Abbiamo incontrato oggi pomeriggio il sindaco di Carinola Antonio Russo è in compagnia dell'ing. Antonio Menditto il responsabile dell'UTC del Comune di Carinola ed è disponibile a dedicarci qualche minuto. Gli chiediamo: "Vero che gli elettori

hanno dimostrato nelle ultime tornate elettorali di non dare troppo peso a quello che viene promesso in campagna elettorale a partire dalle firme prese fuori della porta del russo sindaco antoniocimitero di Nocelleto fino alle vostre ultime di non aumentare le tasse  ma non sarebbe il caso di parlarne un poco?. . ." Lui con la solita calma e senza scomporsi risponde:"Sono disponibile a tutto campo. Cominciamo col dire che oggi in giunta abbiamo approvato il Bilancio. Del bilancio però parlerai con Antimo.

Tengo solo, relativamenta alla TARI ed al suo aumento,  a precisare che per ora si tratta di una previsione e che siamo stati costretti a farla perchè sono arrivate a sentenza con le rispettive condanne al pagamento due liti che riguardano due amministrazioni non mie quella di Pasquale Di Biasio relativa all'Eco4 e quella di Mannillo relativa alla Bonifica della Selleccola, quindi l'aumento serve principalmente a finanziare questi debiti ed evitare pignoramenti." Veniamo alla Pubblica Illuminazione e gli chiediamo:"Ma il contratto non era stato rescisso dal Comune a seguito della relazione dell'Ing.Luminoso che concludeva riducendo l'importo delle somme dovute anche per la non collaudabilità dell'opera?" Anche qui ma servendosi dell'ausilio dell'Ing. Antonio Menditto risponde con molta precisione:"Certo che avevamo provveduto con nostra delibera a scindere il contratto ma la SACOM si è opposta contestando la impossibilità di provvedere unilateralmente essendoci nel contratto una clausola compromissoria che prevede la risoluzione della controversia attraverso un arbitrato  e quindi  la SACOM ci ha chiesto di nominare il nostro arbitro e lo abbiamo fatto."E chi è?Abbiamo chiesto. "L'ing.Luminoso mentre il nostro legale è l'avv. Laudadio.""Ma allora non si discute sulla rescissione ?Abbiamo ribattuto. "In effetti noi siamo sempre per la rescissione ma la SACOM pretende delle somme che a nostro avviso non le sarebbero dovute in  quanto secondo la relazione dell'Ing. Luminoso il corrispettivo  da noi versato alla SACOM negli anni e soprattutto in quelli precedenti era eccessivo per cui le somme versate in più andrebbero a compensare ampiamente le pretese creeditorie della SACOM!" E con l'ENEL come stiamo messi?Abbiamo ancora debiti?"Chiediamo. "Certo che li abbiamo anche se gran parte delle somme dovute le abbiamo già corrisposte ma resta ancora da pagare tanto." E sul Cimitero di cui pure abbiamo accennato quando abbiamo parlato di promesse elettorali  di cui ormai cade il decennale l'anno prossimo e puntualmente ogni volta disattese?Anche qui l'ing.Menditto da una mano sulle cifre ma è il sindaco Antonio Russo che risponde:"In effetti fu una determina dell'UTC del periodo commissariale che di fatto consegnò la gestione del cimitero anzi dei cimiteri alla SACOM che invece in virtù del Project Financing doveva gestire sì i cimiteri ma dopo averli ampliati e non solo ma la SACOM non onorava l'impegno dell'ampliamento adducendone l'impossibilità  a causa della mancata previsione nello strumento urbanistico vigente di un'area cimiteriale circostante che lo consentisse . Ora però con l'approvazione del PUC  credo che abbiamo ribaltato la faccenda a nostro favore ora o la SACOM fa quello che deve fare spendendo almeno otto milioni di euro, più o meno (somma indicata dall'ingegnere ndr) ma mi chiedo lo farà, senon lo farà dovrà lasciare e noi non pagheremo alcuna penale!" Abbiamo finito il sindaco deve partire per Napoli con l'ingegnere e mi dice anche perchè, ma di questo parleremo un'altra volta così come per il Giudice di Pace che non è in pericolo ma  "diamo al Comune di Falciano del Massico e a Mondragone due mesi di stand by per le rispettive campagne elettorali e poi si vedrà!"

Percorso

Abbiamo 475 visitatori e nessun utente online