A stretto giro la risposta dell'assessore Antimo Marrese diretta alla segretaria del Circolo PD di Carinola Laura Passaretti :"Altrimenti se non ci vorranno loro si tengono il partito delle tessere e noi ci teniamo quello dei voti!"

 

Questa è solo la conclusione del ragionamento odierno  scaturito dall'invito formale e scritto marrese antimucciofatto pervenire dalla stessa segretaria non solo ad Antimo Marrese ma anche agli altri componenti della maggioranza consiliare in carica al Comune di Carinola e quindi all'assessora e vice sindaca dott.ssa Elisa Mazzucchi ed alla Presidente del Consiglio Comunale dott.ssa Antonella Migliozzi oltre naturalmente  a Marrese, i quali, secondo la missiva fatta pervenire appunto dalla segretaria, dovrebbero a termini di statuto aderire al gruppo PD in consiglio comunale attualmente costituito da Franco Di Biasio e Maria Sorvillo appena iscritta. La risposta, come la già accennata conclusione è vibrante: "Abbiamo scritto (quindi credo si riferisca anche alle colleghe di maggioranza) al Commissario provinciale sulla vicenda in quanto non credo rientri nelle potestà della segretaria del circolo locale fare certe intimazioni e giungere a certe conclusioni e tanto meno prendere o meno certe decisioni.

Abbiamo anche scritto allo stesso Commissario Provinciale di esaminare con la dovuta attenzione il tesseramento del Circolo di Carinola che a nostro avviso potrebbe anche destare non poche perplessità: in particolare sono state fatte ben 119 tessere ed in men che non si dica, tutte fatte in due giorni dei quali sono state dedicate  alle operazioni di iscrizione al partito appena due ore per ciascuna giornata.

Ritengo che considerato il numero delle tessere che ne è venuto fuori, ripeto 119, avremmo dovuto trovare la fila davanti al circolo ed invece non abbiamo notato né calca né fila.

Come si spiega?

Verificarne la trasparenza ed i nominativi è necessario più che opportuno per un principio di trasparenza sul come si è proceduto e chi si è tesserato.

Vorrei poi ricordare ancora una volta che nelle passate elezioni amministrative, da noi vinte, non è stata presentata alcuna lista con il simbolo del PD e pertanto pensiamo che debba ritenersi illegittimo il fatto che il consigliere comunale Franco Di Biasio abbia in consiglio dichiarato la costituzione del gruppo PD avrebbe invece dovuto costituire il gruppo con il nome della lista nella quale era candidato: Rinascita Carinolese,  appunto.

Ripeto: in ogni caso che sulla vicenda nostro interlocutore è solo ed esclusivamente la segreteria provinciale! " Ha concluso poi con la frase del partito dei voti e di quello delle tessere riportata in epigrafe!

Percorso

Abbiamo 254 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy