La regione Campania ha pubblicato (BURC n. 82 del 13/11/2017) un avviso finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’individuazione di aree territoriali idonee ad ospitare la costruzione di Poli dell’infanzia innovativi. I Poli, a gestione pubblica, sono costituiti

da scuole dell’infanzia statali e comunali e servizi educativi per l’infanzia. L’intervento deve riguardare strutture di educazione e di istruzione per bambine e bambini fino a 6 anni di età. Gli immobili sono realizzati con fondi I.N.A.I.L. e resteranno di proprietà di questo istituto. La manifestazione di interesse dei comuni dovrà essere presentata entro il prossimo 3 dicembre anche a mezzo PECall’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Sul sito della regione Campania (www.regione.campania.it), in homepage, è possibile rinvenire tutte le informazioni e la documentazione occorrente per partecipare all’avviso. L’AMBC sulla scorta di quanto detto in campagna elettorale a proposito di <Mondragone Città delle Bambine e dei Bambini> avrebbe voluto che nelle linee programmatiche del sindaco Pacifico, non approvate dal Consiglio comunale (contrariamente a quanto stabilito dallo Statuto comunale in vigore), vi fosse qualche riferimento (e anche qualche analisi, qualche straccio di riflessione, qualche dato …)alle politiche per l’infanzia e l’adolescenza, alla povertà educativa, che si evidenzia sempre di più anche nel nostro comune e nel nostro distretto, alla dispersione scolastica, ad una nuova offerta di servizi all’infanzia ecc.. Ma, tant’è. Questo passa il convento (e <convento> sta per cittadini sovrani). Non tutto però è perduto. Ora che anche qualche commissione consiliare può finalmente essere operativa (a proposito: buon lavoro da parte dell’AMBC ai presidente Teresa Pagliaro e Marcello Buonodono) sarebbe il caso di portare questo tema (insieme a tanti altri) all’attenzione e alla discussione del Consiglio comunale, con analisi e proposte puntuali. Anche per evitare che si discuta ovunque (in convegni e seminari, sulla stampa, nella rete), ma non in Consiglio comunale.L’AMBC ricorda ancora una volta al presidente del consiglio comunale Petrella che le proposte relative al Regolamento per l’<Amministrazione condivisa> (senza il quale le concessioni in comodato d’uso sono prive di <cornice giuridica>), al Nuovo Regolamento per le sale da gioco (anche per passare dalle chiacchiere ai fatti!) e al Regolamento per l’acquisizione ai bei pubblici di immobili in stato di abbandono sono ancora in attesa di essere discusse ed approvate (o emendate o non approvate) dal Consiglio comunale. E ricordiamo che si tratta di proposte fatte proprie dal sindaco Pacifico durante la campagna elettorale e diventate oggetto del suo programma sul quale ha ottenuto la fiducia dei cittadini.”

Percorso

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata