Sarebbe stato eccessivo forse parlare di una piccola apoteosi dell'avvocatura ma  che intorno a questa figura professionale, sia pure nella veste di  Priore, si sia ricostruita questa piccola ma importante ed antichissima gemma

 

della edilizia ecclesiastica sessana qual è appunto la Chiesa della Confraternita  di San Carlo Borromeo nella omonima piazzetta adiacente a quello che fu l'Ufficio del Registro ed a quello che è la sede dell'Ufficio del Giudice di Pace, è un fatto incontrovertibile . Fu infatti l'avv. Ugo VERRILLO attuale vice priore ed all'epoca del a volere con tutte le sue forze ristrutturare la parte esterna ed in particolare il campanile che svetta  con la sua bellezza nel cielo azzurro.Possibile frequentare una città da quando avevo dieci anni e frequentavo la scuola media e  non aver mai visto l'interno di un gioiello simile ? Purtroppo lo è ed è solo grazie a Gianluca SASSO, l'attuale Priore della Confraternita, che ho colmato questo vuoto e che nei limiti delle mie modeste possibilità cerco di colmare il vostro con il filmato sottostante. E' una giornata storica per la confraternita più antica di Sessa Aurunca che custodisce il Mistero della Deposizione il 4 Novembre, si festeggia San Carlo Borromeo ed in questa Chiesa dove non si celebra messa ma c'è un cappellanoe nella persona di don Roberto GUTTORIELLO che fu parroco di S.Angelo a Mondragone prima del turn over, stanno tutti pronti ad attendere con gli abiti della confraternita l'ospite celeberrimo, il  Prefetto della Casa Pontificia, segretario di due papi, Papa emerito Ratzinger e Papa Francesco, Mons. Georg Gänswein. Sono tutti in piedi ad attenderlo dalle 14,30. Tutti sono emozionatissimi  ed attendono mettendosi in due file a voler quasi simboleggiare due grandi braccia che accolgono l'illustre ospite. Ci sono il  Cerimoniere don  Angelo POLITO, Priore  Gianluca SASSO, il suo vice Ugo VERRILLO, il tesoriere Francesco DI MARCO, il segretario Francesco GALLO ed il secondo assistente Marcello DI STASIO e tutti gli altri e tutte le altre le Sorelle della Confraternita con la grande effige del santo sul cuore. Nell'attesa chiedo al vice priore di farmi da cicerone e lui volentieri si presta e mi narra del suo primo triennio di priorato e del successivo di proroga che è d'uopo ma c'è n'è stato un terzo ed un quarto di deroga, necessari per il completamento dei lavori  costati 50.000 euro , lavori realizzati dall'Impresa PANARO  con progetto dell'Ing. LEFANO e l'Arch. Anna FUSCO poi mi mostra le tele restaurate dalla Dott.ssa Michelina ACQUARO che per l'augusta ed eccezionale visita non ha voluto mancare ed è qui con tanti altri. Tutto molto bello ed elegante, tutto molto prezioso e finemente custodito da questi eccezionali custodi! E' così che è durata quattrocento anni e che qui vediamo ciò che in altre chiese ben più grandi e più importanti non vediamo perchè è sparita per incuria o ingordigia, è così che qui ammiriamo un coro in legno della giovane età di quattro secoli! Gianluca il Priore decide di andare incontro al Mons. Georg Gänswein che viene a piedi  dal Vescovado accompagnato da S.E.il Vescovo della Diocesi di Sessa Aurunca Mons. Orazio Francesco PIAZZA dal cerimoniere don Luciano MAROTTA e dal vicario don Franco ALFIERI. sono le 16,30 comincia la cerimonia di benvenute, bellissime le parole dell'Avvocato Gianluca SASSO, altrettanto quelle di Mons.Georg Gänswein che ha portato i saluti di Papa emerito Ratzinger e di Papa Francesco. La cerimonia, breve, la potrete gustare nel video, dove potrete visitare il sotterraneo con il meraviglioso pavimento , la teca con le ossa dei fratelli che vi furono sepolti e le vasche dove  si raccoglievano i resti delle salme! Poi la consegna all'Ospite di un presente in ceramica, una foto ricordo con S.E. Mons. Piazza, Mons. Georg Gänswein e tutti i confratelli presenti.

Percorso

CHI E' ONLINE

Abbiamo 993 visitatori e nessun utente online

 

 

Statistiche Sito

Utenti
68
Articoli
6858
Visite agli articoli
10649726

GDPR e EU e-Privacy