Image
Cava dismessa Vaglie
Secondo IL MATTINO di oggi in Cronaca di Caserta sarebbe "FALLITA la prova di forza" di ieri. L'articolo di Antonio PISANI sottolinea che erano" meno di mille i partecipanti, numero inferiore alle attese fronte di uno schieramento delle forze dell'ordine imponente, oltre duecento tra poliziotti e carabinieri, pronti ad evitare anche con le cattive che i manifestanti si riversassero sull'autostrada bloccando la circolazione come avvenne due settimane fa .Con i pochi sindaci presenti quasi sempre in seconda fila. . ." Sullo stesso articolo leggiamo accuse del Sindaco di Francolise a quello di Carinola  ed intanto il TG3  Campania di oggi insiste:i siti di stoccaggio sono tre CARINOLA, CASALDUNI e CASAMARCIANO. Dio mio! Pubblicata finalmente l'Ordinanza collegiale del TAR LAZIO Roma con la quale è stata sospesa fino al 6 Febbraio 2008 ogni attività inerente il provvedimento commissariale.Come avevamo previsto, anche grazie alle informazioni forniteci dal legale del Comune di Carinola, avv. Giuseppe Tamburrino, il provvedimento è stato emesso in quanto il Commissariato non ha depositato alcun documento che abbia potuto giustificare da un punto di vista tecnico la scelta di Vaglie, nè alcun documento comunque connesso, come potrete leggere nella stesura dell'originale che qui di seguito pubblichiamo. Amenità:anzichè Comune di Carinola è scritto Comune di Presenzano, galeotto fu il copia ed incolla o . . .lapsus freudiano.Comunque questa è l'ordinanza:

 

 

 

REPUBBLICA  ITALIANA

 

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE

PER IL LAZIO

ROMA

 

SEZIONE PRIMA

 

Registro Ordinanze:/ 

                                                                         Registro Generale:            10541/2007

 

 

nelle persone dei Signori:

PASQUALE DE LISE Presidente  

SILVIA MARTINO Cons.

MARIO ALBERTO DI NEZZA Primo Ref. , relatore

 

ha pronunciato la seguente

 

ORDINANZA

 

nella Camera di Consiglio  del 19 Dicembre 2007

 

Visto il ricorso 10541/2007  proposto da:

COMUNE DI CARINOLA

 

rappresentato e difeso da:

TAMBURRINO FRANCESCO

TAMBURRINO AVV. GIUSEPPE

con domicilio eletto in ROMA

VIA CAVOUR, 228/B

presso

LE ROSE AVV. ANTONELLA 

 

contro

 

COMM GOVERNO GESTIONE EMERGENZA RIFIUTI IN CAMPANIA  

rappresentato e difeso da:

AVVOCATURA DELLO STATO 

con domicilio eletto in ROMA

VIA DEI PORTOGHESI, 12

presso la sua sede

 

 

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI  

 

COMUNE DI PRESENZANO 

 

per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione,

dell’ordinanza n. 391 del 10.11.2007 a firma del Commissario Delegato per l’Emergenza Rifiuti nella Regione Campania, Prefetto Alessandro Pansa, trasmessa al Comune di Cerinola a mezzo fax in data 11.11.2007 ed acquisita al prot. Polizia Municipale n. 2459 dell’11.11.2007;

di tutti gli atti preordinati, consequenziali e connessi a quello sopra impugnato.

 

Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso;

Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dal ricorrente;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di:

 

COMM GOVERNO GESTIONE EMERGENZA RIFIUTI IN CAMPANIA

 

Udito il relatore Primo Ref. MARIO ALBERTO DI NEZZA  e uditi altresì per le parti gli avvocati presenti come da verbale di udienza;

Visti gli artt. 19 e 21, u.c., della Legge 6 dicembre 1971, n. 1034, e l'art. 36 del R.D. 17 agosto 1907, n. 642;

Vista l’ordinanza n. 1417-c del 5 dicembre 2007 – rimasta inadempiuta - con cui sono stati richiesti i seguenti documenti:

- documentati chiarimenti sul procedimento in oggetto;

- ogni atto o documento utile ai fini della decisione sull’istanza cautelare;

Ritenuto di dover reiterare il disposto incombente istruttorio, avvertendo l’amministrazione resistente che il suo comportamento potrà essere valutato ai sensi dell’art. 116 c.p.c.;

Considerato altresì che nelle more appare opportuno sospendere gli atti impugnati;

 

P.Q.M.

 

dispone che il Comune di Presenzano (NA) e il  Commissario delegato per l’Emergenza Rifiuti Campania producano, ciascuno per quanto di rispettiva competenza, copia della documentazione predetta presso la Segreteria della Prima Sezione di questo Tribunale entro il termine di giorni 30 (trenta) a decorrere dalla comunicazione in via amministrativa o dalla notifica, a cura di parte, della presente ordinanza.

Accoglie la suindicata domanda incidentale di sospesione fino alla Camera di Consiglio del 6 febbraio 2008, che fissa sin da ora per il prosieguo della trattazione dell’istanza cautelare.

La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

 

ROMA , li 19 Dicembre 2007

 

IL PRESIDENTE:

 

IL RELATORE:

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 318 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • Virgo_lactans.jpg
  • rousseau.jpg
  • paola_luca_pubblico1.jpg
  • paola_luca_pubblico.jpg
  • paola_luca_donamato1.jpg
  • paola_luca_donamato.jpg
  • paola_luca_bacio.jpg
  • paola_luca3.jpg
  • paola_luca2.jpg
  • paola_luca1.jpg
  • paola_luca.jpg
  • insidia_trabocchetto.jpg
  • ale_diego2.jpg
  • ale_diego1.jpeg
  • ale_diego.jpg
  • ale_diego.jpeg

GDPR e EU e-Privacy

gemma_ilaria_eco1.jpg