Inconsapevoli anche a Carinola? E sarebbero sulla casa comunale a quanto sembra."Perdonami se ti disturbo a quest'ora!" E' stato questo l'esordio di una telefonata giunta poi non poi così presto stamane "Perdonami, volevo chiederti solo se

sapevi quale fosse la motivazione delle dimissioni degli assessori della Giunta Comunale a Carinola!"

Era l'ex sindaco di Carinola, Pasquale Di Biasio che ci informava di una convocazione del Coordinamento del PD per domani sera alle 20.00 a Nocelleto  con un solo punto all'ordine del giorno:"Dimissioni dell'assessore Francesco Giacca. Provvedimenti." 

cons26Precisa subito però che le motivazioni delle dimissioni cui faceva riferimento prima erano quelle degli altri tre assessori, Rosa Di Maio, Elisa Mazzucchi ed Antimo Marrese, non quelle di Giacca. 

Pasquale Di Biasio continua: "Il fatto a mio avviso è di una gravità senza precedenti -ma precisa subito-dal punto di vista politico.

Che si tratti di una sfiducia a Giacca è nei fatti e lo dimostra il fatto che siano state revocate tutte le delibere che erano state votate nella seduta di giunta, anzi nelle sedute di giunta che avevano tenuto nel mese scorso con lui e  in una addirittura sostituendo il sindaco!"

Ma dov'è il problema? Pensiamo. Anticipa lui intanto volentieri una parte del suo intervento di domani sera in sede di coordinamento:

"Non ho problemi ad anticipare quello che dirò agli amici :bisogna fare quattro domande a quattro distinti soggetti: la prima al segretario comunale, la seconda al sindaco Antonio Russo, la terza agli assessori Di Maio, Marrese e Mazzucchi e la quarta al responsabile del protocollo comunale."

Anche al responsabile del protocollo?

"Certo-risponde-perchè a questo punto mi chiedo se avesse informato il sindaco delle dimissioni protocollate dall'assessore Giacca.

Così come chiederei allo stesso segretario comunale se fosse informato di queste dimissioni considerato che ha partecipato ad una giunta presieduta addirittura da un assessore dimissionario.

Lo chiederei anche al sindaco e agli altri tre assessori se fossero stati informati o meno. So benissimo che la delega crea il rapporto fiduciario tra sindaco ed assessore ma se è lo stesso sindaco ad aver revocato le delibere vuol dire che è venuto meno questo rapporto e che una spiegazione politica debba essere data!" In effetti sappiamo  per certo che le motivazioni delle dimissioni dell'assessore Franco Giacca  non hanno alcunché di arcano sembra anzi che de abbia definite"personali" e nulla più ma alcuni dei suoi colleghi confermano che si è trattato nè più nè meno di dar seguito ad un accordo intervenuto in sede di campagna elettorale cui ha partecipato attivamente anche chi non è stato eletto, per la semplice ragione che non era candidato perchè non c'era lo spazio ma merita lo stesso di essere assessore esterno per un certo periodo!"

Anzi è stato anche detto che le dimissioni dovevano essere presentate a fine anno o comunque prima di quando le ha presentate!

Le motivazioni delle dimissioni degli  altri tre assessori?

Me le ha ribadite stamane qualche assessore :"Disponibilità politica a rimettere le deleghe nelle mani del sindaco perchè potesse farne  quello che riteneva opportuno, riconfermandoli o meno!"

Chiaro che la pace regna sovrana tra sindaco ed assessori di ieri e di oggi e forse anche di domani, è un muro di gomma!

Ma tutto questo non sembra interessare Pasquale Di Biasio che ritiene persistere il fatto politico ed insiste:"Allora perchè sono state revocate tutte le delibere?"

La risposta più logica o ufficiale? Erano tutti inconsapevoli!

Percorso

Abbiamo 255 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy