Continuiamo,  nonostante l'esperienza maturata negli anni, a rimanere ammirati su come Lia Ullucci riesca a coinvolgere così tante personalità, alcune delle quali, vedi i tre primari della

moscati katia1clinica di Borgomanero in provincia di Novara e la Presidente dell'AUSER Maria Bonomi, vincitori del Premio Moscati 2018 il pregiato tableau di seta San Leucio, che hanno percorso oltre ottocento chilometri, cambiando tre treni, per raggiungere Casanova, in questa sua lodevole iniziativa che ormai è giunta alla sua trentunesima edizione e ancora una volta non sono mancati i cosiddetti "effetti speciali" non in video ma nella straordinaria puntualità della scaletta delle premiazioni.

La giornata dal punto di vista meteo non era delle migliori .

Ciononostante all'interno della chiesa del convento dedicato a S.Francesco la luce del vissuto dei protagonisti, presenti e non, di cui si scandivano i nomi e/o che si avvicendavano sul palco, riscaldavano gli animi più di quanto possa riscaldare il corpo un sole d'estate !

moscati bonomiLa cerimonia,preceduta dalla Santa Messa, celebrata dal Capo Ufficio del Pontificio Consiglio nuova evangelizzazione Mons. Michele Fiorentino insieme a Padre Giovanni Siciliano, è iniziata con il ricordo struggente della grande amica di questo evento, il magistrato Antonella CANTIELLO che è venuta purtroppo a mancare di recente.

E' stata consegnata al marito dott. Maurizio FALCO una targa ricordo mentre veniva proiettata sullo schermo l'immagine della dott.ssa Cantiello che lo scorso anno riceveva un omaggio floreale da Lia Ullucci proprio in occasione del Premio Moscati 2017.

E' stata poi la volta della Premiazione di Ilaria Pagano la giovane organizzatrice della Infiorata di Casanova che ha portato con lei due bambini (i compagni di scuola della Primaria di Casanova di Carinola nda), hanno contribuito a predisporre i petali variopinti sul manto stradale di via Grancelsa la terza domenica di maggio come accade puntualmente ogni anno.

"Questi bimbi, insieme ad altri, sono due o tre anni -ha detto Ilaria-che partecipano con noi noi vogliamo che da piccoli nutrano amore per l'infiorata che rappresenti un dono per la Madonna alla quale noi teniamo in modo particolare.

Li ho voluti portare qui perchè si rappresenti il passaggio tra generazioni di questa tradizione.

Ci sono anche anziani che contribuiscono a predisporre l'infiorata ma troppo anziani non sono riusciti a venire! "

Ilaria Pagano ha ringraziato i ragazzi che avevano realizzato sulle sue direttive, naturalmente con petali colorati una immagine davanti all'altare per dare l'idea della infiorata anche in questa occasione!

Ha infine voluto ricordare l'inventore di questo grande evento di primavera, uno dei più grandi nonostante la brevissima durata, Antonio Falso che di recente ci ha lasciato.

La targa a cura del Comune di Carinola che ha patrocinato l'evento l'ha consegnata la dott.ssa Antonella Migliozzi Presidente del Consiglio Comunale.

E' stata poi la volta degli angeli a quattro zampe e cioè al gruppo cinofilo dei Vigili del Fuoco Umbro di Perugia che hanno chiesto una sorta di inversione della scaletta anticipando la loro premiazione essendo arrivati con l'automezzo speciale per trasportare i loro quattro speciali "angeli a 4 zampe!"  da ultimo impegnati a ritrovare i superstiti nella tragedia del Ponte Morandi a Genova.

A Katia Villirillo Fondatrice dell'associazione «Libere donne di Crotone” e mamma di Giuseppe ucciso per proteggerla a 18 anni, è andata il premio "Angelo della vita" per l'impegno verso le donne vittime di violenza salvate dalla strada e dalla droga.

moscati deodatoStruggente il racconto dell'uccisione del figlio quando l'assassino che aveva già colpito il giovane davanti agli occhi della madre spara in direzione del cuore e a distanza ravvicinata l'ultimo colpo di pistola.

Commovente poi l'incontro di Katia Villirillo con l'altra mamma che pure ha perduto in un tragico incidente stradale il figlio diciottenne Katia Corea di Casanova di Carinola .

Quattro dovevano essere i Vigili del Fuoco Guiso Andrea, Albergotti Stefano ,Massimo Mancinelli e Fabrizio Caira accompagnati dai loro rispettivi cani Jana, Derby, Kreole e Apo ma ne sono arrivati tre.

Al gruppo la medaglia Jus et Pax Ente di Formazione Ricerca e Studi sulla Pace consegnata dal Cav. Andrea Marini Sera al Direttore del Gruppo Dott. Ing. Raffaele Ruggiero.

Purtroppo il premiato con la medaglia del senato, il Prof. Mario Melazzini, Direttore Scientifico Fondazione Maugeri, non è potuto intervenire ma ha fatto pervenire un video nel quale si è scusato per non essere insieme ai presenti e vicino ai presenti, onorato ed orgoglioso di questa onorificenza ha ringraziato Lia Ullucci per il suo grande impegno e la sua grande sensibilità-ha detto- ed ha speso parole davvero bellissime per chi esercita la professione medica, con citazioni indimenticabili come "non dobbiamo mai moscati katiadimenticare chi è il destinatario di tutto quello che facciamo, la persona, il paziente con la sua sua sofferenza, il suo dolore, avolte, non solo fisica e quella dello "sguardo del paziente che ripaga il medico".

La  malattia del prof. Melazzini non gli ha impedito di diventare voce di centinaia di persone che soffrono e proseguire una brillante carriera come medico, a lui è andata la Medaglia del Senato della Repubblica Italiana, consegnata dal Senatore Gianfranco Rufa e la Medaglia bronzea dell' Ente di Formazione Ricerca e Studi sulla Pace Jus et Pax "Sergio e Mariastella Sera" realizzata dal noto Maestro Egidio Ambrosetti il "poeta del bronzo", consegnata dal Direttore dell Ente il Cav. Andrea Marini Sera.

moscati ullucci familyAl dott. Diego Falchetti primario della UOC di Chirurgia Pediatrica del Niguarda va uno speciale riconoscimento per il suo operato svolto con scienza ed amore, un prezioso dipinto della pittrice matesina Anna Zulla Ciardiello che si è detta felicissma di essere qui e ha ringraziato Lia per averla invitata, felice anche di donare questo suo dipinto al Prof. Falchetti perchè secondo lei il Premio Moscati celebra l'amore verso il prossimo e il Prof. Falchetti incarna .questo amore verso il prossimo!

Quest'opera rappresenta tutti soli , soli che tendono all'infinito-ha detto-"è un messaggio di speranza, è un dipinto astratto figurato e rappresenta un andare verso l'infinito!"

E' stata poi  la volta della Clinica dei Primari di Borgomanero qui rappresentata dai due primari Prof. Sergio Cavallaro e Prof. Mario Grisoni a quest'ultimo ed alla Presidente dell'Auser Maria moscati autoritaBonomi abbiamo avuto il piacere di fare una breve intervista video che vi presentiamo qui sotto dove presto  troverete anche il video dell'intera  manifestazione con l'intervento di Maria Bonomi alla ricezione del premio.

Infine la Targa della Regione Campania va alla UOC di Radioterapia della Fondazione Giovanni Paolo II° di Campobasso. Ritira il premio il prof. Francesco Deodato, Direttore dell'Unità Operativa consegnato dall’On. Massimo Grimaldi con il quale il presentatore della manifestazione, il giornalista Nando Santonastaso si è intrattenuto a parlare ironizzando sul funzionamento della sanità pubblica e privata. Tema affrontato anche con gli altri ospiti della serata.

di maio moscati

Ha chiuso l'evento il ricco menù nel refettorio del convento. Presenti oltre Antonella Migliozzi anche i consiglieri comunali di Carinola Pina Capriglione, Rosa Di Maio, Franco Giacca, Maria Sorvillo e Franco Di Biasio accompagnato dalla sua signora dott.ssa Orsola Tomeo.

Quest'ultimo ci ha anticipato la sua presenza nel prossimo consiglio dove sarà unico consigliere del gruppo di Carinola Rinasce, superstite della lista da lui capeggiata come candidato sindaco.

Percorso

Abbiamo 896 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

matidia.jpg