dscf1802.jpgcava.jpgEccellenza, fra poco più di dieci giorni è Natale ed alla mia età non è certo una letterina quella che desidero indirizzarLe, come quelle che i bambini sono adusi nascondere sotto i piatti dei genitori il Santo Giorno, letterine nelle quali , promettendo di essere più buoni, si attendono un dono come corrispettivo, noi, qui a Carinola non abbiamo bisogno di promettere maggiore bontà e quello che ci attendiamo non è un dono ma un nostro sacrosanto diritto!Mi perdonerà se La importuno con questa mia ma voglio che Ella sappia ciò che, probabilmente, non sa, ora che i mass media hanno allentato la presa sul nostro territorio, non essendo più quotidianamente agli onori della stampa e della raitv regionale, io vorrei, per la verità, che a mollar la presa  fosse Lei, e definitivamente, questo è lo scopo di questa mia, perche qui a Carinola, peraltro ammorbata da oltre un mese, ironia della sorte, da quintali di immondizia e dovunque, non ce la facciamo più: si è scatenata

addirittura una sorta di competizione, a dir poco, tra le frazioni, e tutto questo per una scelta o individuazione che si è rivelata, a dir poco, tragica:a Vaglie in mezzo ad un centro abitato di oltre mille abitanti, ai piedi di una montagna buona e generosa, già martoriata alcuni decenni orsono da un insediamento NATO con una galleria all'interno della quale neppure sappiamo cosa sia rimasto, in un Comune già gratificato con un carcere di massima sicurezza, e la cui ultima ricchezza ,oltre alle vestigia Archeologiche,Architettoniche e le delizie Agricole,era, è e mi auguro, sarà la salubrità dell'aere!Come vede siamo stati buoni, fin troppo, e, da ultimo, fino al punto da credere che con una delibera di una maggioranza anomala di un consiglio comunale nel quale pur ribadendo la contrarietà alla individuazione del nostro territorio per un sito di stoccaggio di Balle ex CDR, individuavamo una parte del nostro territorio, la più lontana dai centri abitati, all'occorrenza e nella dannata ipotesi che. . ., come diciamo noi avvocati, la subordinata, credendo in questo modo che avremmo risolto in quattro e quattrotto, o almeno così ci aveva detto un alto funzionario del  Ministero, e io ancora ci credo ed ancora ci vogliamo credere, ma intanto i giorni passano e tutta l'urgenza di inizio novembre sembra svanita nel nulla ed ancora donne e uomini di Casanova, Eccellenza, a far data da quel giorno, tutti i giorni e tutte le  notti, con qualunque condizione atmosferica sono là a presidiare via Vaglie, con immenso sacrificio loro e dei loro cari,lasciati a casa senza il papà o senza la mamma! E questo a Natale! Li faccia ritornare al loro quotidiano!Credo sia un sacrosanto diritto di questi uomini e di queste donne e di tutta la comunità di Carinola ottenere, indipendentemente da qualsiasi provvedimento consequenziale, che Vostra Signoria revochi in modo esplicito e definitivo qualsiasi atto, disposizione e persino intenzione nei confronti di Vaglie e Casanova, subito e comunque, e senza attendere neppure che sia il TAR a decidere il 19 Dicembre prossimo, perchè se a decidere sarà il TAR ci sarà ancora una settimana di freddo e gelo per i casanovesi,  ogni sacrificio fatto sarà reso vano,  la messiacinità di qualcuno sarà messa in dubbio e. . .suggerisco a tutti i parroci di Carinola di celebrare la messa di Natale nella cava di Vaglie e, perchè no, tenervi un presepe vivente!

Percorso

Abbiamo 307 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy