NEWS DALLA PROVINCIA

\"\\"\\"\"Il liceo Manzoni di Caserta con il Dirigente Scolastico Adele Vairo ha visto un susseguirsi di eventi e di incontri con autorità e rappresentanti istituzionali del territorio locale ma anche nazionale, che hanno contribuito ad ampliare notevolmente gli orizzonti della formazione culturale degli studenti del liceo.


 

Venerdì mattina Luigi di Maio per una visita istituzionale. Vicepresidente della Camera dei Deputati, campano, 29enne, Luigi di Maio sta portando avanti nelle scuole il suo progetto di presentazione delle funzioni e dei compiti della Camera dei Deputati. Il liceo Manzoni di Caserta è stata la sua quarantesima scuola che ha visitato.

Poco dopo le 10:30, appena conclusa la sua visita all’Archivio di Stato di Caserta, il vicepresidente della Camera Luigi di Maio, accompagnato dal suo staff, è arrivato a scuola a bordo della sua automobile privata.

Ad accoglierlo in istituto, numerosi studenti rappresentanti delle realtà sportive e culturali di eccellenza che quotidianamente il Manzoni promuove.

In Presidenza, stravolgendo ogni protocollo istituzionale, il Vicepresidente di Maio ha voluto incontrare solo il Dirigente Scolastico Adele Vairo, il suo staff, ed i Rappresentanti d’Istituto, della Consulta degli Studenti e del Comitato Studentesco per un saluto informale, un resoconto dell’attività scolastica, qualche domanda dei rappresentanti sugli argomenti “caldi” del momento, e subito in aula magna per il progetto.

Dai metal detector al varco d’ingresso della Camera, ai commessi che ricordano a memoria i nomi dei 630 deputati, al regolamento della Camera dei Deputati. Luigi di Maio, in poco più di un’ora ha coinvolto gli oltre 150 rappresentanti del Comitato Studentesco, raccontando della Camera che rappresenta in riferimento alla sua esperienza personale.

Un metodo, quello utilizzato, che è riuscito a tenere alta l’attenzione tra gli studenti per tutto l’incontro.

Tanti gli argomenti affrontati da di Maio e, i rimanenti, sollecitati invece dalle tantissime domande postegli dai manzoniani.

“Vedervi qui, così tanti, vedere riunito in una scuola il comitato studentesco con i suoi rappresentanti, mi riempie di gioia. In voi rivedo quando io andavo a scuola. La mia passione per la politica è iniziata alla vostra età, quando ho visto che si possono raggiungere numerosi traguardi semplicemente battendosi nelle forme e nelle maniere giuste. La mia esperienza – ha dichiarato il Vicepresidente Luigi di Maio – è iniziata proprio da qui. Dai banchi di scuola. Ero un rappresentante come voi, ed ho visto come nel mio piccolo potessi fare la differenza. Oggi, per fare un esempio, grazie anche al mio impegno, c’è una scuola a Pomigliano d’Arco costruita dopo le nostre sollecitazioni di studenti, a norma di legge. Per quella scuola noi rappresentanti ci battemmo, ed io – ha proseguito Luigi di Maiomisi la prima pietra. E’ questo ciò che bisogna fare – ha concluso – battersi nelle forme e nelle maniere giuste per cambiare il Paese”.

“Sono gratificata di avere qui una delle più alte cariche dello Stato incarnata da un giovane del Sud. Le porte della cultura qui al Manzoni – ha dichiarato il Dirigente Scolastico Adele Vairo – si aprono sempre ai nostri ragazzi. A noi tocca intercettare le risorse buone del territorio: cerchiamo quotidinamente di garantirgli sempre il massimo. Gli studenti – ha proseguito – sono la parte bella del nsotro lavoro. Loro sono rappresentanti del Comitato Studentesco, rappresentanti d’Istituto e della Consulta degli Studenti. Hanno un forte mandato: in questa scuola, ci si batte quotidianamente per la cittadinanza ed il protagonismo studentesco e sono loro i protagonisti di questa scuola. Con oggi – ha concluso la Preside Adele Vairo – il liceo Manzoni ha avuto uno dei più importanti coronamenti istituzionali di un percorso di legalità e di cittadinanza attiva e responsabile portato avanti da diversi anni”.

 

Alta Velocità, dissequestrata l'area parcheggio della stazione oggetto di indagini 
Tuccillo: prima di Natale l'intera area sarà a disposizione dei viaggiatori

Afragola, 15 dicembre 2017 –«Alle ore 12 il magistrato incaricato ha dissequestrato l'area del parcheggio della stazione alta velocità di Afragola oggetto di indagini. Già prima di Natale, non appena sarà ricollocata la segnaletica interna, l'intera area sarà quindi a disposizione di cittadini e viaggiatori».Così, il Sindaco, On. Domenico Tuccillo, ha commentato la notizia del dissequestro dell'area del parcheggio ovest sottoposta a indagini della Procura di Napoli Nord. «Dopo aver riaperto e assicurato una migliore viabilità con l'anello di circolazione intorno alla stazione, questa notizia - ha concluso Tuccillo - ci giunge particolarmente gradita perché consentirà il pieno utilizzo della viabilità e della sosta nella stazione opera di Zaha Hadid, che ha già visto in questi mesi  un notevolissimo incremento nei flussi di passeggeri».

“Non c’è giustizia senza vita”

giornata internazionale contro la pena di morte

Ogni comunità può e deve operare quale soggetto collettivo capace di concorrere all’accrescimento del rispetto della vita e della dignità dell’uomo in ogni parte del mondo. La città di Santa Maria Capua Vetere, su proposta della Comunità di Sant’Egidio, ha aderito all’iniziativa Città per la Vita/ Città contro la pena di Morte” – “Cities for life/Cities against the Death Penalty”.

 

Giovedì 30 novembre 2017

Santa Maria Capua Vetere ospiterà un pomeriggio/evento, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione anche con il Movimento Politico per l’Unità della Campania. Ascolteremo testimoni dell’efferatezza della pena di morte, persone impegnate per l’affermazione dei diritti umani, infine, raggiungeremo l’Anfiteatro Campano che si illuminerà contro la pena di morte contemporaneamente a tanti altri monumenti  simbolo in oltre 2000 città di tutto il mondo ed in particolare insieme al COLOSSEO con collegamento in diretta streaming.

Consapevoli della vostra sensibilità e del vostro impegno per l’affermazione dei diritti per tutti, vi aspettiamo numerosi.

    Antonio Mirra sindaco                   Marco Rossi  comunità sant'Egidio                       Edgardo OlimpoMPpU Campania             

Da sabato 21 a lunedì 23 ottobre i medici ed i chirurghi della provincia di Caserta saranno chiamati a scegliere i nuovi membri del consiglio direttivo dell''Ordine. Si potrà votare nella sede dell'Ordine, in via Bramante a Caserta, dalle 8.30 alle 20.30.
La lista "Orgoglio Medico", capeggiata dal dottor Federico Iannicelli, medico di medicina generale e segretario regionale per la Campania della Fimmg, ha lanciato la propria sfida alla presidente uscente Erminia Bottiglieri, per ribaltare l'attuale linea che ha seguito fino a questo momento. Diciannove professionisti del settore che si sono riuniti sotto il simbolo di "Orgoglio Medico" per riportare l'Ordine, in provincia di Caserta, alle sue nobili tradizioni ed alle sue vere competenze, cioé di un'organizzazione al servizio dello Stato e del Cittadino che tutela la professionalità dei medici ed è custode del Codice deontologico. "L'Ordine non altre competenze che quelle previste dalla legge, non ha tavoli con interlocutori politici, non ha sedi istituzionali come invece i sindacati. Questi ultimi, al contrario, possono sedere ai tavoli istituzionali preposti e rappresentare le proprie rimostranze. Questo ruolo ormai l'Ordine non ce l'ha più", afferma il capolista di "Orgoglio Medico", Federico Iannicelli. Il quale aggiunge: "E' importante che l'Ordine sia supportato dalla politica sanitaria, animata dai sindacati, per essere più produttivo". Anche per questo, per rimarcare la propria differenza e specificità, "Orgoglio Medico" non ha un programma definito ed articolato. Spiega ancora Federico Iannicelli: "La nostra lista non può avere un programma perché non è un partito politico. Il programma sono tutti i medici, tutti i singoli iscritti all'Ordine, con i loro problemi, le loro quotidianità. Ogni membro del futuro consiglio direttivo eletto dalla nostra lista, con i rispettivi incarichi istituzionali che già ricopre, si farà carico di ciascuna delle richieste dei colleghi medici. Ci faremo carico di tutte le richeste che ci verranno dalle nostre periferie. Sarà nostro compito allertare, avendone le competenze e le capacità, i sindacati medici, in particolar modo quelli territoriaili ed ospedalieri, per portare avanti le istanze della categoria. A cominciare dall'allarme per la carenza dei medici".
Tradizionalmente, le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine si sono tenute tra novembre e dicembre, a termine del mandato del consiglio e del presidente uscenti cioè. E' la prima volta che si avverte la necessità di votare, in tutta fretta, nel mese di ottobre."Siamo stati informati di questa scelta solo all'ultimo minuto, dopo mesi di silenzio massonico sulla data delle elezioni. Ed a quel punto abbiamo scoperto che la lista del presidente uscente era già pronta da tempo. Un'elezione all'Ordine non è una dichiarazione di guerra. L'elezione all'Ordine dei Medici è sempre stato un momento goliardico, un momento di incontro tra colleghi di provenienza diversa, nella perfetta armonia che deve caratterizzare la nostra professione. Anche questo a spinto me e diciotto altri professionisti ad unirci sotto lo stemma di Orgoglio Medico, per rappresentare la volontà e la necessità di cambiare la strategia e l'operato politico dell'attuale esecutivo" conclude Federico Iannicelli.

Questa mattina, alla presenza delle autorità politiche, civili, militari e religiose, tra cui il Prefetto di Caserta S.E. Dott. Raffaele RUBERTO,  il Sindaco di Caserta Avv. Carlo MARINO, si è celebrato, presso il Comando Provinciale Carabinieri di Caserta, il  203° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri.  

Il Comandante Provinciale, Colonnello Alberto Maestri, nel ringraziare i presenti  ha rivolto il suo primo pensiero ai caduti e a tutti coloro che, per qualsiasi ragione, hanno perso la vita per la tutela del nostro Paese e delle Istituzioni. 

La cerimonia ha avuto, quest’anno, per la prima volta, la presenza dei Carabinieri Forestali. Il nuovo Reparto, infatti, è nato proprio 1° gennaio 2017,  ed ha accolto il personale proveniente dal Corpo Forestale dello Stato. 

Il Colonnello Maestri ha tenuto a precisare, come, in pochissimo tempo, andando ben oltre le più rosee aspettative, i Carabinieri Forestali abbiano saputo inserirsi nella nuova realtà arricchendola della prestigiosa tradizione e professionalità, già da tutti riconosciuta. 

Nella circostanza si è ricordato che il Comando Provinciale di Caserta, si articola in un Reparto Territoriale, 9 compagnie e 62 Stazioni. 

Ed è proprio ai 1.381 carabinieri di ogni ordine e grado della Provincia di Caserta, che il Comandante Provinciale ha espresso il proprio ringraziamento per la determinazione, l’impegno e lo spirito di sacrificio che ripongono nel servire la collettività. 

Nel corso del discorso, il Colonnello Maestri ha tracciato un breve bilancio dell’attività svolta. Nel periodo dal 1° gennaio ad oggi, per quanto attiene alla Provincia di Caserta, i reati sono diminuiti del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

L’attività operativa, per quanto attiene l’Arma dei Carabinieri, ha subito un incremento di oltre il 20%, passando dai 731 arresti dello scorso anno agli 899 di quest’anno. 

Un breve cenno, poi, è stato fatto in merito ai risultati raggiunti nell’attività di contrasto ai fenomeni collegati alla c.d. “terra dei fuochi”. 

Le attività poste in essere dai carabinieri del Comando Provinciale e dal Gruppo Carabinieri Forestale di Caserta, unitamente alle altre forze di Polizia ed ai Militari dell’Esercito impegnati nell’operazione “Strade Sicure”, coordinati dalle Procure competenti,  hanno consentito di contenere l’annoso problema degli sversamenti e dei c.d. roghi tossici. 

Per quanto riguarda l’attività di contrasto dell’Arma in questo specifico settore nella Provincia di Caserta, nell’ultimo anno sono state arrestate 9 persone e deferite in stato di libertà 58, mentre sono stati sottoposti a sequestro 33 tra aree di sversamento illecito, mezzi e autorimesse.      

La Regione stanzia 22 mln per bonifica area ex Pozzi e ex tabacchificio Sparanise. Soddisfatto il Sindaco Martiello e il Consigliere Regionale Zannini.     L’amministrazione Martiello punta sulle grandi opere e sull'ambiente. Sabato scorso, in occasione del consueto appuntamento di informazione bimestrale con il

Sottocategorie

Abbiamo 266 visitatori e nessun utente online

 

GDPR e EU e-Privacy

EVENTI

telethon.jpg