“Parità di genere, cultura e tradizioni, sostenibilità e legalità: 4 proposte per la primavera che sta per arrivare. <La prima proposta, ha dichiarato il portavoce

pagliaro giovanni1dell’AMBC, Gianni Pagliaro, la rivolgiamo alle nostre Consigliere comunali, già molto attive per questo mese rosa: portate in Consiglio comunale il Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere, già firmato l’8 marzo scorso dai primi 14 sindaci (www.anci.it). Sottoscrivere formalmente il Patto significa dare un futuro alle politiche di genere, significa andare oltre questo mese rosa e significa impegnarsi ad inserire nel prossimo bilancio le prime necessarie risorse per iniziative concrete sul fronte della parità e della lotta alla violenza.

La seconda proposta, ha continuato Gianni Pagliaro, è rivolta a quanti da anni si occupano del nostro dialetto, a partire, per esempio, dal Prof. Pasquale Schiappa, che da diversi lustri porta avanti studi e ricerche sul dialetto mondragonese. Stiamo parlando di Salva la tua lingua locale 2018, il bando della sesta edizione del concorso promosso dalle Pro Loco- UNPLI.

C’è tempo fino al 7 settembre 2018. Oltre alle sezioni dedicate alla poesia e alla prosa, sia edita che inedita, c’è anche una sezione dedicata alle scuole ed una alla musica. www.salvalatualingualocale.it.

La terza proposta la rivolgiamo a tutto il nostro Consiglio comunale. Il Centro nazionale di studi per le politiche urbane-Urban@it e ASviS (l’Alleanza urbana per lo Sviluppo Sostenibile) hanno messo a punto l’Agenda Urbana che propone il coordinamento delle politiche urbane secondo i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU per rendere più efficaci i programmi di governo delle città, nel rispetto degli orientamenti internazionali.

L’ANCI ha fatto proprio il documento ed invita i comuni a porlo alla base della loro programmazione e azione di governo. In vista della prossima sessione di bilancio potrebbe essere significativo dedicare una o più sedute consiliari ad approfondire questi temi, cercando di <piegare> concretamente la programmazione 2018-2020 agli obiettivi dell’Agenda 2030.

Anche per scongiurare- ha sottolineato Pagliaro- che la seduta consiliare dedicata al bilancio possa ridursi ad una mera presa d’atto dei numeri (a lotto) estratti dalle burocrazie. La quarta proposta è rivolta direttamente al sindaco Pacifico, affinché Mondragone aderisca e partecipi il prossimo 21 marzo alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il cui tema scelto dall’Associazione Libera di don Ciotti per quest’anno è: Terra, solchi di verità e giustizia. Non occorre andare a Foggia, dove quest’anno si è deciso di tenere la manifestazione nazionale, per aderire. Basta organizzare, ha concluso l’AMBC, con le scuole e l’associazionismo locale una pubblica lettura anche a Mondragone di tutti i nomi delle vittime innocenti delle mafie. www.libera.it; www.avvisopubblico.it.”

Percorso

Abbiamo 240 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy