Parla Rita ULLUCCI
Parla Rita ULLUCCI
Sirano,Zibella,AIELLO, de Negri
Sirano,Zibella,AIELLO, de Negri
Dino ZANNI e le trombe
Dino ZANNI e le trombe
Palermitipro-loco giovani
Palermitipro-loco giovani
Un presepe esposto
Un presepe esposto
Con l'incontro di stasera nella chiesa della Annunziata con le tre autorevoli voci del Direttore del Museo Teanum Sidicinum Archeologo Francesco SIRANO del Presidente degli Industriali Tessili della Provincia di Caserta Dott. Gustavo de NEGRI e del Vescovo di Teano S.E.Mons.Arturo AIELLO, si è conclusa la seconda tappa del percorso FARE ARTE che si concluderà con l'inaugurazione del Teatro Romano a TEANO.Le conversazioni sono state introdotte, intervallate e concluse con Pieces for trumpets and timpani dirette dal maestro Dino ZANNI ai timpani ed i Maestri Nicola TARTAGLIA, Vincenzo RICCIO e Ferdinando MARTINO alle trombe che hanno eseguito Marche de Nations de flore, Menuet ensuitte, Hereux l'empire di J.B.Lully e Grande Pieces, La Fugue e Menuet di DE LA LANDE. Ha aperto la conversazione il Dott. DE NEGRI, introdotto dalla prof. di S.Maria C.V. Marina ZIBELLA.Chi ovviamente ha fatto una eccezionale disamina sia dal punto di vista storico, che da quello scientifico e perfino filologico è stato il Dott.SIRANO che nella sua lunga ed interessantissima relazione è partito dal baco anzi dai bachi, visto che i vermi, come afferma il dott.Sirano, che formano il bozzolo erano e sono diversi ma uno è quello da cui viene la seta ed è originario della Cina dalla quale pare venne portato nascosto in un bastone.Le vie della seta nell'antichità erano due , una partiva dal nord della Cina e l'altra dal sud della Cina poi si congiungevano a Samarcanda per raggiungere tutte le capitali d'Europa dove Eliogabalo, imperatore ragazzino (218 d.c.) fece addirittura una sorta di tariffario per coloro che lavoravano la seta e per la seta stessa che costava centocinquantamila denari alla libra, se si pensa che un bicchiere di Falerno, che all'epoca era il vino più prezioso dell'antichità, costava cinque denari, è facile comprendere quanto valesse la seta.Aggiunge infine che la parola seta viene da ser parola che veniva utilizzata anche per indicare l'oro. Storie antiche, come quella dei caproni e delle pecore da lana che erano talmente ben trattati in Grecia che qualcuno scrisse meglio nascere caproni che uomini. L'attenzione è stata alta dall'inizio alla fine, quando l'intervento di Mons.Vescovo AIELLO ha voluto sottolineare come dalla morte del baco venisse fuori la Seta che è vita ed ancora come la seta, come ogni tessuto, è costituita dalla orditura e dalla trama   ed il Natale dove Dio si è fatto uomo perchè la orditura del Signore venisse attraversata dalla trama del Cristo-uomo!   Molto soddisfatta Rita

ULLUCCI che ha organizzato gli eventi ed ha passato la parola alla giovane PALERMITI, presidente della pro-loco giovani di Teano che ha sottolineato che i visitatori della mostra dei Presepi ha avuto ben SETTEMILA visitatori e quasi tutti i Comuni hanno fatto visita con le loro scuole alla mostre, non mi sembra che sia stato menzionato quello di CARINOLA, peccato!Sarà per il prossimo anno quando anche la Confindustria Caserta sarà sponsor della manifestazione, ed il suo rappresentante dott.Gustavo de NEGRI , di una famiglia che lavora la seta a San Leucio da sei generazione ha voluto sottolineare che  con la sua seta è stato realizzato l'abito del PAPA Paolo VI nella cerimonia di apertura della porta dell'anno Santo e che un chilometro di  filo della sua seta pesa solo quattro grammi. Pensate un pò!                                                                                                   

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 277 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • Virgo_lactans.jpg
  • rousseau.jpg
  • paola_luca_pubblico1.jpg
  • paola_luca_pubblico.jpg
  • paola_luca_donamato1.jpg
  • paola_luca_donamato.jpg
  • paola_luca_bacio.jpg
  • paola_luca3.jpg
  • paola_luca2.jpg
  • paola_luca1.jpg
  • paola_luca.jpg
  • insidia_trabocchetto.jpg
  • ale_diego2.jpg
  • ale_diego1.jpeg
  • ale_diego.jpg
  • ale_diego.jpeg

GDPR e EU e-Privacy

brodella_amato_don3.jpg