ATTUALITA

Mi preme fare un chiarimento. Il Forum dei Giovani, nato a Carinola sotto la spinta di un comitato promotore di giovani,per l' appunto, è un organismo di partecipazione,che si propone di avvicinare i giovani alle Istituzioni e le Istituzioni al mondo dei giovani. È chiaro, quindi, il ruolo sociale e

Image
Frutteto dopo l'incendio

Caro administrator leggo con piacere che, grazie all'azione repentina della Polizia Municipale e della Guardia Forestale, è stato possibile spegnere un incendio che avrebbe potuto assumere dimensioni preoccupanti. Ma non solo a Ventaroli succede e, purtroppo, in questi altri casi non c'è stato nessuno che ha allertato nessuno. Nelle starde interpoderali dove, sui cosiddetti "cantoni" cresce erba e rovi, qualcuno si diverte ad accendere rovinando interi frutteti. La riflessione giusta sarebbe che il conduttore del fondo dovrebbe tenerlo pulito. Però, nel 90% dei casi, questo non avviene. Una volta c'erano i "CANTONIERI", che anche se avevano calli diffusi sotto le ascelle dovuti all'appoggio protratto sui manici dei badili, si accupavano alla buona delle strade. Adesso, sti soggetti sono stati assunti nella Polizia Provinciale e non fanno altro che bighellonare a bordo delle auto della propria amministrazione consumando il pubblico denaro. Se tutti se ne infischiano si avranno strade che diventano sempre più strette perchè i fossati che servono alla raccolta delle acque piovane sono stati coperti e sugli stessi, i furbi, hanno piantato alberi da frutta. Una volta c'erano strade che collegavano borghi agricoli gli uni con gli altri. I furbi le hanno riempite espandendo la loro proprietà. Sbarre di ferro serrate con lucchetti che sbarrano gli accessi. I cippi che delimitano le proprietà divelti.
Furti di frutta, furti di pompe necessari all'irrigazione, furti di trattori restituiti col sistema del "cavallo di ritorno".... Rapine ai danni di contadini che vengono sorpresi e derubati di tutto quello che hanno addosso e, alcune volte, malmenati semplicemente perchè non hanno nulla di valore addosso. 
Carinola non è solo Palazzo Novelli!!!
Gli strumenti ci sono, manca la volontà...
Alberto Reccolani.

ImageImageVergogna...tanta vergogna per quanto è accaduto allo splendido portale rinascimentale della ben più antica basilica di Foro Claudio.E' da più di un anno che lavoro , credetemi , con immensa passione , alla mia tesi in storia dell'arte medievale , che ha un titolo tanto semplice , quanto eloquente : " La chiesa di Santa Maria in Foro Claudio ".Dopo tanti sacrifici , a breve dovrò discutere la mia tesi. Fino a qualche giorno fa nutrivo un sentimento di vera e propria impazienza , non vedevo l'ora arrivasse il momento della discussione della tesi per illustrare , nel mio piccolo , le meraviglie di un monumento ancora troppo " sconosciuto " anche agli addetti stessi del settore dei beni culturali .Già immaginavo l'espressione compiaciuta dei professori nell'ammirare la magnificenza di questo monumento , stesso compiacimento che ho potuto riscontrare , nel corso delle mie ricerche , in diversi storici dell'arte, che di questa basilica hanno parlato , a cominciare dal Bertaux , già agli inizi del Novecento!Ma quando ieri , leggendo il giornale , ho appreso la nefandezza di cui alcuni soggetti sono stati capaci, catapultandomi sul " luogo del delitto "... mi sono semplicemente sentita sconfitta , inerme , profondamente impotente ,delusa , ...davvero non ci sono parole per poter esprimere il marasma di sensazioni che tuttora provo .Però , certo è , che , quando arriverà il momento per me , in seduta di laurea , di parlare di quanto accaduto , proverò molta vergogna , tanta ,tanta ,tanta vergogna .Mi vergogno perchè , io per prima , non ho fatto nulla per evitare che accadesse ciò .Io per prima non ho tutelato un bene che , appartenendo alla nostra comunità , è profondamente anche mio .Certo...i ladri ci sono sempre stati , tombaroli e non ... e certo l'occasione ha , da sempre , fatto l'uomo ladro , ...una bella tentazione un'impalcatura che facilita e velocizza il lavoro , che ne dite ? Questo è ciò che ci meritiamo!!! E poi , in fin dei conti ...a casa nostra è tutto al suo posto ,nessuno ha toccato nulla , .!

..che ci   importa , no ? Lucia Ruosi

 

Sono a S. Ruosi e, mentre ascolto la partita del Napoli, entro sul sito e leggo di Ventaroli. Che tristezza! Ma, in fondo, non dovevamo aspettarcelo, prima o poi? Alcune espressioni, però, mi lasciano perplesso: "come sia possibile trascurare un bene tanto prezioso", "dista diverse centinaia di metri dal centro abitato", "stamane l'intervento del maresciallo..", " lungaggini giudiziarie.." che faranno slittare a marzo (opportunamente non precisi l'anno) l'avvio dei lavori di ristrutturazione. Che t'aggia dì? Ma ci siamo resi conto di quali siano le caratteristihe del nostro territorio? Come mai i Carabinieri sono intervenuti solo il giorno dopo? Ho visto nelle foto i trabattelli: è difficile trovare da dove vengono? Penso che la nostra città sia, in piccolo, lo specchio dell'Italia, il cui territorio è ormai per il 70% abbondante al di fuori di ogni controllo (e gli effetti riverberano innanzi tutto sul sistema economico, subito dopo sulla sicurezza individuale). Il recupero del controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine e della Municipale è essenziale, si devono dare una mossa. Parliamone. Quanto alla salvaguardia del patrimonio artistico, il problema della conduzione degli appalti è esiziale: credo paradossalmente che, se si vogliono fare le cose, il decreto 163/2006 mette molti bastoni fra le ruote e quindi la sua applicazione andrebbe... ridotta al minimo.

Mancano i fondi ? Qualche fuoco d'artificio in meno può essere un contributo.

Image

Chi

libero da quelle immonde montagne di rifiuti e che per qualche giorno ha fatto tremare chi abitava vicino ad una cava dismessa o chi aveva un'azienda agricola o casearia nei pressi di un terrenoi incolto di proprietà comunale. Tutto in gran parte risolto, l'importante non è non sbagliare, se pè possibile è meglio, ma è fondamentale correggersi e non perseverare nell'errore! Oggi scade il termine per la presentazione del piano per la raccolta differenziata ed il deposito dello stesso presso il competente Ufficio Regionale e sarà fatto ad opera del responsabile di settore Tuozzi che ha anche predisposto un piano che ci ripromettiamo di pubblicare per continuare sul discorso della partecipazione, ma è importante che la differenziata inizi subito e bene e che i cittadini virtuosi vengano premiati e quindi incentivati a fare sempre di più! Intanto non si è ancora ben capito il perchè di taluni abbandoni da parte di chi ricopriva ruoli di primo piano nell'amministrazione in carica ed ha potuto tranquillamente svolgere il proprio ruolo sempre e comunque fino all'ultimo ed anche a mezzo telefono! Credo che in questi cinque anni siano state fatte tante cose, alcune molto condivise, altre meno, ora cambia la guida dell'amministrazione e cambierà in ogni caso, ma  primo cittadino sarà certamente un ex amministratore della giunta in carica, un assessore o il vicesindaco, come dicevo si può anche sbagliare, ma l'importante è sapersi correggere e questo, prima di tutto il cimitero, deve accadere e si deve fare senza cadere nel goffo tentativo manicheo, tra l'altro improponibile per le premesse ed i trascorsi di entrambi i candidati sindaci, di dire che tutto il bene sta da una parte e tutto il male dall'altra!

ImageIL MALE MINORE

In queste ore sembra che tiri una nuova aria all’interno della politica locale. Lo stupore da un lato, e l’entusiasmo dall’altro, che avevano accolto il passaggio di Mannillo alla coalizione di centro-destra (o sarebbe meglio dire anti-Di Biasio) va man mano scemando per lasciare il posto ad una più attenta analisi politica.

Forse, essendo passato già qualche giorno dal manifesto shock (in tutti i sensi!) di Mannillo  si riesce, a mente fredda a rendersi conto più razionalmente dello scenario creatosi innanzi agli elettori carinolesi.

Mannillo si era presentato un po’ come uomo della svolta, virgineo e casto, della politica locale, ma è bastato pensarci un po’ che è apparso palese che non rappresentava niente di nuovo, infatti, se vogliamo analizzare dal punto di vista istituzionale, è stata la persona più vicina a Di Biasio, e non solo perché è stato il suo vice, ma soprattutto perché in molte vicende è stato l’alter ego di Di Biasio.

Quindi inizia a serpeggiare nelle menti degli elettori carinolesi un pensiero che rende più opaca quest’immagine di Mannillo, forse i cittadini del nostro comune si aspettavano e volevano una svolta, ma la risposta non l’hanno pienamente trovata nella persona di Mannillo, che fin qui è apparso più spinto da una scelta personalistica e allo stesso tempo da una “vendetta” vera e propria di Gennaro Oliviero.

Tutto ciò non fa che giovare al suo avversario Marrese che “rischia” di portare a casa una vittoria senza troppi patemi d’animo. Infatti la novità in queste ore che si sente, sia per strada, sia nei blog, è che molta gente che era indecisa su chi votare, o che magari pur essendo elettori di centro-sinistra erano un po’ delusi da questa amministrazione, sceglieranno il “male minore” che immedesimano nella figura di Antimo Marrese.
Naturalmente un po’ di malcontento resta, ma si spera che dopo l’elezione, nonostante il suo stretto legame con Di Biasio, possa dare un segno di rilancio e di discontinuità con l’azione di governo di questi ultimi tempi.
E a tal proposito da elettore di centro-sinistra inviterei la persona di Pasquale Di Biasio che tanto ha dato al nascente Partito Democratico, non solo nel nostro comune, a dare lui in primis un segno di cambiamento; come?
Beh, penso che l’uscita dalla giunta, sia sua e sia di qualsiasi altro membro della sua famiglia, che per lui rappresenterebbe un piccolo sacrificio, potrebbe essere un grande segno (almeno nell’immagine!) di rinnovamento per il nostro comune.

La Guerra Santa - "Intimiditi come siete dalla paura d'andar contro corrente cioè d'apparire razzisti (parola oltretutto impropria perché il discorso non è su una razza, è su una religione), non capite o non volete capire che qui è in atto una Crociata alla rovescia. Abituati come siete al doppio gioco,

edgardoDopo l'ennesima, orribile strage tutte le parole rischiano di apparire vuote, inutili, insensate. Penso ai corpi straziati, alle urla dei feriti, alla disperazione dei familiari, degli amici, di chi si è salvato e provo un dolore che è immenso. Lo sento a fior di pelle. Il cuore si stringe, si fa piccolo piccolo ma

Mentre apprendiamo con angoscia e tristezza l’ennesima tragedia di rifugiati nel Canale di Sicilia, avvenuta stamattina ove dieci donne hanno perso la vita annegando ed altri centosette migranti, tra cui donne e bambini, sono stati tratti in salvo dalla Guardia Costiera, finalmente viene ripescata dal mare “la nave degli orrori”, quello che è stato definito il “cimitero galleggiante”,

Sottocategorie

Abbiamo 159 visitatori e nessun utente online