Quale legame unisce i termini “tradizione” e “tradimento”? “Tradurre” un archetipo è davvero un “tradimento”? O il segno di un nuovo ordine capace di dare maggiore vivacità al modello stesso? Il liceo classico “arte della parola”, ormai una delle realtà più

vairo adeleoriginali e di successo dell’offerta formativa del liceo Manzoni di Caserta, inaugura il 12 dicembre alle 11 una tre giorni di incontri con eminenti figure del mondo della cultura, della musica, del cinema e del teatro, testimoni della ricchezza artistica e del patrimonio che la nostra terra “consegna” – per rimanere nel tema – quotidianamente al panorama nazionale e, nello stesso tempo, tre testimonianze della inestinguibile forza culturale e della licealità classica declinata nelle diverse forme dell’arte ma viva nella sua sensibilità.

Nata da un’idea di Massimo Santoro e fortemente sostenuta e promossa dalla preside del liceo Adele Vairo, la rassegna di incontri vedrà come protagonisti tre eccellenze artistiche del nostro territorio: il maestro Corrado Sfogli, leader indiscusso della “Nuova Compagnia di Canto Popolare” ed esperto etnologo; il regista Edoardo De Angelis, una delle voci nuove più apprezzate del cinema italiano; Angelo Callipo, uomo di teatro, oltre che di scuola, attore, autore e regista. Ciascuna delle giornate sarà condotta da personalità ben note dalla città di Caserta, o perché firme giornalistiche di ampio consenso, quali Antonio Luisé e Luigi Ferraiuolo, o, nel caso di Remigio Truocchio, direttore artistico e docente di cinematografia di alto riconoscimento. Tutti i protagonisti si disimpegneranno ciascuno nella propria giornata sul tema della rassegna e si sottoporranno ad una vivace e sincera conversazione con il pubblico degli studenti e degli insegnanti del liceo classico del Manzoni e di altri operatori culturali della città.

Primo appuntamento, condotto da Antonio Luisé, il 12 dicembre con Corrado Sfogli. Il chitarrista e direttore della Nuova Compagnia di Canto Popolare illustrerà agli studenti del Manzoni un itinerario musicale di villanelle e ballate sempre allo scopo di dimostrare come la tradizione musicale si sia alimentata nel corso del tempo della novità di nuovi contesti. Ed una parte significativa dell’intervento del maestro sarà dedicata ad una lezione in termini musicali e letterari della “cantata dei pastori”, opera della tradizione del teatro napoletano e perfetto speculum di tradizione e tradimento.

In attesa dell’open day, la giornata dedicata alle famiglie ed agli studenti delle scuole medie che vogliono conoscere le esperienze degli studenti del Manzoni e vedere da vicino gli spazi e l’offerta didattica dell’istituto, l’appuntamento resta per il 12 dicembre alle ore 11 con Corrado Sfogli.

Percorso

CHI E' ONLINE

Abbiamo 127 visitatori e nessun utente online

 

 

Statistiche Sito

Utenti
68
Articoli
6859
Visite agli articoli
10652913

GDPR e EU e-Privacy