Nasce una nuova Associazione Forense a S.Maria Capua Vetere, un'associazione che vede la segretaria del consiglio dell'Ordine degli avvocati sammaritani, nel direttivo, ma è presieduta da un avvocato sammaritano, Nicola Di Benedetto, originario di S.Andrea del Pizzone e quindi nostro conterraneo, amico dell'Associazione Avvocati del Tribunale di Carinola e figlio di un mio

vecchio amico personale. Troppo facile per chi tra i primi ha fondato un'Associazione di avvocati nel 1999 , quella degli Avvocati Aurunci Caleni Domitii e Sidicini parlare, e bene, di una neonata associazione forense!

delvecch0Altrettanto facile rintuzzare le immancabili polemiche di cui si sono avute le avvisaglie, e anche qualcosa di più, in occasione di questo convegno, basate su una sorta di illegittimità presunta causata dalla territorialità che verrebbe coperta dalla associazione corrispondente alla stessa di quella del consiglio dell'ordine degli avvocati!

Al tempo della nascita della Associazione degli Avvocati del Tribunale di Carinola, epoca in cui unica associazione forense esistente sul territorio era, se non ricordo male, l'Unione Avvocati che, come si ricorderà, faceva capo al Presidente dell'Ordine dell'epoca avv. Elio Sticco, e gli appunti mossi ovviamente furano esattamente gli opposti, e non fu amore a prima vista con il Presidente dell'Ordine dell'epoca, come ricorderà certamente il Presidente dell'Ordine degli avvocati sammaritani Carlo Grillo, all'epoca anch'egli Presidente di una neonata e gloriosa associazione degli avvocati di Piedimonte Matese. Purtroppo da che mondo è mondo non sono le associazioni forensi a porre o a far nascere problemi ma, al contrario, cercano di aiutare, nei ristrettissimi limiti delle loro possibilità,  a trovare le soluzioni ed a risolverli. Avemmo l'onore di contare tra gli iscritti della nostra Associazione Forense perfino  l'indimenticabile Avv. Alfonso Martucci che ha partecipato in più occasioni ai  convegni organizzati dalla nostra associazione. La presenza, ieri tra i relatori, dell'Avv. dibenedettoGiuseppe Garofalo, che pure fu vicino alla nostra associazione nei momenti più difficili, e dell'Avv. Prof. Ciro Centore, che fu altrettanto vicino all'Associazione Avvocati Aurunci Caleni Domitii e Sidicini, e fu anche lui relatore in detti convegni, è la garanzia di un futuro radioso per questa neonata associazione , alla quale auguriamo le migliori fortune! Veniamo al convegno che ha toccato cime elevate quando son intervenuti  gli avvocati Garofalo e Centore ma dopo ed in  alcuni momenti particolari quando si sono ricordati i momenti di frizione per il "mancato rispetto della staffetta" tra Martucci e Sticco e tutto quello che ne è conseguito, le "cime sono divenute piuttosto tempestose!" Credo non fosse proprio il caso di fare riferimenti che a mio avviso non solo non hanno attinenza e non sono giustificati anche e soprattutto per l'argomento all'O.d.G. del convegno era meglio soprassedere, come faceva rilevare, a voce alta, un collega affacciatosi per pochi secondi alla porta dell'aula dove si teneva il convegno. La segretaria avv. Del Vecchio alla fine del convegno alla domanda-costatazione:"Nasce l'Associazione, nasce la rivoluzione. . .comincia un discorso nuovo" ha risposto:"Questa associazione nasce perchè c'è l'esigenza e la necessità che l'avvocatura sia viva e porti avanti quelli che sono poi gli obiettivi dei colleghi,obiettivi che riguardano tutta la classe, lo farà insieme a tutte le altre associazioni presenti sul territorio, camera civile, camera penale. Il senso è fare squadra, il senso è che gli avvocati si ritrovino in un contesto di compattezza. Noi sappiamo bene che a livello nazionale, come avvocatura, siamo spaccati, abbiamo seguito quelle che sono  le dinamiche, abbiamo vissuto con un governo che, diciamolo francamente, ci ha abbandonato completamente! Allora mi chiedo delvecch grillolo sa quello che deve subire l'avvocato, fino a dove l'avvocato deve cedere, l'avvocato non può più cedere ed è in nome della dignità che noi tutti i giorni in udienza a testa alta tutti i giorni dobbiamo pretendere dai magistrati lo stesso rispetto che noi diamo!Mi rendo conto che è  difficile soprattutto per i colleghi civilisti che sono stati"deportati" nel condominio ! Noi in quel momento la dignità l'abbiamo perduta!" La interrompo e dico "Non riusciamo ad uscire!" E lei conclude:"L'obiettivo è uscire!Uscire perché altrimenti non c'è un futuro! Non c'è un futuro per l'avvocatura, non c'è un futuro per i giovani avvocati!"Poi chiedo se nel consiglio dell'ordine c'è ancora chiusura netta nei confronti della minoranza e lei:"Io nel consiglio svolgo un ruolo istituzionale.Poi all'interno del COA ci sono due gruppi, ognuno ha un proprio modo di concepire la politica forense!Io sono per tutto quello che è il bene dell'avvocatura!Se mi si da quell'obiettivo io lotto e vado avanti, per gli avvocati e a prescindere dalle cariche e dalle poltrone e quant'altro!" "E il ruolo di Rosanna Raucci nin questo consiglio?"Chiedo. E lei:"Per ora si è insediata. Vedremo cosa accadrà!"
P.S.Nessuno sembra aver fatto cenno alla singolare situazione degli Avvocati residenti nella circoscrizione di Napoli Nord che risulterebbero ancora iscritti all'Ordine Sammaritano ma non hanno votato l'attuale e non voterebbero l'elezione del nuovo consiglio ma pare che, non so chi vorrebbe, o avrebbe già deciso di, farli votare per eleggere i delegati al Congresso Nazionale Forense. Ma forse sono stato informato male!


Percorso

CHI E' ONLINE

Abbiamo 339 visitatori e nessun utente online

 

 

Statistiche Sito

Utenti
68
Articoli
6858
Visite agli articoli
10649480

GDPR e EU e-Privacy