Non mi era mai capitato di assistere ad un consiglio comunale dove si discute quasi un'ora sull'approvazione dei verbali della seduta

marrese antim2018precedente anzi non mi era mai capitato che  un consiglio ovesi approvassero i verbali di numerose sedute precedenti, sia pure una alla volta, con separate votazioni,  e che gli stessi consiglieri di maggioranza trovassero difficoltà ad approvarli!

Perchè non siano stati approvati ognuno nella seduta immediatamente successiva, resta un arcano, almeno per ora, visto che nessuno sia della maggioranza che dell'opposizione e del gruppo Caleno, che non è mè quello, nè quell'altro, l'ha chiesto! 

Forse i consiglieri lo sanno e noi del pubblico no! Visto che la Presidente Antonella Migliozzi , che si è preoccupata di leggere proposte di delibere e ogni altro documento oltre che di commentare ogni volta le parole di qualunque consigliere o assessore o sindaco intervenga o quasi, avrebbe potuto chiarire anche questo arcano, forse mi sono distratto.

Alla fine di una lunga ed incredibilmente estenuante discussione sull'approvazione dei verbali e dopo che se n'era approvato solo uno, di una seduta di agosto 2017 o forse due, e la bagarre sui dubbi che assalivano i consiglieri di maggioranza sul se e quando fossero stati presenti, si decideva finalmente di rinviare  questo punto alla prossima seduta.

Si passava quindi al primo punto , quello relativo alla TARI 2018.

Qui la Presidente MIGLIOZZI ha letto l'intera proposta di delibera, quando la lettura finalmente termina, puntualmente la capogruppo del PD Maria SORVILLO contesta l'importo che vede la spesa necessaria per il servizio maggiorata ancora una volta di 250.000,00 euro.

Non aspettava altro il Sindaco RUSSO che prima dava la parola all'assessore  Antimo MARRESE che stavolta è preciso nel dire che la maggiorazione di 250.000, come avvenuto già lo scorso anno, è dovuta  per sentenze  esecutive per somme dovute per TARSU  esercizi degli anni anni 2009, 2008 e/o addirittura precedenti.

Marrese, precisissimo sull'argomento, ha addirittura specificato il dovuto anche  a seconda del numero dei componenti della famiglia e gli spiccioli in meno rispetto all'anno precedente.

Potrete seguire il tutto sul video ove gli interventi dell’assessore è quasi completo.

Poi interviene di nuovo il sindaco RUSSO che afferma che il Comune di Carinola è fallito poi aggiunge che però che dovrebbe essere dichiarato il dissesto ma si sta amministrando per evitare questa ipotesi, e, così come promesso in campagna elettorale, come se si trattasse di amministrare la propria famiglia.

Alla fine ,sulla TARI ha votato contro la sola Maria SORVILLO e si è astenuta Giusy TUOZZI  mentre ha votato a favore tutta la maggioranza e si è astenuto anche il consigliere del Movimento 5 Stelle Renato Luigi DE SPIRITO, giustificando il suo voto di astensione con il fatto che “le tariffe non sono aumentate ma ci sono somme da pagare che riguardano sentenze esecutive e si tratta di somme da pagare a carico dei cittadini purtroppo!”

Si è passati poi a discutere sul Piano incarichi esterni 2018.

Qui la maggioranza ha avuto solo i suoi voti e quelli di Giusy TUOZZI -Gruppo Caleno, che ha votato a favore.

Hanno votato contro  PD Maria SORVILLO e M5S  DE SPIRITO che , dopo aver ricordato al sindaco che quei circa ventimila euro previsti per gli incarichi esterni sarebbero sprecati visto che sono messi a disposizione di alcuni settori per programmi troppo generici.

Ad esempio-diceva De Spirito-si parla di studio e ricerca in materia ambientale con riferimento particolare alle espropriazioni. . .dobbiamo espropriare qualche terreno?No.E allora perché pagare qualcuno per fare studi sul tema?

Ha poi aggiunto:"questa mia richiesta di destinare i quasi 20.000 euro ad altre cose più importanti piuttosto che agli incarichi esterni si collega anche alle dichiarazioni del sindaco che ci ha detto che il nostro comune è prossimo al dissesto finanziario. E noi continuiamo a sperperare così."

Praticamente anche la PD SORVILLO mi dice di aver votato contro perché non si possono spendere soldi per incarichi esterni per un Comune che si dice sull'orlo del dissesto.

Hanno votato poi tutti a favore sia sul Regolamento della Concessione della Rateizzazione del pagamento delle entrate comunali previsto al punto 5 dell'OdG. sia su quello relativo alle affissioni e pubblicità previsto al punto 6.

Si è poi discussa la interrogazione presentata dalla PD Maria SORVILLO sul Servizio di Tesoreria.

Tutto il resto, e quindi anche la Revoca dell'incarico all'Ing. MARTULLO sulla progettazione del PUC ed il Servizio Cimiteri, è stato rinviato.

Del resto, per quanto ne sappiamo su quest'ultimo sembra che il Comune di Falciano del Massico non sarebbe neanche d'accordo.Qualcuno me lo aveva già detto stamane!

Naturalmente sugli ultimi punti il pubblico ormai se n'era già andato da un pezzo.

Fuori, ad attendere tutti, un freddo cane!

Percorso