CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

AMBC:TOTALE ASSENZA DI POLITICHE DI WELFARE LOCALE

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

“In tema di migrazioni non andiamo oltre la patetica presenza dei vigili urbani in uno dei vialetti dei cosiddetti Palazzi Cirio. E non riusciamo ad affrancarci dai perenni ed inutili allarmismi e dalle ingiustificate paure. Nel frattempo di braccia immigrate (comunitarie e non; clandestine e

non) la nostra sottoeconomia continua a servirsi ed ad arricchirsi, tra abusi, lavoro in nero, affitti pagliaro giovanni1in nero, irregolarità e sommerso. Così come continuano a fare affari le Case famiglia (diciamo) che ospitano minori stranieri non accompagnati, potendo contare su soldi pubblici dispensati in un dedalo di rette e nell’assenza quasi totale di controlli.

Ma, d’altra parte, come da tempo l’AMBC va ripetendo, è tutto il settore del welfare locale e distrettuale ad essere in una condizione di sottosviluppo, privo di analisi, di progettazione e di politiche innovative, se si considera che a Mondragone per le persone anziane (solo per fare un esempio) siamo tuttora ai soggiorni climatici tirati su più o meno (forse meno) di come venivano organizzati oltre 35 anni fa, agli albori dell’ufficio servizi sociali del comune.

Per non parlare dei pasticci di qualche recente appalto o delle tante proroghe e delle eterne presenze di privati privilegiati, che sguazzano- protetti- nel settore.

Durante l’<Era Schiappa>, per esempio, ci si è ben guardati dal percorrere- così come fatto da tanti comuni- la strada dello SPRAR www.sprar.it, del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, tanto sponsorizzato dall’ANCI.

E pensare che l’ex Sindaco Schiappa, oggi leader della minoranza, è stato ed è frequentatore assiduo dell’ANCI Campania.

L’AMBC spera che il sindaco Pacifico presenti quanto prima un’ Agenda per il welfare, recuperando le proposte circolate in campagna elettorale (a partire dal welfare generativo), alcune delle quali diventate parti integranti e sostanziali del suo programma, ma chiamando a raccolta soprattutto l’associazionismo locale, le parrocchie ed i tanti cittadini attivi e cercando di coinvolgere tutto il distretto.

L’AMBC spera anche che il sindaco Pacifico possa considerare di entrare a far parte della Rete SPRAR e possa, soprattutto, abbandonare l’estemporaneità nella gestione delle politiche migratorie. Sulle quali neppure le ACLI locali, che vantano più di mezzo secolo di presenze autorevoli, anche di livello nazionale, sono apparse attive. E pensare che su scala nazionale le Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani sono state tra i promotori (insieme a tanti altri soggetti, a partire dai Radicali) della grande Campagna per la proposta di legge di iniziativa popolare ERO STRANIERO-L’UMANITA’ CHE FA BENE, che punta finalmente a superare la <Bossi-Fini>, www.radicali.it/ero-straniero/. La stessa Chiesa locale sembra alquanto tiepida a proposito di migranti, a differenza del grande attivismo concreto di Papa Francesco, che è addirittura arrivato a creare un piccolo reparto vaticano che si occupa specificamente di Migranti e Rifugiati, http://migrants-refugees.va/it/.

Uno degli aspetti determinanti per il cambiamento di Mondragone e dell’intero comprensorio/distretto passa attraverso le politiche di welfare. E passa attraverso un diverso approccio al fenomeno migratorio.

Dal sindaco Pacifico l’AMBC si aspetta ben altro che una scontata, stantia ed illegittima delega al capogruppo di Unione Popolare.”

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - MONDRAGONE - POLITICA MONDRAGONE - AMBC:TOTALE ASSENZA DI POLITICHE DI WELFARE LOCALE