Convocato dalla Presidente dott.ssa Antonella Migliozzi il consiglio comunale per l'approvazione del rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2018 per il 16 maggio alle 19,00 in prima e per 18 maggio sempre alle 19,00 in seconda

Franco Di Biasioconvocazione.

Non ancora sparite l'eco, le polemiche e le scorie degIi ultimi due consigli comunali, specie quello del 18 aprile u.s., però, a proposito del quale, il consigliere di minoranza Franco Di Biasio ci diceva che la maggioranza avrebbe fatto una pessima figura non solo al penultimo allorquando non il Sindaco ed i sei consiglieri comunali non hanno formulato alcuna espressione di voto dopo che la minoranza, composta dai consiglieri Di Biasio, Di Maio, De Spirito, Giacca, Nardelli e Sorvillo, aveva regolarmente espresso il suo voto di astensione sul terzo punto all'O.d.G. sul Programma Triennale 2019/2021 Opere Pubbliche  unitamente all'elenco dei Lavori da realizzare nell'anno 2019 e programma forniture e servizi stesso periodo.

Non solo ma, sempre secondo quanto riferitoci da Franco Di Biasio, nessuno della maggioranza, né il Presidente del Consiglio né altri avrebbe proferito parola quando Di Biasio, afferrato il microfono, avrebbe invitato Presidentedel consiglio e Segretario comunale a far rispettare il regolamento e la maggioranza a votare o a motivare il "non voto". 

Tutto ciò trova riscontro nell'esposto inviato al Prefetto di Caserta e sottoscritto dai consiglieri di minoranza Franco Di Biasio, Rosa Di Maio, De Spirito, Franco Giacca, Antonio Nardelli e Maria Sorvillo,  dove si descrive minuziosamente quanto accaduto e si denuncia la violazione dell'art. 38 del Regolamento Comunale.

Nella seduta in seconda convocazione dello stesso consiglio, quella del 19 aprile u.s., dove finalmente  il terzo punto all'OdG, Piano triennale delle Opere Pubbliche, veniva finalmente votato dalla maggioranza, denunciano i consiglieri di minoranza al Prefetto, sarebbero stati violati gli artt. 21 e 23 del Regolamento detto.  Non solo questo ma sempre nell'esposto la minoranza evidenzia anche grossolani errori :" la prima convocazione portava la data errata di seconda convocazione (19.01.2019) e non sono stati rispettati i tre giorni ma, anche in caso di urgenza, non si sono rispettate le 24 ore prima essendo stato convocato nel pomeriggio del 18.04.2019 il Consiglio in Seconda Convocazione fissato alle 10,30  del 19.04.2019."

Ultimo rilievo fatto l'illegibibilità degli Atti del Consiglio relativi al Piano Triennale delle Opere Pubbliche e la mancata notifica della delibera di Consiglio Comunale di approvazione del Bilancio.

Un "pasticciaccio brutto" avrebbe detto Ermanno Olmi!

Incontrato l'ex Comandante dei VV.UU. di Carinola Mario Tuozzi componente dello staff del Sindaco, "Novità'? Pare che nell'ultimo consiglio. . ." Abbiamo chiesto.

E lui  ha risposto:"nessun problema, tutto tranquillo!"

 

Percorso

Accetta Cookies

Abbiamo 576 visitatori e nessun utente online

GDPR e EU e-Privacy