A questo punto Carinola rischia davvero di finire nel Guinnes dei primati negativi, se ci fosse, non crediamo che un episodio simile si sia mai verificato da qualche altra parte nel mondo. Erano esattamente le 15.00 quando abbiamo avuto la telefonata che ci informava che ignoti avevano lasciato davanti

agnelli pecore1all'ingresso della casa comunale di Carinola i corpi senza vita di due pecore e due agnelli.

Un gesto inconsulto senza precedenti che assume particolare rilievo per il fatto che mancano dieci giorni a Natale.

Increduli ci siamo portati sul posto dove i Vigili Urbani stavano contattando l'ASL di Mondragone per la rimozione e per il di più a praticarsi.

Intanto le congetture sulla motivazione di un gesto tanto eclatante quanto disdicevole sembravano riferirsi alle scorribande dei cani randagi che circolano indisturbati per il comune e ai danni che gli stessi avrebbero procurato a qualche gregge in particolare.

Di lì a pochi minuti  sul posto abbiamo incontrato l'avv. Nicoletta ANFORA , nota animalista e componente dell'Associazione "For Slinky" che si occupa proprio dei cani randagi del nostro comune.

Cogliamo l'occasione per chiedere proprio a lei cosa ne pensa della vicenda e se effettivamente potrebbe esserciuna motivazione del genere:"Il gesto è davvero grave. Posso comunque tranquillamente affermare che il fenomeno del randagismo nel Comune di Carinola è ridotto ai minimi termini!"

pecore municipioIntanto giunge il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Carinola, Maresciallo Luigi DE SIMONE.

I Vigili Urbani Lgt. Giuseppe LONGOBARDO e Lgt. Pietro CICCARELLI continuano i contatti con l'ASL e sembra che grazie ai nueri riportati dalle targhette sulle orecchie delle povere bestie si sia già risaliti al proprietario delle stesse.

Resta l'interrogativo su come e/o perchè le pecore e gli agnelli si sono ritrovati davanti all'ingresso del Municipio di Carinola.

Inutile aggiungere che nessuno sembra aver visto  le pecore e gli agnelli arrivare sul posto ed è verosimilmente poco credibile pensare che ci  siano arrivate con le proprie zampe.

Ne sapremo di più.

AGGIORNAMENTO:Eccoci di nuovo qui, ne abbiamo saputo di più: intervenuta l'A.S.L. con la redazione del verbale da parte del Veterinario ASL di Sessa Aurunca dr. Francesco MAZZOTTA ed è altresì intervenuta la L.E.M. (Linea Ecologica Mangia) di Caivano, Azienda convenzionata con l'A.S.L. che si occuperà della termodistruzione delle povere bestie.

Abbiamo anche appreso che già ieri essendo le bestie in oggetto moribonde, il pastore ritenendo responsabili i cani randagi, si sarebbe rivolto alla casa comunale per comunicare locandina contesti previewl'accaduto e per ottenere forse un contributo per la termodistruzione nella eventualità di decesso delle povere bestie, contributo che potrebbe essergli stato negato .

Se questo risponde al vero è probabile che la ragione del gesto, che indubbiamente sottende una forte protesta, protrebbe verosimilmente essere questa.

Per quanto ne sappiamo il pastore dovrebbe essere sentito a verbale nei prossimi giorni dai Vigili Urbani di Carinola.

Percorso

Abbiamo 456 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

pisacane.jpg