ImageImageNon riuscivo più a riprendere sonno l'altra sera dopo essermi svegliato alle 23,00 ora locale qui a Lamsai in Thailandia. Ero , come al solito, nella camerata con i cinquanta ragazzi affidati alla mia custodia, che come me erano andati a letto alle 21,00, come tutte le sere. Non avevo più sonno e mi chiedevo cosa mi aveva svegliato, visto che le altre sere ho dormito tutto d'un fiato fino al mattino successivo. Mi assale un sospetto che debbo fugare immediatamente e comincio a contare i ragazzi, letto per letto, controllandoli tutti. Alla fine si materializza quello che fino a qualche minuto prima era solo un sospetto:manca un ragazzo. A quell'ora di notte c'era ben poco da fare ed era inutile svegliare tutti e soprattutto i bambini! Mi rimetto a letto ed attendo il mattino in dormi veglia! Dopo aver avvertito il responsabile vado come al solito nel parco. Qui l'ordine la fa da padrone. Il rispetto e la cura del verde e la pulizia dei viali rende questo posto, mi dico, un vero paradiso terrestre. Anch il torrente che attraversa questo luogo sembra bello ed ordinato e si lascia tranquillamente coccolare da questa cura con tanti uccelli  che emettono versi assordanti, quasi a dire che ci sono anche loro, sono versi felici e grati. Stavo ancora pensando, nonostante tutto, al ragazzo che mancava e non riuscivo a darmi una spiegazione, intanto ero giunto alla fine del viale dove c'è una grossa pietra con una frase di Don 

ImageImagePierino incisa e la leggo:" Gli animali sono grandi amici dell'uomo e se si sanno osservare sono maestri di vita e di regole". Non poteva, a questo punto, che tornarmi in mente il ragazzo sparito la notte appena trascorsa. Decido quindi di tornare al centro per sapere del ragazzo scomparso, ripercorro il viale che fiancheggia il torrente al centro del quale c'è un saalat, una sorta di gazebo di legno ben fatto, dentro il quale si inginocchia e prega il "Don" e trascorre lunghi momenti di riflessione. Appena arrivo entro nell'uffficio di direzione mi tolgo le scarpe e resto a piedi nudi, come si fa qui, saluto come si fa qui congiungendo le mani in segno di preghiera e chino leggermente la testa verso il ragazzo che, grazie a Dio, ha fatto ritorno e dico come si fa qui "savà dicrap" ( perchè è un ragazzo se fosse una ragazza si dice savà dicrà) e chiedo finalmente che è successo. Il ragazzo che ha fatto la bravata ha quattordici anni e qualche giorno prima aveva partecipato e vinto una gara scolastica con un premio di settemilacinquecento bath, una grossa cifra da queste parti, anche se corrisponde col cambio a settantacinque euro, li ha messi da parte e nascosti accuratamente. Poi di notte quando tutti dormivano ha deciso di trascorrere una notte al canale 11, qui le strade che non sono principali vengono denominate tutte canali e per distinguersi hanno un numero, questa è famosa perchè la notte vi si celebra il mercato e vi sono movimenti che destano la curiosità dei ragazzi.Sembrava pentito  il quattordicenne Surà-sak, ma quando ha saputo che la punizione consisteva nella privazione della televisione per il fine settimana e che per una settimana avrebbe mangiato solo riso in bianco, ha preferito abbandonare la comunità e tornarsene in famiglia.Qui purtroppo il server è andato in tilt  e non potrò mandare foto, anzi no miracolosamente ricomincia a unzionare ed eccco ancora nuove foto.Il prossimo 23 Febbraio sarò a Bangkok e spero di poter mandare un altro pezzo. Per chi intanto volesse adottare "a distanza" uno dei bimbi che stanno qui e non hanno famiglia basta mettersi in contatto con padre Bernard e comunque verificare indirizzi e contatti su il sito www.comunitaincontro.org

Percorso

Accetta Cookies