C'era da aspettarselo, meno che, almeno per quanto ne sappiamo, chi avrebbe ancora dovuto, non solo attenderselo ma anche fare qualcosa : vedi il Consorzio di BONIFICA, vedi i comuni che costeggiano il fiume, vedi

provincia e regione, chissà se è stato richiesto qualche finanziamento o addirittura redatto un progetto all'uopo.Avremo risposte ma non confermate.

Nè è stato neppure tentato di sbloccare la chiusa  ma stavolta abbiamo un perchè, che non è oro colato. .

Intanto , dopo una notte ed un giorno di pioggia e vento incessanti,oltre che abitanti di Ciamprisco,vedi foto, crediamo,sono completamente isolati.
 

La luce pubblica è stata spenta meno di mezz'ora fa per evitare corto circuiti o incidenti dalle conseguenze  non scontate.
Quella privata invece funziona quasi dappertutto. Anzi da qualche parte pare manchi ma ci dicono che è un guasto e che a carico del l'ENEL la riparazione.

Le colture in atto sui campi tutte sommerse dalle acque .

Alcune famiglie pare che abbiano chiesto asilo a parenti ed amici,parliamo di quelle ovviamente non hanno piani superiori dove ripararsi.

I VIGILI DEL FUOCO, la POLIZIA URBANA di FRANCOLISE, la PROTEZIONE CIVILE sono gli autori di una vera e propria gara di solidarietà per salvare da ogni pericolo bambini, anziani, diversamente abili ed altri che per qualsiasi ragione versano in difficoltà per questo vero e proprio flagello.

Abbiamo anche saputo che il COMUNE DI FRANCOLISE che aveva redato il progetto preliminare, ritenuto meritevole di approvazione e finanziamento ottenuto dalla regione CAMPANIA dell'importo  di ca.duecentoventi milioni dopo che la stessa Regione aveva, così come stabilito  dal Codice degli Appalti, aveva  provveduto alla nomina i tecnici del definitivo  sempre per il tratto del Savone che attraversa FRANCOLISE  per RIO LANZI (detta anche Savone Nuovo)che è una parte creata ad ad hoc per bonificare rendere fertili i  terreni i terreni ma che se si fosse aperta ,cosa comunque impossibile visto che è chiusa da tempo immemorabile e per portare poi entrambi i corsi d'acqua a Mondragone.

Bisognava scegliere lasciare le cose come stanno e lasciare che l'acqua invadesse maggiormente il centro abitato di Ciamprisco oppure  cercare di aprire la chiusa e far invadere dal'acqua i terreni ed il centro, forse, e praticamente l'acqua che ha invaso Ciamprisco,ha raggiunto il livello massimo di un metro e mezzo ma sta defluendo da qualche ora fortunatamente e non piove.

Tutti i rifiuti, che si sono accumulati nel Rio Lanzi e che non sono pochi, secondo la Prefettura, una volta portati all'asciutto andavano smaltiti a cura e spese dei comuni interessati, si sarebbe trattato di una spesa enorme, qualcuno è addirittura in dissesto.

Ma anche questo non è oro colato in quanto chi avrebbe potuto confermarlo non lo ha potuto fare.

Ma c'è chi dice che non è questa la ragione per cui è trascorso un anno e mezzo circa dall'approvazione e i lavori avrebbero dovuto iniziare da qualche mese ma "si è fermata la ciuccia" , come diceva il mio papà per dare il segno quasi visivo della non facile soluzione dello stop. Ora l'Amministrazione sta operando per elaborare il progetto esecutivo.   

Percorso

Accetta Cookies