Una edizione del Premio Matilde Serao da ricordare per sempre. La consacrazione a livello  nazionale e forse non solo,  di una manifestazione  che ieri sera per  gli ospiti   e  gli interventi che si sono succeduti è stata di altissimo  livello, nel

nome e nel segno di Matilde Serao, questa nostra conterranea per tanti anni  poco conosciuta e poco apprezzata anche qui a Carinola. A dominare la scena ci ha pensato lei Myrta Merlino, bella ed elegante accompagnata dal compagno Marco Tardelli  campione mondiale di Italia 1982.

Vederlo in piazza e poi salire le scale del Palazzo,  è stato come riandare a quella sera dell’ 11 luglio del 1982 alle immagini che ci venivano dal Santiago Bernabeu di Madrid ,  a quel suo  terzo goal  alla Germania  a quel suo urlo liberatorio, che divenne nostro,  con il quale voleva dire :” siamo noi i campioni del mondo”.  

 Myrta Merlino è stata straordinaria, in sala c’era anche suo padre venuto da Napoli per la consegna di questo Premio che lei stessa  in una bella intervista di  Lidia Luberto ha definito  il più bello in assoluto. Poche ore prima era stata contattata da Lucia Annunziata che le aveva fatto i complimenti per aver vinto il Premio Serao di Carinola.

In sala era  presente la dr.ssa  Vittoria Ciaramella, Prefetto Vicario di Latina  più volte citata e ringraziata da tutti  per aver voluto ripristinare anni fa il Premio Serao edizione che vide premiata proprio Lucia Annunziata.

 Al tavolo c’era invece il Prefetto di Caserta dr. Raffaele Ruberto che ha espresso parole di apprezzamento per l’ iniziativa e  si è soffermato sul ruolo della donna nei contesti lavorativi. Prima del saluto del Prefetto, vi è stato il saluto di Antonio Russo Sindaco di Carinola che, sin dai primi giorni del suo mandato  ha sempre seguito con premura, sensibilità ed attenzione tutte le fasi della organizzazione del Premio Serao e  di questo l’ ho doverosamente ringraziato. Il Sindaco Russo ha salutato uno per uno gli ospiti e si è soffermato sul pregio che il Premio Serao ha ormai  assunto nel panorama culturale.

 Il Presidente di Confindustria  dr. Luigi Traettino che ha sponsorizzato la manifestazione  si è soffermato su alcuni aspetti della vita lavorativa  di Matilde Serao  e  si è mostrato molto positivamente sorpreso  di questa manifestazione di cui le  aveva più volte parlato Lidia Luberto.

Ottimo l’ intervento dell’ Assessora alla Cultura  Giuseppina Tuozzi  conciso ma pregnante fatto con  bella eloquenza. In sala c’erano quasi tutti i Consiglieri Comunali in particolare la quota femminile, e questo è stato molto bello perché il Premio Serao è espressione del Consiglio Comunale.  

Silvana Sciaudone Presidente Emerita dell’ Associazione Matilde Serao ha ricordato il giudizio che Benedetto Croce dette della scrittura di Matilde : osservazione mossa da sentimento e Myrta Merlino ne ha evidenziata tutta la validità e l’ attualità  evidenziando che lei stessa in un recente collegamento con gli operari della Whirlpool si era commossa fino alle lacrime.

  Nino Daniele Assessore alla Cultura del Comune di Napoli  ha prima accennato alle iniziative fatte in passato  a Napoli con la madre di Myrta Merlino, si è poi soffermato su alcuni aspetti dell’ impegno di Matilde Serao  e si è detto contento dell’ assegnazione del Premio Serao a  Myrta Merlino giornalista competente e dotata di quella credibilità professionale elemento distintivo delle grandi giornaliste.

A seguire l’ intervento  del dr. Giuseppe Lasco Vice Direttore Generale di Poste Italiane che ha ricordato l’ impegno di Matilde Serao nei 3 anni di telegrafista a Napoli prima di essere proiettata nel panorama nazionale del giornalismo e della letteratura e l’ attenzione che Poste Italiane spa ripone  nel  patrimonio di valori umani  che spiega il  perché Poste è vicina a questa manifestazione.

Un intervento bello ed elegante, apprezzato da tutti segnatamente da Myrta Merlino. E’ stata infine la volta del Direttore Monga che ha espresso apprezzamento per il lavoro che dura mesi portato avanti dall’ Associazione Culturale Matilde Serao e poi è iniziata la serie di domande a  Myrta Merlino di carattere personale e professionale alle quali Myrta non si è sottratta. Ha parlato del suo esordio proprio al Mattino alle pagine di economia del giornale, poi il passaggio alla televisione, con Giovanni Minoli, Michele Santoro. Si è detta onorata di essere a Carinola in un palazzo bello  a ricevere un Premio nel segno di Donna Matilde.

Dopo la consegna del Premio consueto bagno di folla con tutti i presenti poi il  tradizionale buffet super apprezzato da tutti attrezzato dal Bar dell’ Alba, da Katia e da Antonio Montano che con i suoi spumoni sta  riportando  Carinola ai  tempi di Matilde Serao e a Caflisch mitica pasticceria di Napoli del 1800. Un ringraziamento particolare a Luisa Miraglia e Ilaria Luberto per aver allestito e abbellito in maniera straordinaria a il palazzo Petrucci , a Raffaele, ad Antonella Di Stasio a Bernardo Serao e a Fabio Veneziano.

Insieme,  con il loro lavoro hanno reso possibile una serata magica per Carinola ripresa per la prima volta anche da Canale 21 che ha fatto un ampio servizio  e interviste che sarà mandato in onda oggi pomeriggio intorno  alle 14.00 e poi nel tardo pomeriggio. Un grazie a tutti coloro che sono venuti a rendere onore a Matilde Serao. Il riscatto della sua memoria è a buon punto ma ancora molto deve essere fatto per ripagarla delle tante ingiustizie subite in vita e in morte. Noi ci saremo, sempre, con la stessa determinazione ed entusiasmo.   

Antonio Corribolo

Presidente Associazione Culturale Matilde Serao

Di seguito la motivazione di assegnazione del Premio Matilde Serao 2019 a Myrta Merlino

 

PREMIO GIORNALISTICO MATILDE SERAO 2019

 

                                                                                         A

                                                                          MYRTA MERLINO

Per il rigore e la competenza con cui in questi anni ha saputo raccontare le dinamiche economiche dell’Italia e dell’Europa rendendo maggiormente fruibile una materia troppo spesso di difficile comprensione qual è, appunto, l’economia, attorno alla quale ruota il destino di uomini e Paesi.

Per il suo essere “giornalista completa”, capace di spaziare con disinvoltura ed eleganza dalla carta stampata alla televisione affrontando con sicurezza, acume e professionalità tutti i temi dal sociale, alla politica, al costume, all’attualità. 

Per essere autrice colta e raffinata di libri e pubblicazioni che hanno trovato largo consenso ed unanime apprezzamento a testimonianza del suo ricco patrimonio culturale e dei suoi valori.

Per gli indiscussi risultati conseguiti come ideatrice, autrice e conduttrice di servizi e programmi televisivi di successo che, soprattutto nell’ ultimo anno con l’Aria che tira, hanno fatto di lei il volto più noto ed apprezzato dal pubblico televisivo.

Per essere, come Matilde Serao, testimone eccellente del talento al femminile e come Donna Matilde, figlia straordinaria di una Napoli nobilissima. 

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 212 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • Virgo_lactans.jpg
  • rousseau.jpg
  • paola_luca_pubblico1.jpg
  • paola_luca_pubblico.jpg
  • paola_luca_donamato1.jpg
  • paola_luca_donamato.jpg
  • paola_luca_bacio.jpg
  • paola_luca3.jpg
  • paola_luca2.jpg
  • paola_luca1.jpg
  • paola_luca.jpg
  • insidia_trabocchetto.jpg
  • ale_diego2.jpg
  • ale_diego1.jpeg
  • ale_diego.jpg
  • ale_diego.jpeg

GDPR e EU e-Privacy

affinito_anfora3.jpg