Felice incontro quello di stamane con l'Ing. Enrico Tuozzi che è un nostro affezionatissimo lettore, dopo esserci scambiati gli auguri di Buon Anno, ha

voluto precisare, ed ha fatto benissimo, che in

carinola via littorioeffetti quella che da sempre viene chiamata via o vicolo del Littorio (venuta alla ribalta in occasione della 92enne spaventata dall'arrivo dei Vigili del Fuoco) in effetti è, o almeno dovrebbe chiamarsi, via Mazzini, avendo così deliberato a suo tempo, precisamente quando era Podestà di Carinola, il compianto padre, stimato professore di matematica, Giovanni TUOZZI.

Non si spiega l'altrettanto stimato ingegnere, come mai sia stata data esecuzione a tale delibera dai governi locali e provinciali che  sono seguiti o comunque come mai non sia stata applicata tale delibera.

delibera podesta1Desideriamo andare a fondo della vicenda che, come vedremo, ci porterà a delle interessantissime scoperte!

Lo avevamo incontrato in Piazza Mazza, la cui intitolazione pure dipende, come vedremo, dalla stessa delibera ma poco dopo lo abbiamo incontrato di nuovo in corso Umberto, ci siamo fermati per avere maggiori delucidazioni e lui, gentilissimo, ci porta nel suo studio e ci mette a disposizione la delibera n.101 in data 21 Agosto 1943 affissa all'Albo Pretorio del Comune di Carinola il 22 e ad essa non venne interposta opposizizione, come certifica il Segretario Comunale dell'epoca, dott. Antonio Quadrelli, che, secondo quanto ci riferisce l'ingegnere Tuozzi era  di origini vicentine ed avrebbe avuto simpatie di sinistra e pare fosse comunista, avrà quindi avuto particolare piacere nel partecipare ad un simile deliberato,  seguito ovviamente alla caduta del Fascismo del 25 Luglio 1943 ed allo scioglimento del partito fascista!

Sì perchè nel capoluogo Carinola con tale deliberazione non solo via del Littorio divenne via Mazzini ma anche quella che noi oggi chiamiamo Piazza Castello che all'epoca invece si chiamava Piazza 28 Ottobre si sarebbe invece dovuta chiamare Piazza Mercato e "Via De Witt (fondatore del primo fascio locale) si chiamerà-è scritto in delibera- via Sicilia in omaggio a quell'isola verso la quale ogni italiano guarda con affetto profondo.

FRAZIONE DI CASALE:Corso Silvestro Aurilio ucciso-continua la delibera- all'estero in moti antifascisti si chiamerà corso Italia; via Luigi Razza si chiamerà come precedentemente "Via della Chiesa".

FRAZIONE DI S.DONATO:Via Michele Bianchi si chiamerà "Via della Libertà".Nell'occasione-conclude la delibera- essendo la nuova Piazza derivata dall'abbattimento di fabbricati senza nome, si stabilisce di intitolarla al Colonnello Osvaldo Mazza, nato a Carinola, decorato al valore, caduto eroicamente alla testa del suo Reggimento sul fronte Greco_Albanese. Nessuna altra strada del Comune porta i nomi come sopra prescelti per la intitolazione di strade o piazze."

La Deliberazione è stata inviata alla Prefettura di Napoli che la rese esecutiva il 4 Novembre 1943- Segue la firma del Prefetto e del Segretario Capo della Prefettura che ne ha rilasciata copia conforme, il rag. Albino Matarese.

Dopo settantatre anni non sarebbe il caso di dare di tener conto di questa deliberazione e non solo per via del Littorio?

Noi ci siamo preoccupati anche di portarci in via del Littorio e per la verità, e questo è il bello, non ci sembra che vi sia alcuna targa ma basta andare su una qualsiasi mappa per rendersi conto che la chiamano ancora così! Grazie ingegnere Tuozzi e grazie anche a suo padre, il Prof. Giovanni Tuozzi.

Percorso

Abbiamo 278 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy