Più che soddisfatti gli avv.ti Luigi IMPERATO, costituito per i rianimatori Nive sDe Francesco, Rocco Leone e Sorrentino Anna Maria, Carlo DE STAVOLA, costituito per Martina BATTAGLIA, Genny IANNOTTI per il dott. Ferdinando Pasquariello, i loro clienti erano

ospedale san rocco1tutti indagati per l'art.416 del codice penale oltre che per truffa ed art.50 legge speciale per dipendenti delle P.A. per la nota vicenda dell'Ospedale S.Rocco di SESSA AURUNCA. Stamane infatti è stata loro notificata la decisione della 12ma Sez.Penale Riesame, Presidente Luigi ESPOSITO e Giudici a latere Dott. Pietro BRUNETTI e dott.ssa Cettina SCOGNAMIGLIO.

Nonostante il P.M. dott.ssa Ida CAPONE abbia concluso per la conferma, anche queesto Collegio ha confermato anche per questi indagati la esclusione del reato associativo revocando la misura cautelare dell'obbligo di firma inerente a detto reato . Resta naturalmente per gli altri due reati contestati ma il peggiore o comunque quello che prevedeva la pena massima cioè il 416 C.P. è ormai "over".

Di fatto a nostro avviso comincia a sgonfiarsi l'affaire ospedale S.Rocco di Sessa Aurunca.

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 197 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • Virgo_lactans.jpg
  • rousseau.jpg
  • paola_luca_pubblico1.jpg
  • paola_luca_pubblico.jpg
  • paola_luca_donamato1.jpg
  • paola_luca_donamato.jpg
  • paola_luca_bacio.jpg
  • paola_luca3.jpg
  • paola_luca2.jpg
  • paola_luca1.jpg
  • paola_luca.jpg
  • insidia_trabocchetto.jpg
  • ale_diego2.jpg
  • ale_diego1.jpeg
  • ale_diego.jpg
  • ale_diego.jpeg

GDPR e EU e-Privacy

manifesto_funebre_massimo_gentile.jpg