Ho sentito stamane Pasquale Di Biasio, il Presidente del Consorzio Idrico di Terra di Lavoro" , prima ancora che ci fosse l'incontro al vertice e, gentilissimo, mi ha

di biasio pasqual.8jpganticipato che di lì a qualche ora si sarebbe incontrato con Antonio Russo, il Sindaco di Carinola, per l'annosa ed arcinota vicenda creditoria del CITL, in relazione al Piano di riequilibrio per evitare il dissesto finanziario.

Ci siamo quindi dati l'appuntamento per il dopo e puntualmente dopo qualche ora ci siamo risentiti. 

"Esprimo la mia soddisfazione sull'esito della riunione tenutasi oggi presso il comune di Carinola relativamente alla questione creditoria/debitoria tra l'ente e il Citl."

Ha esordito Di Biasio, copo che la riunione si era conclusa.

Alla riunione per il Comune di Carinola erano presenti il Sindaco Antonio Russo e gli assessori Antimo Marrese e Mario Nicolò e c'era il difensore dell'ente , l’Avv. La Marca.

Il Consorzio invece era rappresentato dal Presidente Di Biasio e dall Avv. Maccarelli.

Naturalmente gli ho chiesto maggiori particolari sui contenuti e lui:"Le risultanze hanno determinato che ricorrono i presupposti tecnico-giuridici per addivenire ad una transazione."

Ma in soldoni quanto andrà a risparmiare il Comune di Carinola? Il Presidente del CITL risponde: "Allo stato l'ipotesi più prevedibile è l'abbattimento del 30% del credito vantato dal Citl.

Tutto ciò rende ancora più solido ed efficace il piano di riequilibrio redatto dal comune di Carinola teso a scongiurare il dissesto."

E' un'ottima notizia in vista del Natale e del Nuovo Anno ma il presidente Di Biasio vuole aggiungere qualche suggerimento:"Credo che se il comune dovesse perseguire tale percorso anche con gli altri creditori non escludo che si potrebbero creare i presupposti per una rivisitazione dell atto deliberativo relativo all aumento delle tasse." 

Ed ancora di più quando infine conclude:"Tutto ciò anche in risposta a coloro che hanno dato voto favorevole al percorso di riequilibrio finanziario e successivamente hanno contestato l'aumento delle tasse che era un atto dovuto e consequenziale al loro voto favorevole."

"La riunione è stata aggiornata al più presto possibile anche in considerazione dell ipotesi emersa, nel corso della riunione, in merito ad una nuova adesione del Comune al Citl."

Così conclude il presidente del CITL Pasquale Di Biasio alludendo, neanche velatamente  ma fin troppo chiaramente, ad una disponibilità del Sindaco Russo  in tal senso ed intanto, a nostro avviso, bacchetta il gruppo che aveva votato il piano e di conseguenza l'applicazione dell'art. 243 T.U.E.L. con l'implicito necessitato aumento delle tasse e poi prese le distanze quando si è votato l'aumento.

Troppa grazia per Antonio Russo o no?!

Percorso

Abbiamo 688 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy