Sulla spiaggia di Levagnole, nel Comune di Mondragone oggi pomeriggio non si vedeva l'ombra di un Vu Cumprà. Non era stato il vento di Maestrale che

di nardo ant17soffiava fastidioso ad averli allontanati.

La mattinata era stata piuttosto movimentata per i venditori ambulanti.Messa praticamente in atto dal Comandante della Polizia Municipale di Mondragone, l Magg. Antonio DI NARDO, già comandante della Polizia Municipale di Carinola, la Circolare del Ministero dell'Interno del 10 luglio 2018.

"Non è stata la prima volta, visto che già lo scorso 14 luglio c'è stato da parte dello stesso Comando Polizia Municipale un'operazione similare sempre tesa a combattere l'abusivismo commerciale e quello sanitario sulle nostre spiagge" ci dice il Comandante di Nardo sentito telefonicamente.

Niente a che fare comunque l'operazione di dieci giorni fa con la grandiosità di quella odierna che ha visto coinvolti i Carabinieri della Compagnia di Mondragone, la Polizia di Stato del Commissariato di Castelvolturno, la Guardia di Finanza di Mondragone e la Guardia Costiera.

E così per "rimettere al centro l'ordine e la legalità " agenti della Polizia Municipale di Mondragone,di volta in volta accompagnati ai Carabinieri della Compagnia di Mondragone,  agli agenti della Polstato, in alcuni casi ed in altri casi invece insieme alla Guardia di Finanza o alla Guardia Costiera. hanno fatto irruzione sulle spiagge del litorale domitio, specie a Levagnole ed in particolare nei lidi Brigantino, Jarama, La Playa e Blu Box dove hanno controllato i tanti venditori ambulanti che stavano operando sulla spiaggia.

Oltre agli extracomunitari naturalmente sono stati controllati anche i venditori ambulanti locali e regionali.

Pochi erano in possesso della regolare autorizzazione rilasciata dal Comune e tra questi un extracomunitario che vendeva costumi da spiagia per donna.

A quelli trovati in difetto sono stati elevati verbali amministrativi per €.25.000,00 e più di mille i prodotti sequestrati per un valore di 25.000,00 euro .

Gran parte dei prodotti sequestrati, come potrete vedere dalle foto sono giochi da spiaggia.

L'operazione è stata coordinata dal Commissariato della Polizia di Stato di Castelvolturno. Non dimentichiamo che il Ministro ha detto:«Non comprate il falso, non fatevi massaggiare da coloro che non hanno nessun titolo per farlo, non comprate giocattoli borse o vestiti che possono essere dannosi per la vostra salute e per quella dei vostri figli»

E le multe sono salatissime anche per i compartori!

Percorso

Abbiamo 225 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

pisacane2.jpg