Stasera alle 21,00 su La 7D la replica delle eliminatorie di ieri sera superate in scioltezza da Elisa ALOYS RINALDUZZI la candidata di Miss ETRURIA-LAZIO nata ad Aversa che vive e abita da piccolissima a CARINOLA .

elisa rinalduzziSindaco e Giunta di Carinola non hanno avuto esitazione è la prima volta nella storia del nostro comune che una nostra concittadina (peraltro  il compianto Gennaro PISCOPIO, nonno materno di questa bellissima "quasi diciannovenne", era di Casanova di Carinola, vigile urbano a Carinola e la nonna materna, Maria Grazia CHIANESE, insegnante, se non erro, è di origine addirittura della frazione di San Ruosi di CARINOLA) Elisa ALOYS RINALDUZZI la diciannovenne di Carinola, contraddistinta dal n.21, quello che mi auguro tutta Carinola voterà, è finalista di Miss Italia, è quindi tra le trenta ragazze più belle d’Italia, hanno quindi incaricato gli Amici della Biblioteca di organizzare per sabato prossimo 9 settembre ’17 una serata davvero speciale in Piazza Mazza con un maxischermo per seguire in diretta la finalissima di Miss Italia .

E’ bellissimo e non ci sembra vero !

L’Amministrazione comunale che comunque farà avere un comunicato stampa con il quale informerà i media di tutte le iniziative intraprese per pubblicizzare al massimo l’evento straordinario ed il momento bellissimo, come una fiaba di Perrault, fiaba che sta vivendo Elisa e con lei e grazie a lei e ai suoi genitori sta vivendo tutto il comune di Carinola .

Ci piace concludere con le parole della stessa Elisa ALOYS RINALDUZZI riportate nel sito ufficiale dell’evento http:\\www. missitalia.it (dal quale abbiamo anche tratto la foto n.d.r.) che la presenta con lo slogan “Miss Italia non ha colore!” Ecco cosa ha detto Elisa: "Certo, ho la pelle scura, ma non è così che si giudica l'appartenenza di una persona. Io sono nata in Italia, ad Aversa, in provincia di Caserta ed è lì che ho vissuto e vivo ancora oggi la mia vita, anche se abito a Carinola, un paese piccolissimo, poco conosciuto. Le miei origini sono africane: mamma era della Nigeria e papà della Tanzania. Ho un fratello e una sorella dello stesso sangue e ne vado fiera!”.

“Ho quasi 19 anni - aggiunge - e non ho mai messo piede fuori dalla nostra penisola. Ho genitori italiani. Ho studiato, praticato sport, vissuto i miei hobby con i miei amici e la mia famiglia.

Tutto questo fa di me un'italiana vera.

Io sono italiana. E tutto questo per me non è solo una bellissima esperienza, ma è un onore essere arrivata fin qui, costruendomi tutto da sola! Io dico sempre che ‘nella mia sfortuna sono stata fortunata' (la ragazza è stata adottata a tre anni da due coniugi campani) e ringrazio Dio se oggi sono qui. Vada come vada, sono felicissima per il traguardo che ho raggiunto”.

Ho titolato “Per Elisa” poiché è il titolo di una canzone di Alice che vinse il 31°festival di San Remo nel 1981 augurando ad Elisa RINALDUZZI ogni fortuna!

Ci sono tanti numeri “1” lo avrete notato, c'è anche nel “21”.

E, a proposito, non dimentichiamo di votarla: votiamo tutti il n.21.


Percorso

Abbiamo 196 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

pisacane2.jpg