"Erano le tre meno un quarto quando sono arrivati!"comincia così il racconto di Ermanno DE CRISTOFARO, il titolare della tabaccheria visitata dai ladri stanotte a Casale che era in procinto di recarsi alla Caserma dei Carabinieri di Carinola per

de cristofaro ermannosporgere la regolare denuncia per il furto subito. "Non so per quale ragione sono entrati nel tabacchino un'ora dopo. Forse hanno tardato di un'ora  le operazioni di squarcio della saracinesca perchè pare che uno dei bar  di Casale fosse ancora aperto a quell'ora, il rumore avrebbe potuto allarmare gli avventori.

Ci sarà stato uno di loro che faceva da palo  e al momento opportuno li avrà avvertiti. 

Erano in quattro, almeno secondo quanto si vede dalle telecamere, che dicono che appunto sono entrati alle quattro meno un quarto, quindi un'ora dopo l'arrivo .

Chiaro che hanno utilizzato una sorta di forbice idraulica per squarciare la saracinesca che ho già fatto sostituire.

La telecamera esterna è stata dai ladri deviata verso l'alto, quelle interne invece non sono state toccate e mostrano chiaramente le operazioni fatte appunto all'interno.

Hanno portato via tra le sessanta e le settanta stecche di sigarette, le confezioni di tabacco e tutti i gratta e vinci che c'erano nella tabaccheria.

Hanno cercato anche di portare via le slot machines ma non ci sono riusciti poichè sono tutte incatenate l'una all'altra!

Chiaramente sono stato avvvertito dall'antifurto quando sono entrati ma i ladri hanno completato il misfatto nel giro di quattro o cinque minuti. Hanno arraffato tutto quello che potevano arraffare e sono scappati!"

Gli chiediamo:"Allora le telecamere interne non le hanno toccate? "

Ermanno risponde:"No e si vedono perfettamente i malviventi ma non è possibile riconoscerli in quanto avevano il viso coperto.

Erano comunque in quattro di cui uno faceva da palo-ribadisce-non so   se poi c'era qualcun altro nei pressi del bar !"

"Ma è vero che c'era una scala, come ci ha riferito tuo padre con il quale abbiamo parlato poco prima?" Abbiamo chiesto.

E lui:"Sì l'hanno utilizzata per mettere la schiuma davanti alla sirena dell'allarme!"

Il padre di Ermanno, Rolando, ha aggiunto che quando stamane Mario RAZZINO vista la saracinesca squarciata li ha informati,  anche se in toni ridotti la sirena dell'allarme suonava ancora.

I Carabinieri  del Nucleo Radiomobile di Mondragone e quelli di Carinola, in successione, sono immediatamente intervenuti! Ha detto Rolando.

Percorso

Abbiamo 432 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

pisacane2.jpg