Ci chiedono pareri e posizione sul pasticciaccio brutto della revoca alla Senesi spa del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. L’AMBC ha contestato la scelta dell’ASMEZ portata avanti da Pacifico & Co

Assessore Maria Pacificohttp://www.81034.it/un-comune/   ed è già intervenuta in diverse occasioni sulla vetustà del modello gestionale e sulla qualità delle prestazioni: http://www.contrastotv.it/mondragone-ambc-un-comune-poco-riciclone/; http://www.contrastotv.it/mondragone-ambc-sulla-gestione-dei-rifiuti-occorre-una-rivoluzione/; http://www.carinola.net/mondragone/politica-mondragone/10334-ambc-sindaco-pacifico-a-che-punto-e-regolamento-per-applicare-tarip.html.  Cos’altro aggiungere?

Che c’è urgente bisogno di Politica per affrontare i necessari cambiamenti, anche nel settore dei rifiuti, e che non può passare in sordina il fuggifuggi dai nostri territori delle imprese di servizi pubblici ambientali. Fuggifuggi che dovrebbe spingere la Prefettura e il Ministro dell’Interno a prendere in mano una situazione allarmante per la legalità e la sicurezza. Passiamo ad altro, per ora.

Sappiamo che i comuni hanno sessanta giorni per approvare la definizione delle ingiunzioni di pagamento notificate dal 2000 al 2017, aventi ad oggetto le entrate proprie.

Sappiamo che in tale eventualità, il vantaggio sarà rappresentato dalla sola eliminazione delle sanzioni, mentre gli interessi saranno dovuti e che il periodo di dilazione del pagamento potrà arrivare al massimo a settembre 2021, in luogo dei cinque anni previsti per i debiti erariali.

Sappiamo che il cosiddetto decreto crescita introduce la possibilità per gli enti territoriali di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale.

Sappiamo che si può procedere, quindi, con la rottamazione delle imposte locali: Imu, Tari, Tares, ma anche multe ed altre entrate locali potranno essere versate senza applicazione di sanzioni.

Sappiamo cioè che per legge le entrate degli enti locali potranno avere la loro rottamazione.

Ma sappiamo anche che la rottamazione va costruita, ossia va modellata in base alle singole situazioni, approvando una delibera di giunta da recepire in consiglio comunale, confezionando, assieme alla delibera, un apposito regolamento (non obbligatorio ma opportuno) e, entro 30 giorni dall’approvazione, dando notizia dell’atto mediante pubblicazione nel proprio sito internet istituzionale.

Sappiamo che la legge lascia ampia possibilità di manovra agli enti locali: l’unica indicazione è l’esclusione delle sanzioni relative alle entrate. Sappiamo, quindi, che vi è massima libertà sul numero di rate e sulla relativa scadenza (purché il pagamento si completi entro il 30 settembre 2021).

E che il contribuente debba provvedere a rinunciare alle controversie pendenti relative ai debiti cui si riferisce l’istanza di definizione.

Sappiamo che per le sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada la rottamazione ha efficacia limitatamente agli interessi, compresi quelli in caso di esecuzione forzata. E così via. Quello che non sappiamo è se il comune di Mondragone vorrà procedere con la rottamazione.

L’AMBC è convinta che prima di varare la rottamazione per le proprie entrate locali i comuni dovranno necessariamente fare i conti con le conseguenze della sanatoria sui vincoli di bilancio e sulla stringente normativa contabile.

La misura ha- tuttavia- lo scopo principale di permettere agli enti di incassare somme la cui riscossione è ormai divenuta problematica. E noi sappiamo che la quasi totalità dei residui attivi appostati nel bilancio del comune di Mondragone sono inesigibili (l’AMBC ritornerà a breve su tale grave questione).

Quindi, potrebbe rappresentare anche una buona occasione per “fare pulizia” e per farla finita finalmente con le cifre farlocche che vengono appostate da anni nel bilancio. Sindaco e assessore al bilancio Pacifico, puoi informarti un po’ presso chi governa di fatto il bilancio comunale e chiedergli se vuole procedere con la rottamazione?

E, a seguire, vuoi informare anche i tuoi concittadini?

Percorso

Accetta Cookies

nocelleto_rio_persico1.jpg

Abbiamo 304 visitatori e nessun utente online

GDPR e EU e-Privacy