La sera del 31 Maggio scorso, nell’atrio della Scuola Primaria di Casanova, è approdato Ulisse con i suoi compagni e le sue avventure per il rituale

odissea0spettacolo che le maestre della classe uscente approntano a fine ciclo per salutare i bambini.

Il poema omerico ha incontrato i bambini della classe quinta e della classe quarta e ne è uscito piacevolmente leggero e…frizzante grazie alla opportuna mediazione operata per loro dalle maestre: hanno infatti cucito le avventure epiche di Ulisse e compagni a misura di bambino dando allo spettacolo un taglio leggero e giocoso con opportuni intermezzi musicali e coreografici.

odissea6L’entusiasmo dei bambini è cresciuto man mano che lo spettacolo prendeva forma nei mesi precedenti in cui hanno provato e studiato i vari personaggi. E che per loro sia stata un’esperienza coinvolgente si è visto al momento dello spettacolo: per i bambini è stato infatti emozionante e gratificante vestire i panni di divinità o eroi famosi di cui avevano magari già sentito parlare o che già conoscevano attraverso racconti, letture o altre versioni.

Il fascino del mondo mitologico ha colpito anche loro che vi sono entrati come dentro una fiaba, con curiosità e leggerezza; si sono mossi con disinvoltura in odissea2un mondo apparentemente lontano che esprime tuttavia sentimenti che appartengono da sempre all’uomo: amore, odio, gelosia, fedeltà e devozione, coraggio e paura, tentazione e tenacia…

Il copione è stato adattato alla leggerezza, che si è voluta come cifra dello spettacolo, per cui non sono mancate battute in napoletano e contaminazioni moderne; della parte recitativa si è occupata con grande dedizione la maestra Antonietta Cardone.

odissea4Ha contribuito molto alla riuscita dello spettacolo anche la parte scenografica, tutta rigorosamente artigianale: dal grande cartellone dello sfondo alla sorprendente nave di Ulisse, completa di remi e occhio dipinto a prua, fino alle esotiche palme dell’isola di Calipso…opera della maestra Adriana Siotto.

Sono state loro due in particolare ad aver accompagnato (la maestra Adriana dal primo anno e la maestra Antonietta dal secondo) questi bambini nel ‘viaggio’ della loro prima e fondamentale odissea7esperienza scolastica e la loro Itaca è averli portati fin qui, pronti per una nuova avventura, proprio come nello spirito di Ulisse, quella della Scuola Media.

Alla buona riuscita dello spettacolo ha contribuito non poco la dott.ssa Imma Mandara che si è occupata dei bei costumi con la grande professionalità che la contraddistingue e che ha maturato in tante esperienze teatrali.

Non si può non ricordare infine il contributo delle maestre della classe quarta i cui bambini hanno accompagnato, come coro, tutta l’azione teatrale; accanto alle maestre ricordiamo il lavoro dei collaboratori scolastici nonché della maestra Angela Matano che ha incoraggiato fino all’ultimo minuto i piccoli attori in ansia.

Infine c’è il pubblico: esso è parte dello spettacolo ed era composto soprattutto da genitori dei piccoli protagonisti i quali hanno seguito con interesse, e non solo per dovere, e hanno espresso infine sincero entusiasmo verso i piccoli attori e gratitudine verso le maestre.

Questa scuola, questo plesso, continua a viaggiare, pur tra difficoltà e problemi, vitale più che mai.

Che il viaggio continui…

Percorso