Cerchiamo di venir fuori dallo tsunami mediatico scritto e parlato antigrillino sulle dimissioni dell'assessore della giunta Raggi, "respinte con riserva" dalla sindaca, per passare ad altre dimissioni "più piccole" , quelle della nostra realtà e parliamo con uno

degli assessori che probabilmente sarà il più confermato di tutte le giunte, non ci fa attendere per le repliche a Pasquale Di Biasio, l'assessore Antimo Marrese che, come sempre, dice quello che pensa e senza peli sulla lingua:

"Non capisco tutto questo vociare  sulle dimissioni di Giacca che evidentemente fanno parte di un normale discorso di avvicendamento.  Non vedo poi come ci si possa scandalizzare sulle nostre  dimissioni che sono state un segno di grande disponibilità nei confronti del sindaco Antonio Russo liberissimo di confermarci o meno, che ci ha poi riconfermato la sua fiducia.

Tutto questo non fa altro che rappresentare l'armonia e la serenità che regna nella maggioranza.

Non ho letta la motivazione delle dimissioni delle altre due assessore ma credo che si siano anche loro espresse per una disponibilità, un'apertura , per quanto non ve ne fosse bisogno, nei confronti del primo cittadino!

Relativamente a Giacca e alla partecipazione alla giunta dopo le sue dimissioni -dice chiaramente- non v'era alcun problema di alcun genere  in quanto non solo non v'è alcuna legge che ne fissa il momento dell'efficacia per un assessore e neppure vi è regolamento o statuto che ne parli e quindi finchè il sindaco non  ne prende dibenedettoformalmente atto e le accetti l'assessore, in quel caso Franco Giacca, era in carica sia come vicesindaco che come assessore e a mio parere revocare le delibere è stato niente altro che un eccesso di zelo anzi ero dell'idea di non revocare un bel nulla ma visto che non inficiava nulla si è preferita la perfezione formale degli atti che comunque erano validi dal punto di vista sostanziale.

Sul protocollo scontato il fatto che gli atti, tutti, non appena protocollati vengono trasmessi a chi di dovere. Conosciamo la diligenza della responsabile."

Ma gli  chiediamo come mai non fosse stata ancora pubblicata la delibera di giunta sul fabbisogno di personale dell'Ente, delibera la cui approvazione normalmente precede di un certo periodo quella sul Bilancio .

menditto antoingL'assessore Antimo Marrese è sempre super trasparente e non ha problemi ad anticipare ed informarci, e quindi ad informarvi che l'enorme lavoro che in questo momento affligge l'ufficio potrebbe esserne la causa ma non lesina le novità che vengono fuori da questa delibera di prossima pubblicazione sul fabbisogno di personale e quindi relativa all'organico di cui si doterà l'Ente sono tante e tra queste la prima è quella della utilizzazione dei buoni lavoro, (i cosiddetti Voucher,che possono normalmente essere utilizzati anche per le prestazioni da rendere presso le pubbliche amministrazioni: così come confermato dal Consiglio di Stato nella sentenza la n.1034 del 2016 che ha stabilito la piena legittimità del pagamento tramite voucher dei lavoratori che prestano occasionalmente la propria attività all’interno di un ente pubblico).

dinardocaptain2L'Assessore Marrese ci ha anche anticipato:"Ci sarà il concorso per la copertura di cinque, sì avete capito bene proprio cinque, nuovi vigili urbani . Anche l'Ufficio Tecnico Comunale vedrà, a seguito del relativo concorso, l'arrivo di due nuovi tecnici di categoria D1 a tempo parziale."Per la gioia del comandante Dott. Antonio Di Nardo per i primi e per quella degli attuali responsabili degli uffici tecnici:Ing. Antonio Menditto e Ing. Saturnino Di Benedetto.

Chiaro che al PD , che pure ha le sue gatte da pelare a Napoli con i candidati a loro insaputa della lista della vincitrice delle primarie che non ha raggiunto il ballottaggio e a Sessa Aurunca con le dimissioni del sindaco Sasso che ha comunque venti giorni per ripensarci, le ragioni esposte da Marrese sembreranno insufficienti e ora che leggeranno dei 5 Vigili e dei due Ingegneri o meglio Tecnici quindi anche Architetti e Geologi che faranno?

Percorso