Il Consiglio comunale di ieri sera, per dirla in quattro parole e tre puntini ha sacramentato inn modo ufficiale che "siamo alla frutta. . .quasi". "La

despiritom5sdichiarazione del Sindaco Russo la potrete ascoltare dal video:"Non è detto che riusciremo ad evitare il dissesto, dissesto che è nei fatti.

Pare che i parametri sono dieci." rivolgendosi al responsabile del settore finanze e tributi, dott. Sergio Bergamasco che dice "Quello riguarda gli Enti strutturalmente deficitario.

Noi siamo sotto osservazione quindi chiaramente se non va in porto questo piano. . ."e correttamente poco prima aveva fatto sapere che si fa questo per attingere al Fondo di Rotazione del Ministero dell'Interno che, se approva il piano, elargisce all'Ente una somma pari a trecento euro per abitante e soprattutto per bloccare eventuali mazzucchi elispignoramenti e sequestri ai danni dell'Ente anche se per qulche creditore è già troppo tardi vedi l'ENEL ha ceduto il proprio credito, nei confronti del Comune di Carinola, di 660.000,00 euro a Banca Intesa Sanpaolo che ha bloccato l'importo nei confronti dell'Ente e poi lo stesso Sindaco ha accennato ad un altro debito di qualche milione, se abbiamo ben capito, nei confronnti di Acqua Campania. Chiara e netta la posizione dei due consiglieri di minoranza presenti il pentastellato DE SPIRITO, che ha incassato anche gli russo sind18auguri del sindaco Russo e della Presidente Antonella Migliozzi per il nuovo governo e della PD Maria SORVILLO, sempre più sola.

Entrambi i consiglieri di minoranza hanno votato contro a tutti e tre gli ordini del giorno e motivando il oro "no" in modo reciso. Il primo si è dichiarato favorevole ad affrontare immediatamente il problema e dichiarare il dissesto finanziario applicando l'art.244 anziché Art. 243-bis. Procedura di riequilibrio finanziario pluriennale sempre del TUEL che era quella in approvazione ieri sera .

Nemmeno il sindaco è rimasto molto colpito dalle motivazioni addotte dall'assessore Antimo MARRESE che nel replicare a DE SPIRITO e, a sostegno del piano di risanamento finanziario, è sembrato addurre solo motivazioni relative ai sacrifici che avrebbe dovuto sopportare l'Ente che non avrebbe più potuto usufruire appunto del personale in convenzione e ai sacrifici che invece avrebbero sopportato dipendenti comunali che non avrebbero potuto più usufruire dei piani incentivanti.

Il sindaco Russo si è detto non d'accordo con l'assessore dicendo che invece col dissesto non si sarebbero potuto contrarre mutui per portare benefici ai cittadini e poi ,rivolgendosi sempre a Bergamasco, ha detto "vuol dire che il dissesto lo dichiarerà qualche altro(proprio quello che De Spirito M5S aveva detto di voler evitare facendolo dichiarare all'attuale amministrazione nda) ma Bergamasco rispondeva:"

Questa la summa della serata che ha visto votare a favore la maggioranza che ha visto le assenze del consigliere Antonio NARDELLI al secondo punto all'Ordine del Giorno e quelle all'intero consiglio dell'Assessora Rosa DI MAIO e della Consigliera Giusy TUOZZI che in un consiglio come questo , dove si decide il futuro oltre che il presente immediato delle gente di Carinola e dei relativi servizi con questi punti all'Ordine del Giorno non sarebbero dovute mancare!

Chiaramente assente anche il consigliere Franco DI BIASIO. Probabilmente gli assenti avranno tutti una valida giustificazione. Onore al merito ai presenti che si sono assunte le responsabilità.

Ai cittadini che leggendo l'articolo ed il manifesto del Maggio Culturale e degli Eventi di questi giorni, diranno:"

Ma allora i soldi per questi eventi ci sono?"

Desideriamo sottolineare che tutti questi eventi sono finanziati esclusivamente dalla REGIONE CAMPANIA che ha approvato il progetto presentato dall'Assessorato alla Cultura e dalla PRO LOCO: CARINOLA E LA SUA IDENTITA'.

Percorso

Abbiamo 185 visitatori e nessun utente online