Non poteva finire in modo migliore la Festa di Maggio  a Casanova di Carinola con un'affluenza senza precedenti allo spettacolo musicale graditissimo al punto che in tanti si sono complimentati con il "numero uno" degli ultimi tre anni del

Comitato Festeggiamenti, Giovanni Di Fusco, che nonostante i pochi mezzi a disposizione, ha riportato un successo di pubblico e di critica.

"Noi abbiamo fatto la festa-ci ha detto Di Fusco ridotti ad un terzo di quanto incassato tre o quattro anni fa ed in tre anni abbiamo fatto tre feste una più bella  dell'altra, peccato che il tempo quest'anno ci ha accompagnato poco", anche a causa delle condizioni meteo che "l'anno scorso ci hanno rovinato l'ultima serata nella Festa di Maggio ma quest'anno hanno rovinato  tre serate su quattro" ci  ha  detto sempre lo stesso Di Fusco che con gli altri componenti del Comitato Festeggiamenti ha fatto un vero miracolo riuscendo innanzitutto ad ottenere un grande successo.

Ci dice: "tante persone hanno apprezzato il lavoro fatto da lui e dal Comitato ed hanno constatato che noi con molti, molti soldi rispetto a prima, abbiamo fatto feste migliori di quelle degli anni precedenti!

Noi lo abbiamo fatto prima per la Madonna e poi per il paese!"

Per il prossimo anno sarà ancora lui ed il Comitato attuale ad organizzare?

Gli chiediamo. Lui risponde con un secco e categorico "no"!

Veniamo ancora alla festa che ha visto prima la Processione di notte con fiaccolata verso il Santuario della Grancelsa che è stata una vera e propria sfida alle intemperie e poi, l'altro ieri, la deposizione della corona di alloro da parte della vice sindaca dott.ssa Elisa Mazzucchi ai piedi del monumento ai caduti ed alla stele marmorea che ricorda l'eroe S.ten. Giovanni PEZZULO.

Ma il momento clou della Festa di Maggio, quello che tocca il cuore di tanti casanovesi meno giovani e giovani, ma soprattutto questi ultimi, che si dividono per una volta nell'anno, in casanovesi del sud, che poi sarebbero quelli che abitano nella parte del paese più vicina a Falciano del Massico e casanovesi del nord che sono quelli più vicini a Carinola.

Sugli spalti dello stadio Pezzulo a Carinola, tra i tantissimi presenti, c'era lei , la "Madre Coraggio" di Casanova, la maestra della terza classe della Primaria di Casanova, Katia Corea, la madre del giovanissimo Riccardo Di Donato, alla cui memoria è ancora una volta dedicato questo evento!

I cuori di tutti si saranno fermati per un attimo quando i ventitré in campo prima di iniziare la partita indossavano tutti la  maglia  bianca con l'immagine dello sfortunato giovane ed ogni maglietta aveva una lettera dell’alfabeto e tutte insieme componevano la frase:”Sempre con noi Riccardo” .

Sempre poi tutti insieme, con la partecipazione di gran parte del pubblico, gridavano a squarciagola :"Riccardo" cui seguiva un sentito e commosso applauso.

Unico neo dell’evento l’infortunio di gioco capitato al giovane calciatore Antonio Di Spirito che è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari accompagnato sembra dal fratello Francesco al Pronto Soccorso di Pineta Grande.

Per la cronaca la partita  si è risolta, nei minuti finali del secondo tempo con un secco tre a zero a favore di Casanova Nord , con i goals di Andrea Di Donato, Armando Fiorillo, il capitano ed Egidio De Ruosi.

Ma lo spettacolo offerto ieri sera dal gruppo pop rock  "Giardino dei Semplici" ieri sera e i fuochi d'artificio della Ditta Di Ponio, in un tripudio di pubblico è stato il giusto coronamento all'impegno profuso dai componenti del Comitato Festeggiamenti che sarà ricordato anche per "la Grande Bellezza" dell'Infiorata dei "Millenials".

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 154 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • locandina_donna.jpg

GDPR e EU e-Privacy

marzano_erba3.jpg