“Sul Corriere della Sera del 14 marzo scorso il fondatore del CENSIS, Giuseppe De Rita, ha esortato a mettere i programmi in soffitta. Programmi che, ha sottolineato Umberto Cinque di MBC, quasi sempre si riducono- come scrive De Rita - ad elenchi di stanche ed inerti parole. De Rita nel suo editoriale si

riferisce forse alle elezioni politiche, ma le sue considerazioni valgono anche per i programmi, obbligatori per legge, che i candidati alla carica di sindaco si accingono a presentare per le elezioni amministrative della prossima primavera.

pagliaro giovanni1“Ha perfettamente ragione De Rita, ha aggiunto Gianni Pagliaro, portavoce di MBC. Siamo spesso di fronte a programmi vaghi e generici ove si promette di tutto e di più, come ad esempio: <di risanare il comune>; <di favorire gli investimenti produttivi>; <di lavorare per ottenere l’equità fiscale>; <di adoperarsi per una nuova e duratura occupazione per la nostra città, in particolar modo per i giovani, e per accordi di programma che possano valorizzare la miniera d’oro rappresentata dalle acque termali> e così via. Il tutto senza indicare- ovviamente- come, in che tempi e con quali risorse. Mi direte: possibile che esistano ancora questi tipi di programma? Purtroppo sì: queste promesse (e tante altre ancora), ovviamente non mantenute, sono tutte nel programma del 2012 di Giovanni Schiappa.

“De Rita al posto del programma propone di dare spazio ad una logica di <Agenda>, scadenzata ed articolata per specifici scopi, ha continuato Umberto Cinque. Per questo, al candidato alla carica di sindaco per il Patto Civico per Mondragone, Virgilio Pacifico, abbiamo già consegnato un primo documento con oltre 60 proposte concrete, raccolte tra i nostri aderenti a MBC, al Tavolo per il Patto Civico e tra i cittadini. Proposte che unitamente alle altre che arriveranno da una <Campagna di Ascolto>, che si metterà in piedi a giorni in tutti i quartieri, con il coinvolgimento delle categorie, delle associazioni e dei cittadini, dovranno diventare <l’AGENDA PACIFICO> per i prossimi 5 anni.

“Un’ <Agenda 2017- 2022> per Mondragone, ha concluso Dario Caprio di MBC, priva di astratte, generiche e vane promesse, ma ricca di scopi concreti e fattibili. Un vero e proprio <Contratto di Comunità> che dovrà legare l’azione di Virgilio Pacifico e del Patto Civico ai cittadini- elettori. Mai più <promesse da marinaio> come nel passato, ma azioni comprensibili e, soprattutto, verificabili. Per la credibilità della politica e, soprattutto, per il bene della nostra città”.

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 227 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy