Quella di stamane doveva essere un'assemblea affollatissima sia perché l'importanza dell'argomento da trattare , i trasferimento del

parterre asscivile escluse le Cancellerie rimaste a Caserta, in località Grattapulci (non so quale intelligenza avrà inventato un nome così azzeccato al posto n.d.a.)era di vitale importanza per l'avvocatura sammaritana sia perché non si trattava di un qualcosa che rimarrà appannaggio di questa o di quella parte de Foro Sammaritano in lotta perenne , ma si tratta del futuro della classe forense del nostro territorio e quindi dei giovani avvocati buco vignola dianae non solo dei loro padri pure avvocati, si tratta di tanto di più, di ferite incancrenite provocate evidentemente da chi probabilmente non si è reso conto oppure pensa di poter vivere alla giornata.

L'intervento di un giovanissimo,il collega Luca Di Majo, è stato più che esplicito quando dopo i tanti interventi brevi o meno brevi ha detto:"Il problema non è grattapulci, il problema che o Grattapulci, lo ha detto anche Adolfo assembl1Russo poco fa,o via Graefer, o lo studio Di Maio, il problema è che se non si allenta la tensione noi non andiamo da nessuna parte, come ha detto l'avv. Rosa Marroncelli " e dopo aver ferocemete criticato "il protocollo" ha concluso quasi gridando

"Ma i giovani dove sono?" la sua proposta?

Ha ricordato che a Bologna dove lui ha vissuto e non solo, le udienze si tengono anche di pomeriggio, perché non farlo pure da noi?

Ma, come si vedrà, non credo sia stata presa in considerazione questa come altre proposte: quella fatta dal Tesoriere Avv. Pierluigi Basile di spostare il civile nella palazzina di via Sant'Agata nelle aule occupate dalle udienze della sez.Lavoro nei giorni in cui l'udienza non si tiene, quella da più parti di chiedere di tornare a Caserta in modo da ricongiungerci alle cancellerie civili che sono là e restarci fino a quando la Caserma Fiore non è completata, quella di Elio Sticco che, come un poco tutti, ha stigmatizzato il non coinvolgimento della Classe Forense da parte della Presidenza del Tribunale ma Sticco, a differenza degli altri, pretendeva che si indirizzasse il documento finale anche contro la presidenza, non se ne parla è chiaro e lui fa quasi come se ne volesse andare tacciando di debolezza il CoA (ma non c'è anche la sua parte?) ed invece è stato recepito quanto sembrava scontato non farlo da parte di quasi tutti, l'astensione dalle udienze, fino a quando lo ha proposto il vice presidente avv. Franco Buco che però lo ha limitato ad un giorno solo con assemblea "oceanica" davanti al Tribunale di Piazza Resistenza, mi chiedo e se lo chiederanno in tanti, come ce li porti?

E come faranno se non verranno sanzionati i colleghi che andranno , per questa o quella ragione, all'udienza.

Nonostante tutti abbiano stigmatizzato la presenza dei "quattro gatti in assemblea" vi assicuro che non erano quattro gatti, lo sembravano erchè molti venivano, dicevano la loro o ascoltavano per un po, firmavano  e andavano via e lo avrete già visto nelle riprese in streaming fatte da me sul mio profilo personale facebook e nei video che andrò a uploadare su youtube e mettere tutti qui sotto.

Io quindi sono rimasto fino in fondo e stavolta, per la prima volta, non ho parlato, ma solo per scaramanzia.

Tanti anni fa si doveva decidere se mettere il civile a via Sant'Agata e tenere la Sezione Lavoro a S.Maria o a via Graefer. Io ero per via Graefer e sapete come è finita!

Per ora solo quello della intervista finale del Presidente avv. Carlo Grillo che dirà quello che più vi interessa. Gli altri domattina perché sono quasi le due e vado a letto. Buona notte e grazie per l'attenzione.

Tutto quello che non ho detto lo troverete là dall'intervento del Sindaco avv. Antonio Mirra ed il Presidente della Camera Penale avv. Romolo Vignola, in poi.

Percorso

Abbiamo 381 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy