Prima di tutto debbo farmi perdonare per aver scritto "il traguardo dell'apparizione sul TG nazionale, RAI TG2" nell'articolo resoconto sul Premio

barbano goracciMatilde Serao" come se RAI TG2 fosse stata a Carinola per l'evento, pensavo che l'intervista al Direttore Alessandro Barbano riguardasse il Premio Serao e che vi fosse di conseguenza la ripresa televisiva della consegna del Premio alla vincitrice GORACCI, peraltro giornalista RAI ed invece. . . non è stato così, mi sbagliavo.

Vero è che il giorno precedente già andarono in frantumi due sedie di plastica all'Auditorium, con conseguente caduta di chi vi era seduto, durante la rappresentazione teatrale "TVATT" e che all'inizio della cerimonia della consegna del Premio un'altra sedia andò in frantumi, sempre con sonseguente caduta dell'occupante ma che stesse maturando in quei minuti, poi ufficializzata qualche ora dopo, una ben più grave caduta di una ben più importante sedia, quella della Direzione del quotidiano Il Mattino, Alessandro Barbano, non me lo sare mai immaginato.

Ho letto qualcosa nei giorni successivi sulla vicenda ed ho anche assistito alla intervista sulla Sette, il canale televisivo di Urbano Cairo, ma non avevo ancora visto il TG2 della sera del 31 maggio, quello della diretta.

Sono stati tre i collegamenti con Palazzo Petrucci di Carinola ma la parola "Carinola" non è stata neppure pronunciata nei tre collegamenti della diretta e tanto meno la parola "Serao".

Non solo, ma come potrete constatare dal video del TG2 il conduttore del TG2 dice di collegarsi con il direttore Barbano da "Napoli".

Del Premio Giornalistico Matilde SERAO, nel servizio del TG2, si notano purtroppo solo le cornici  delle foto sulla parete retrostante il parterre.

Non ci soffermiamo sulle ragioni che avrebbero provocato la "rottura" che secondo alcuni sarebbe stata la non condivisione da parte del Direttore Barbano del trasferimento della sede da via Chiatamone al Centro Direzionale e secondo altri sarebbero state le parole con le quali avrebbe espresso il suo giudizio sul neonato governo Giallo-Verde e soprattutto sulla parte "Gialla", neonato che proprio in quei momenti dava i suoi vagiti!

Se la ragione fosse quest'ultima è davvero singolare che il TG2 ha percorso 360 Km. , questa è la distanza tra Roma e Carinola, per sentire il solo parere del Direttore Barbano!

Quel che è certo che nessun direttore del Mattino in passato si è mai dedicato così tanto a Matilde SERAO come Alessandro Barbano grazie al quale, non lo dimentichiamo, è nato anche il Premio Letterario Matilde Serao celebrato appena Lunedì scorso, e in pompa magna, al Teatro San Carlo di Napoli.

barbano goracciOggi intanto è il Corriere del Mezzogiorno Campania, l'edizione locale del Corriere della Sera, che con un articolo titolato :"Matilde Serao, una mattatrice tra le signore del Secolo Galante" di Michelangelo Iossa, con foto della Serao con Eleonora Duse pubblicizza l'ultimo lavoro letterario di Paola Villani, professore ordinario di Letteratura Italiana Contemporanea dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, "Ritratti di Signore" ed. Franco Angeli.

L'autore dell'articolo conclude la sua recensione dicendo "Se questo libro fosse un film, la Serao sarebbe un'agile Meryl Streep, in equilibrio costante tra giornalismo, letteratura e cronaca di moda." Ci dispiace davvero per Alessando Barbano, direttore de Il Mattino dal 10.12.2012, ma facciamo anche i migliori auguri al nuovo direttore responsabile Federigo Monga .

Percorso