Gentili Colleghi, Cari Amici, Vi invio in allegato il deliberato dell’Organismo Congressuale  Forense che ha indetto una giornata di astensione dalle udienze e dalle altre attività giudiziarie per il 25/10/2019 per i

motivi che potrete leggere direttamente nel documento. Pur condividendo con Voi le molte perplessità sull‘attualità e l’efficacia di tale forma di protesta, tuttavia resta uno dei pochi strumenti per far sentire la voce dell’Avvocatura soprattutto se accompagnato da una efficace ed incisiva comunicazione sulle ragioni della protesta, come ho cercato di evidenziare anche nella successiva nota, che allego, che ho inviato  al Presidente, Avv. Adolfo Russo, lamentando il silenzio dell’Ordine.Eccola:
"Con rammarico sono costretto a dover segnalare che non è stata portata all’attenzione del Consiglio, nella seduta del 17/10 u.s., per una doverosa presa d’atto né è stata pubblicata sul sito web istituzionale del C.O.A. assicurandone la massima diffusione anche a mezzo mail da inviare agli iscritti,  la delibera dell’Organismo Congressuale Forense - come è stato tempestivamente effettuato da numerosi ordini a partire da quelli più vicini a noi di Napoli, Napoli Nord, Cassino- con la quale è stata indetta una giornata di astensione a carattere nazionale da tutte le udienze e le altre attività giudiziarie per il giorno 25/10/2019, nonostante l’O.C.F., anche attraverso il suo componente Avv. Zaza d’Aulisio, L’avesse  informata, con nota a mezzo mail dell’11/10/2019, inviando l'attestazione della competente Commissione di Garanzia.


Tale omissione, che denota una gestione quantomeno superficiale delle problematiche che interessano l’Avvocatura, ha comportato non solo grande confusione e disorientamento da parte dei Colleghi venuti a conoscenza dell’astensione ma stupiti dal silenzio del nostro Ordine e impedito di organizzare, al fine di evitare che lo stesso sciopero  possa risolversi soltanto in un incomprensibile disagio per la Classe e per i cittadini che vedono dilatati i tempi di definizione dei propri giudizi -che si aggiungono ai circa quattro mesi di sospensione per il noto trasferimento della sede delle Sezioni Civili del Tribunale- un’assemblea pubblica o altre forme di comunicazione con le quali spiegare le rilevantissime ragioni che ne hanno giustificato l’indizione.



Mi duole dover constatare che, ancora una volta, nel momento in cui le prospettate riforme si risolvono in una compressione dei diritti dei Cittadini e del ruolo dell’Avvocato, stante la mancanza di informazione e di iniziativa da parte Sua e della maggioranza che La sostiene, anche al fine di assicurare la massima adesione all’astensione, l’Avvocatura Sammaritana abbia perso l’occasione di far sentire la propria voce e di dare forza, con propri deliberati, alle battaglie portate avanti dagli Organismi nazionali.
Cordiali saluti.

ugo verrillo
Dignità Forense

Questa la missiva inviata dall'Avv. Ugo Verrilo al Presidente del C.O.A. avv. Adolfo RUSSO e all'Avv. Alberto ZAZA D'AULISIO componente Organismo Congressuale Forense

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 163 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • esonsa_savone6.jpeg
  • esonda_savone6.jpeg
  • esonda_savone4.jpeg
  • esonda_savone2.jpeg
  • esonda_savone1.jpeg
  • esonda_savone.jpeg
  • esonda_ruspa1.jpeg
  • esonda_ruspa.jpeg
  • esonda_rovi.jpeg
  • esonda_prov_allagata.jpeg
  • esonda_chiusa1.jpeg
  • allagata_rosa_calena.jpg

GDPR e EU e-Privacy

elisa3.jpg