In data di ieri, all'esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, i Carabinieri della Stazione di Cancello ed Arnone (CE) con l'ausilio di personale della Stazione di Napoli Marianella, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia

cccasertacautelare in carcere emessa dall'Ufficio GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di un ventisettenne di nazionalità serba, ritenuto responsabile di "furto aggravato ".
L'attività d'indagine che ha portato all'emissione del provvedimento trae spunto dal furto di un'autovettura perpetrato il 17 dicembre 2016, alle ore 09:30 circa, davanti ad un bar di Cancello ed Arnone dove si trovava il proprietario del veicolo asportato. Accortasi del furto la vittima si poneva all'inseguimento del soggetto che aveva sottratto la vettura, ma veniva più volte ostacolato da un secondo veicolo con i due complici a bordo. Il ladro riusciva a far perdere le proprie tracce e la seconda vettura veniva abbandonata sul ciglio della strada. I carabinieri di Cancello ed Arnone, intervenuti, nel recuperare il veicolo abbandonato, notavano che all'interno vi era un marsupio contenente i documenti d'identità di un cittadino serbo.
Svolti i primi accertamenti tesi ad identificare i1soggetto, analizzate le immagini delle telecamere di videosorveglianza dislocate nelle vicinanze del luogo del fwrto, i militari procedevano con successo all'individuazione fotografica  ottenendo  da  tutte  le persone  informate  sui fatti  il riconoscimento
della persona.
I1 soggetto è stato rintracciato  nella mattina del 18 dicembre all'interno  del campo  rom situato in
Via della Resistenza di Napoli.

Santa Maria Capua Vetere, 19.12.2017

Percorso

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata