“L’AMBC propone che per le prossime elezioni politiche del 4 Marzo a fare gli scrutatori siano soltanto disoccupati o studenti. Qualche comune lo ha già fatto in occasione della scorsa consultazione referendaria del 4 Dicembre. La scelta degli scrutatori per la composizione dei seggi è lasciata- come è noto- alla discrezionalità della Commissione logo ambcelettorale, che li sceglie tra gli elettori compresi nell’Albo unico delle persone idonee. La proposta che l’AMBC mutua da alcuni comuni pioneristici punta a sorteggiare tra gli iscritti all’Albo soltanto coloro che siano disoccupati oppure studenti.

<Siamo profondamente convinti- ha dichiarato il portavoce dell’AMBC, Gianni Pagliaro- che non si risolverà certamente in questo modo l’annosa e drammatica questione occupazionale che attraversa il nostro territorio.

Tuttavia, è nostro dovere cogliere ogni possibilità per lenire le condizioni, spesso drammatiche, di tanti giovani, di tante famiglie e di un numero sempre più crescente di popolazione in difficoltà.

C’è stato un tempo, alquanto remoto, in cui gli scrutatori erano appannaggio delle spartizioni partitocratiche, ha continuato Gianni Pagliaro.

Ed anche grazie alle battaglie di alcuni nostri compagni, qualcuno ancora ad animare l’AMBC, Mondragone è stato uno dei primi comuni ad affrancarsi dalla spartizione degli scrutatori e a passare al sorteggio, addirittura prima della riforma di legge.

E coinvolgendo a suo tempo anche la destra locale (era ancora l’MSI) in questa battaglia.

Ora si può fare un ulteriore passo in avanti e <sposare> la semplice ma efficace proposta che, per esempio, sta attuando il comune di Coriano, al quale rinviamo per ogni ulteriore informazione esecutiva: http://www.comune.coriano.rn.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1347.

Percorso

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata