Ero preoccupato dall'ultima esperienza al S.Paolo con un Napoli che gioca con la Roma subito dopo Lazio Juve e che ne prende tre dopo averne

dopo partita1segnato uno con Insigne.

Ma questo è un altro Napoli forte dentro e "mai domo" e con un allenatore che sa cambiare la squadra in corsa passando da un 4-3-3 a un 4-3-2-1 o se preferite un 4-2-4 e, quasi senza portiere e con un Insigne che non passa una palla a Milik, rimonta e vince nonostante la contestazione.

Ero nei distinti inferiori e grazie alla precisione anglo-sassone di Carmine Di Guida che era in compagnia dell'omonimo cugino che vive a Pordenone e dell'altro cugino Gennaro che di calcio credo ne capisce più di tutti, arriviamo oltre un'ora prima che aprissero i cancelli.

distinti panoramic

L'ordine con il quale sono state eseguite poi le operazioni d'ingresso quando alle 18:00 i cancelli ed i tornelli si sono aperti ed il controllo, predisposto dal curvaaquestore De Jesu, è stato pressoché perfetto fino al punto che uno spettatore che stava in fila con me convinto di poter entrare senza documento solo perchè aveva il documento del figlio bambino, che era con lui , i cui dati anagrafici erano anche tatuati unitamente al nome, sul suo braccio sinistro.

Glie lo avevo detto mentre eravamo in attesa:"Se è vero che i documenti li ha lasciati in macchina,lei ha tutto il tempo di andarli a prendere perché senza documenti non la fanno entrare!" Ma lui che da quell'orecchio non intendeva ascoltare, ha detto :"Non mi va con questo caldo prima delladi arrivare fino alla macchina!

Come fanno a non farmi entrare quando ho qui tatuati gli estremi di mio figlio. . ."

Ed invece sono stati irremovibili naturalmente e lo hanno fatto uscire e ci è forse dovuto tornare a prenderli!

Ma veniamo al dentro lo stadio dove nonostante il caldo l'aria era gelida per la latente contestazione.

La curva A presentava tanti vuoti e completamente vuota mi è sembrata anche la tribuna delle Autorità, quella di fronte appunto ai Distinti Inferiori.

distintiPensavo che De Magistris fosse nella curva B, come aveva detto e sparato ai quattro venti, la mia convinzione è provate dalla continua, ma inutile, inquadratura nel vide  di quel settore ma stamane ho letto che era in un luogo di vacanze dove ha visto la partita!

Ha fatto anche finta di aver gioito al massimo e da interista qual è ha detto forza Napoli sempre! Mah. . .forse il problema di questo stadio è che abbiamo un sindaco ed un presidente nessuno dei dei due tifoso del Napoli!

Il gelo si toccava quasi con mano nonostante il caldo e nonostante durante la curvaA1fila di attesa all'ingresso 16 ci sia stato qualcuno che aveva anche dispensato, o forse solo cercato di dispensare, palloncini azzurri da agitare al momento opportuno molti hanno cortesemente detto no ma anche se altri li hanno accettati non è volato, nè si è visto, alcun palloncino e non è volata neppure una mosca prima della partita.

Volavano invece le note dei fischietti e gli insulti a ripetizione "lota" in direzione del Pipita che si "teneva a debita distanza da curve e distinti" ed alla fine aveva l'aspetto di un "mogio-mogio" per il quale potrebbe anche, a mio avviso, essere considerato un possibile "perdono"!

La curva A si è limitata ad esporre un Evviva la Curba B e viceversa ha fatto la curva B esponendo "Evviva la curva A" ma dopo che i Milanisti ubriacati dall'uno a zero ed impazziti dal 2-0 hanno fatto sentire forti i loro cori, non ce l'abbiamo fatta più e le curve hanno fatto sentire come Pier Capponi le nostre "campane" che sembravano quelle di San Pietro ed allora il Napoli ha fatto tutta un'altra partita e sapete com'è finita!

Carmine ed i suoi cugini erano ai Distinti Superiori e ci siamo incontrati dopo la partita al parcheggio coperto dove aveva lasciato l'Audi del papà Mario tirata a lucido per l'occasione ma con il sedile posteriore ancora bagnato dove mi ero seduto senza accorgermene.

Ora Carmine Di Guida può partire tranquillo per il Campus dei giovani forzisti a Giovinazzo(BA) del 7 settembre.

Ho avuto il tempo di telefonare all'incomparabile Antonio e gli ho detto: ma allora non ero io quello che portava sfiga al Napoli, scherzavo è chiaro, il Napoli ha vinto di bello ed è stata una delle più emozionanti partite viste a Napoli:grazie Carlo! Sei davvero grandissimo !

Grazie al Presidente Aurelio che ha avuto questa formidabile idea: meglio cambiare allenaatore che cambiare squadra!

Come ha detto Ancelotti alla intervista di Diletta Liotta :"Una partita bellissima, specie per me che non ho neppure pagato il biglietto!" Neanche io, me lo ha regalato  mia nipotina!

Godetevi il video !


Percorso

Abbiamo 201 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

pisacane.jpg