Quando siamo arrivati alla casa comunale di Mondragone in Piazza Umberto per  assistere al Consiglio Comunale per l'approvazione del rendiconto 2017 li

lavanga francescabbiamo incontrati per le scale che portano all'aula consiliare, avevano appena abbandonato il consiglio, Giovanni Schiappa, Achille Cennami, Valerio Bertolino, Alessandro Pagliaro , Francesco Colamatteo e Antonio Pagliaro.

Non c’era Pasquale Marquez che aveva invece sottoscritto il documento protocollato stamane alle 11,53 con il quale sono state sollevate dalla minoranza eccezioni di illegittimità sulla convocazione del Consiglio Comunale che si sarebbe dovuto celebrare entro il trenta aprile data in cui si sarebbe dovuto approvare secondo la minoranza il rendiconto 2017 o quanto meno nei venti giorni successivi al 4 maggio, data fissata dalla diffida della Prefettura.

Questo comunque in sintesi lo scritto protocollato stamane dalla minoranza ed inviato al Presidente del Consiglio comunale Claudio Petrella, e per conoscenza alla Segretaria Generale, al la Procura della Repubblica e a quella della Corte dei Conti, Collegio Revisore dei conti, Prefetto, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, ANAC.

Ma stasera è stato presentato in consiglio un altro documento che naturalmente non porta la firma di Pasquale Marquez al quale, sempre secondo la minoranza, non sarebbe stato notificato l’odg nei termini.

Questo il testo integrale del documento di stasera:” I sottoscritti Consiglieri del Comune di Mondragone sigg. Bertolino Valerio, Cennami Achille, Pagliaro Alessandro, Pagliaro Antonio e Schiappa Giovanni, avendo avuto notizia che l’avviso di convocazione della presente seduta consiliare non è stato regolarmente notificato a tutti i componenti il Consiglio comunale, con il presente atto – ai sensi dell’art. 27comma 1 del Regolamento per il funzionamento per il Consiglio comunale, ovvero per quanto concerne il capo IV relativo allo svolgimento delle sedute– sottopongono in via formalela seguente questione pregiudiziale all’attenzione del sig. Presidente del Consiglio comunale e, per doverosa conoscenza, alle Superiori Istituzioni in indirizzo. Si evidenzia il mancato rispettodei seguenti articoli dello Statuto del gravano francComune di Mondragone: >38 riguardante l’ordine del giorno; >39 comma 1 lettera a) riguardante la consegna dell’avviso di convocazione; > 50 riguardante le attribuzioni del Presidente del Consiglio comunale; > 51 riguardante il Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio comunale. Inoltre Si evidenzia il mancato rispetto dei seguenti articolidel già citato Regolamento comunale: > compiti e poteri del Presidente del Consiglio comunale di cui all’art. 5 comma 2; > distinzione delle adunanze di cui all’art. 10 comma 1; > consegna e pubblicazione dell’avviso di convocazione di cui all’art.12 comma 1 lettera a) e comma 3. Pur stante la pluriennale esperienza del Presidente del Consiglio comunale, che ha svoltotale ruolo in diverse precedenti consiliature, risulta reiterato un gravissimo comportamento di mancato rispetto delle prerogative dei Consiglieri comunali. Basti ricordare quanto avvenuto nel mese di luglio 2017 circa l’errata notifica ad un Consigliere comunale in merito alla Salvaguardia degli equilibri di bilancio 2017, nel mese di novembre 2017 riguardo la mancata trasmissione degli atti ad un Consigliere comunale in ordine alla Variazione al bilancio 2017/2019, nel mese di dicembre 2017 prima circa l’errata notifica e poi riguardo la mancata trasmissione degli atti al medesimo Consigliere comunale in merito alla Sistemazione delle carte contabili dell’esercizio 2017. Orbene, come espressamente appena evidenziato alle SS.LL.,la presente seduta consiliare non può e non deve tenersi, al fine di scongiurare una gravissima irregolarità schiappa giovan17che altrimenti diverrebbe una formale illegalità, con tutte le conseguenze del caso. Confidando nell’accoglimento della proposta di una riconvocazione che garantisca i diritti di ogni componente del Consiglio comunale, si rimanda all’interessamento delle Superiori Istituzioni che fin d’ora leggono per conoscenza.”

Naturalmente la maggioranza ha approvato tutto all’unanimità. Il sindaco ha tenuto anche a sottolineare che nessuno dei consiglieri di minoranza ha sollevato alcun rilievo dopo aver ricevuto avviso e documentazione, come potrete ascoltare e vedere nel video da noi realizzato stasera .

Vista la breve durata del consiglio abbiamo anche scambiato qualche parola con il sindaco Virgilio Pacifico e il suo vice Francesco Lavanga sull’ufficio del Giudice di Pace ma di questo riferiremo in un altro articolo.

Sabato prossimo alle 20:00 intanto sarà inaugurata dal Consigliere Regionale on. avv. Giovanni Zannini la nuova sede di "Centro Democratico" all'inizio di Corso Umberto I° .

Percorso

Abbiamo 387 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy