La regione Campania ha pubblicato (BURC n. 82 del 13/11/2017) un avviso finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’individuazione di aree territoriali idonee ad ospitare la costruzione di Poli dell’infanzia innovativi. I Poli, a gestione pubblica, sono costituiti

da scuole dell’infanzia statali e comunali e servizi educativi per l’infanzia. L’intervento deve riguardare strutture di educazione e di istruzione per bambine e bambini fino a 6 anni di età. Gli immobili sono realizzati con fondi I.N.A.I.L. e resteranno di proprietà di questo istituto. La manifestazione di interesse dei comuni dovrà essere presentata entro il prossimo 3 dicembre anche a mezzo PECall’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Sul sito della regione Campania (www.regione.campania.it), in homepage, è possibile rinvenire tutte le informazioni e la documentazione occorrente per partecipare all’avviso. L’AMBC sulla scorta di quanto detto in campagna elettorale a proposito di <Mondragone Città delle Bambine e dei Bambini> avrebbe voluto che nelle linee programmatiche del sindaco Pacifico, non approvate dal Consiglio comunale (contrariamente a quanto stabilito dallo Statuto comunale in vigore), vi fosse qualche riferimento (e anche qualche analisi, qualche straccio di riflessione, qualche dato …)alle politiche per l’infanzia e l’adolescenza, alla povertà educativa, che si evidenzia sempre di più anche nel nostro comune e nel nostro distretto, alla dispersione scolastica, ad una nuova offerta di servizi all’infanzia ecc.. Ma, tant’è. Questo passa il convento (e <convento> sta per cittadini sovrani). Non tutto però è perduto. Ora che anche qualche commissione consiliare può finalmente essere operativa (a proposito: buon lavoro da parte dell’AMBC ai presidente Teresa Pagliaro e Marcello Buonodono) sarebbe il caso di portare questo tema (insieme a tanti altri) all’attenzione e alla discussione del Consiglio comunale, con analisi e proposte puntuali. Anche per evitare che si discuta ovunque (in convegni e seminari, sulla stampa, nella rete), ma non in Consiglio comunale.L’AMBC ricorda ancora una volta al presidente del consiglio comunale Petrella che le proposte relative al Regolamento per l’<Amministrazione condivisa> (senza il quale le concessioni in comodato d’uso sono prive di <cornice giuridica>), al Nuovo Regolamento per le sale da gioco (anche per passare dalle chiacchiere ai fatti!) e al Regolamento per l’acquisizione ai bei pubblici di immobili in stato di abbandono sono ancora in attesa di essere discusse ed approvate (o emendate o non approvate) dal Consiglio comunale. E ricordiamo che si tratta di proposte fatte proprie dal sindaco Pacifico durante la campagna elettorale e diventate oggetto del suo programma sul quale ha ottenuto la fiducia dei cittadini.”

Percorso

CHI E' ONLINE

Abbiamo 252 visitatori e nessun utente online

 

forza_italia-ass.jpg