L'editoriale apparso sul Napolista, all'indomani dell'ottimo debutto della nazionale italiana, sui napoletani che non tifano Italia (e pubblicato anche su questa pagina) mi suscita alcune riflessioni che vorrei condividere con voi.
Ci si potrebbe limitare all'ambito tecnico sportivo e spiegare il fenomeno col fatto che Conte, pur dimostrando di essere un CT

rispettabilissimo, che sà come motivare un gruppo seppur non giovanissimo e sostanzialmente privo di stelle, non abbia esattamente il pedigree per allenare gli azzurri, visti i precedenti giudiziari dei quali è stato protagonista. Le sue (chiamiamole) non simpatie per Napoli nemmeno sono un segreto.
Potremmo fermarci qui ma la riflessione sarebbe frammentaria e francamente incompleta.
La chiara volontà del governo calcistico e non di minimizzare, quando non addirittura derubricare i cori razzisti contro la nostra città e chi la abita non ha di certo facilitato l'amore per una squadra che sulla carta dovrebbe rappresentarci ed unirci, ben oltre il semplice ambito sportivo, visto il forte legame che esiste, nel nostro Paese, tra i cittadini e il pallone.
A completare il quadro c'è una rilettura storica in atto, nel Sud Italia, sugli eventi del cosiddetto Risorgimento che aiuta a capire anche i fischi all'Inno (lo scrivo con lettera maiuscola perché lo considero per quello che è: il nostro Inno, di tutti noi italiani).
Noi napoletani siamo parte integrante del nostro Paese (l'Italia ndr) e non c'è il minimo barlume di dubbio su questo. Ma non ci si può ricordare di noi "ad orologeria", quando serve. Noi siamo italiani e la maggioranza di noi tifa azzurro in questi giorni. Senza alcuna remora. 
Ma se Napoli città stà fiorendo di nuovo, se i turisti sono tornati in massa all'ombra del Vesuvio, se le strade del centro hanno ritrovato il decoro lo si deve all'amministrazione locale e ad un ritrovato senso civico della cittadinanza e non certo a soggetti politici al di fuori di questi ambiti.
Tutto ciò che implicitamente chiedono i napoletani è di sentirsi meno "soli" e benvenuti nella "comunità Italia".

Giulio Ceraldi

#ForzaNapoliSempre

##ForzaItaliaSempre

Sent from my 4G Ready LG G3 on Three

Percorso

CHI E' ONLINE

Abbiamo 136 visitatori e nessun utente online

 

forza_italia-ass.jpg