Abbiamo voluto constatare di persona lo stato dei luoghi e stamane alle 10 e pochi minuti eravamo sul posto. Effettivamente pioveva sulla pietra di marmo situata al centro della camera mortuaria e l'acqua cadeva dal soffitto a gocce di continuo. C'era anche il cornicione esterno che presentava rotture. Abbiamo poi visitato la stanza del

cam mortuar1custode dove c'è la scrivania dove stanotte è stata sistemata la piccola bara.

L'Articolo 51 del D.P.R.10 settembre 1990 n.285 -Regolamento di Polizia Mortuaria recita:

"1. La manutenzione, l'ordine e la vigilanza dei cimiteri spettano al sindaco e se il cimitero è consorziale al sindaco del comune dove si trova il cimitero.

2. Il coordinatore sanitario della unità sanitaria locale controlla il funzionamento dei cimiteri e propone al sindaco i provvedimenti necessari per assicurare il regolare servizio."

Questo è quanto.

Ci riferisce un amministratore che sarebbe da tempo anche pronta la proposta di deliberazione preparata dal legale incaricato dall'Amministrazione per la rescissione contrattuale con la SACOM peraltro dichiarata fallita con sentenza del Tribunale di S.Maria C.V. dell'Aprile 2017 .

Sembra che la Presidente del Consiglio dott.ssa Antonella MIGLIOZZI  si sia particolarmente adirata e interessata per lo stato del cimitero di Nocelleto ma che altri della maggioranza non si siano trovati sulla stessa lunghezza d'onda.

Lo stesso Mario TUOZZI ieri sera presente quando c'è stato l'episodio è rimasto imbarazzato per  quanto accaduto.

Quale potrebbe essere la ragione per la quale il responsabile del settore che nella fattispecie, sempre secondo quanto ci riferiscono, sarebbe l'ing. Antonio MENDITTO, non porta la proposta in giunta?

Sarebbe interessante conoscere le motivazioni. Verrebbe confermato il rapporto di lavoro all'attuale custode o si procederebbe ad una nuova assunzione? Ci è stato detto che anche al Cimitero di S.Lorenzo - Casanova, dove tumula i suoi defunti anche il Comune di Falciano del Massico, la camera mortuaria non sarebbe stata in una situazione migliore e ma stamane abbiamo preferito constatare di persona.

L'abbiamo visitata e non ci è sembrata per nulla esposta alle intemperie e comunque non ci è sembrato che ci piovesse dentro come a Nocelleto, dove eravamo stati in precedenza.

Comunque anche qui a Casanova la responsabilità della vigilanza a termini dell'art.51 cade sul Sindaco di Carinola.

Comunque abbiamo verificato che ieri sono intervenuti Carabinieri e Vigili Urbani ma una denuncia vera e propria non sembra esserci stata per quanto accaduto a Nocelleto dove alla fine la piccola bara è stata sistemata sulla scrivania della camera del custode, che vedete nella foto. 

Percorso