CARINOLA.NET

La Notizia e non solo!

Font Size

SCREEN

Cpanel

POLITICA

CONSORZIO IDRICO. LE FIRME DEI SINDACI SONO DODICI FALCIANO NON C'E'

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ci hanno detto qualche ora fa che tredici sindaci avrebbero firmato un documento inviato al Prefetto di Caserta per il rinnovo della carica di Presidente del consiglio del CITL (Consorzio Idrico di Terra di Lavoro), e questo lo abbiamo già letto, e che avrebbe anche "firmato il sindaco

di Falciano del Massico, ing. Erasmo FAVA, pronto a far entrare in assemblea "Corrado giancaro larcoFREDDINO" ed altro sulla parte politica che avrebbe sollecitato il tutto.

Questo non lo abbiamo sentito o letto e quindi ci sono sembrate subito "fake news" cioè una panzana.

Non ci abbiamo creduto e ci siamo chiesti: Possibile che ad una settimana dalla superventilata soluzione della carenza idrica a Falciano del Massico che la prossima settimana festeggia il suo Santo Patrono, si firmi di fatto la sfiducia all'attuale  C.D.A del CITL?

Abbiamo cercato inutilmente di contattare il Presidente DI BIASIO ma abbiamo agganciato telefonicamente  l'avv. Giancarlo L'ARCO che è stato disponibilissimo ed ha esordito: "Certo che c'è stato il documento a firma dei sindaci ma le firme sono dodici e non tredici!" "E c'è anche la firma del sindaco di Falciano del Massico?" Abbiamo chiesto. "No, appunto le firme sono dodici, Falciano del Massico non ha firmato."

Ci risponde il Presidente dell'assemblea del CITL, avv. L'Arco, che continua:"Ma in effetti con quel documento  che è stato inviato a S.E. il Prefetto ed al sottoscritto si è chiesto di convocare l'assemblea per eleggere anche il nuovo presidente dell'assemblea, carica attualmente ricoperta dal sottoscritto.

Tengo a precisare però che la carica da me ricoperta scade ad Agosto 2019 e quindi non si vede la ragione di una simile richiesta. In ogni caso visto che la richiesta è stata inoltrata a S.E. il Prefetto di Caserta non ho alcuna difficoltà ad interfacciarmi  con S.E. il Prefetto e ad eseguire ogni sua eventuale determinazione anche se posso già anticiparti che probabilmente S.E. il Prefetto non ha competenza  in una decisione del genere in quanto il CITL cioè il Consorzio Idrico di Terra di Lavoro è un Ente Pubblico non economico e qualcuno dei sindaci che ha sottoscritto il documento lo sa perfettamente.

Cionondimeno il sottoscritto non ha alcun problema ad accettare qualunque determinazione da parte di S.E. il Prefetto e non trova alcuna difficoltà a convocare l'assemblea per eleggere il nuovo Consiglio di Amministrazione  che, quello sì, è scaduto.

Lo farà però se verrà richiesto a termini di legge e di regolamento perchè il sottoscritto vuole rispettare norme e regolamenti in ogni caso!"

"Mi dicono che la sottoscrizione del documento è una mossa politica di una parte del PD che fa capo al consigliere regionale on. Gennaro OLIVIERO e al deputato europeo on. Nicola CAPUTO. E' così?" Chiediamo.

larco giancarlo"A mio avviso assolutamente no. Che sia una mossa politica non v'è alcun dubbio ma credo si tratti della parte opposta, cioè quella che fa capo all'on. GRAZIANO e al sen. MIRABELLI!"

Ci risponde.

Sembrerebbe restare comunque, da quanto ascoltato, sospesa la "Spada di Damocle" per il CDA ma questa sta là da un bel pezzo!

Pasquale Di Biasio è stato l'ultimo sindaco  di Carinola a non subire lo "schiaffo dell'alternanza" e a sedere sulla poltrona di primo cittadino per dieci anni ed uno degli ultimi della zona ad essere riconfermato, vedi Sessa Aurunca, Francolise, Carinola, Mondragone e Falciano del Massico e da oltre undici anni è Presidente del CITL.

Accetta Cookies

Tu hai accettato di salvare cookie sul dispositivo che stai utilizzando. Questa decisione può' essere cambiata

 

 

Sei qui: Prima Pagina - ATTUALITA - POLITICA - CONSORZIO IDRICO. LE FIRME DEI SINDACI SONO DODICI FALCIANO NON C'E'