molti pensano. Pepe è un motivatore ma non dirige lui le fondamenta del 4-4-3 di Maurizio Sarri.
In mancanza dell'uomo che "chiama la difesa" un pò tutti i difensori hanno perso lucidità e sicurezza, in certi momenti topici del match.
Albiol continua a fare "differenziato" a Castelvolturno e sembra che non dovrebbe rientrare nemmeno sabato sera con la Lazio.
Sarri deve lavorare su certe "amnesie" del pacchetto arretrato, su certi automatismi che sembrano a volte incepparsi.
Quale migliore occasione della sfida col Besiktas di Champions per spazzar via le nuvole dei sette punti dalla vetta del campionato e del quinto posto?
Ma c'è ancora un altro aspetto che và affrontato. Lorenzo Insigne.
L'episodio della sostituzione e del mugugno di Lorenzo ha fatto il giro dei giornali.
Insigne ha chiesto scusa. A Sarri ed ai compagni.
La forma ed i tempi della sua rimostranza? Sbagliati.
Il contenuto? Non saprei.
Sostituirlo supponendo la sua stanchezza, anziché chiederglielo. Cambiarlo perché ormai Giaccherini era pronto ad entrare, anche se nel frattempo era da un assist di Insigne che scaturiva il gol del momentaneo pareggio di Callejòn. Una stupidaggine.
Il tecnico toscano deve scegliere.
Puntare sul calciatore di Frattamaggiore o chiederne la cessione.
Continuare a lasciare questa situazione insoluta danneggia il giocatore e soprattutto la squadra.
Intanto il Liverpool osserva l'evolversi degli eventi come il predatore attende la sua prossima "vittima".
Chi vivrà vedrà (come sempre).

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - SPORT - CALCIO NAPOLI - LE CHIAVI DI LETTURA